Crea sito

Monster Hunter Rise – Recensione

Monster Hunter Rise – Recensione

Monster Hunter Rise è un videogioco action RPG che appartiene alla serie di Monster Hunter, sviluppato e prodotto da Capcom in esclusiva temporanea per Nintendo Switch.
Nel 2022 sarà poi rilasciato su PC.

Disponibile ora su Nintendo Switch al prezzo di 59.99€.

Monster Hunter Rise si può definire il sesto capitolo principale della serie, dopo Monster Hunter: World, ma senza un vero e proprio numero che lo elencasse come successore dei titoli precedenti.
Questa scelta è stata fatta, appunto, per distaccare il gioco dai vecchi titoli, dando quindi il nome sulle basi di un tema o un concetto specifico che riflettesse il gioco stesso.

STORIA

La storia di Monster Hunter Rise è caratterizzata da un evento catastrofico chiamato Furia.
Durante questa calamità un gran numero di mostri attacca nello stesso momento il Villaggio Kamura.
La gente la teme sin dai tempi antichi, ma nessuno ne conosce la causa.
Un cacciatore del villaggio, viene allora incaricato di proteggere la sua terra insieme agli abitanti, cercando di svelare il mistero di questa disastrosa calamità.
Attenzione però al mostruoso Magnamalo, che pare sia collegato a questo orribile evento!

VILLAGGIO KAMURA

L’hub centrale di Monster Hunter Rise è il Villaggio Kamura, difatti tutte le missioni partiranno da lì.
Il villaggio è strutturato in modo tale che i cacciatori possano prepararsi al meglio per la caccia.
Troviamo difatti la Base di Caccia dove sarà possibile accettare le missioni base  e le missioni Arena.
Inoltre il giocatore potrà accedere alla mensa e al mercato.

Nella “Piazza Compagni” invece, si potrà accedere a funzioni legate all’utilizzo dei due animali, Canyne e Felyne, che vedremo più avanti.
Sarà possibile allenarli oppure parlando con Kogarashi, si può formare una squadra di massimo 4 elementi e inviare in missione i “miaocenari” in esplorazione.
Da questa piazza si può raggiungere l’Area Addestramento al di là del fiume, dove ci si potrà allenare provando diverse tecniche e abilità finché si sarà pronti, inoltre ci si può esercitare con la mira usando obiettivi in movimento a diverse velocità.

Infine per migliorare l’equipaggiamento e forgiare le armi c’è a disposizione la Forgia, che si trova sempre nel villaggio.

PERSONAGGI E MOSTRI

Durante la tua avventura incontrerai tanti personaggi e alcuni di loro ti aiuteranno a proseguire il tuo percorso.
Ognuno avrà le sue caratteristiche e abilità:
FUGEN – capo del villaggio di Kamura, è il miglior guerriero e cacciatore
HINOA – mediatrice del villaggio. Ti darà delle missioni in single player
HAMON – fabbro del villaggio che ti aiuterà a potenziare l’equipaggiamento
IORI – sarà il tuo assistente se avrai bisogno di aiuto
HOJO – capo della gilda dei cacciatori, ti aiuterà a completare le missioni date dalla gilda
UTSUSHI – maestro dei giovani cacciatori che ti assegnerà le missioni Arena di Kamura
MINOTO – parla con lei per affrontare le missioni con altri 3 cacciatori
YOMOGI – chef di Kamura, vai da lei a riempirti lo stomaco prima di una missione

Oltre all’aiuto dei vari personaggi, sarai affiancato dai GUFUFI.
I Gufufi sono gufi molto popolari al Villaggio di Kamura, per la loro intelligenza e bontà.
Possono dare sostegno ai cacciatori e sono in grado di mostrare la posizione dei mostri durante le missioni.
Tra una missione e l’altra, potrai coccolarli e cambiargli gli abiti.

Per quanto riguarda i mostri, Monster Hunter Rise vanta di una varietà di forme e dimensioni incredibile. Il numero delle creature è davvero ampio e variano tra quelli già conosciuti come lo Zinogre, il Rathalos e il Nargacuga e i nuovi tra cui troviamo il Magnamalo, che si può definire il più cattivo o il Goss Harag che fa impazzire durante il combattimento.

EQUIPAGGIAMENTO E ABILITÀ

In Monster Hunter Rise, per affrontare le creature si avrà bisogno di un buon equipaggiamento.
I cacciatori potranno utilizzare 14 tipi di armi diverse, ognuna con le sue caratteristiche e abilità.
Ogni arma possiede 3 tipi di abilità scambio, offrendo un ampio repertorio di mosse.

Per usufruire al meglio di queste abilità, il cacciatore potrà scegliere tra una combo di talismani e armature.
Le armature sono composte da 5 pezzi, ognuno dei quali ha parametri di difesa e resistenza elementale.
Per potenziarsi ancora di più si possono equipaggiare i talismani e per aumentare l’effetto delle abilità si possono equipaggiare più elementi dello stesso tipo.

NUOVE AZIONI DI CACCIA

Oltre all’assortito equipaggiamento tra armature e talismani, i cacciatori di Monster Hunter Rise avranno nuove azioni di caccia su cui poter contare.
Queste nuove azioni potranno essere utilizzate insieme alle armi durante gli attacchi in combattimento.

Le nuove azioni si suddividono in:
– Insetti Filo
– Cavalcatura Wyvern

A loro volta gli Insetti Filo permetteranno nuove azioni tra cui:
– Filoscatto: un rapido scatto in avanti che consente anche lo spostamento per aria e può essere combinato con attacchi e schivate aeree.
– Filocaduta: permette al giocatore di evitare di finire a terra in seguito a un’offensiva nemica, rimettendosi in piedi più velocemente.
– Attacco con fildiseta: è una potente manovra offensiva che varia a seconda dell’arma utilizzata.
– Corsa su parete: sarà possibile scalare montagne o pendii e per utilizzarla basterà eseguire il filoscatto verso una parete.

Invece, la Cavalcatura Wyvern, consiste nel controllare e cavalcare le creature mostruose.
Per riuscire ad avere pieno controllo del mostro, bisognerà saltargli in groppa infliggendogli più danni possibili usando gli insetti filo.
Una volta riusciti a prendere il controllo, sarà possibile eseguire una varietà di azioni speciali e schivate.
Un’altra azione molto utile è quella di lanciare la creatura contro un muro o contro un ostacolo per danneggiarlo ulteriormente.

Oltre a queste azioni, la barra della Cavalcata Wyvern si riempirà e appena sarà completamente piena, sarà possibile utilizzare una mossa speciale chiamata Punitore Cavalcabile.

COMPAGNI CANYNE E FELYNE

Un’altra delle novità di Monster Hunter Rise sono i nuovi compagni Canyne, che affiancheranno i Felyne, già conosciuti nei capitoli precedenti.
La differenza tra i due è che i Canyne danno più aiuto ai cacciatori nelle battaglie, sono difatti più predisposti all’attacco, mentre i Felyne, se ricordate, facevano più che altro da supporto.
Inoltre i compagni Canyne, possono essere cavalcati per spostarsi tra un luogo all’altro permettendo così di non consumare la resistenza.
Possono compiere dei salti notevoli e arrampicarsi velocemente sui rovi, in più il cacciatore potrà utilizzare gli oggetti e recuperare la salute durante gli spostamenti.

Nel gioco single player si potranno portare entrambi, mentre in multiplayer si potrà scegliere solamente uno dei due, con il loro set di equipaggiamento dedicato.

MISSIONI FURIA

Se non avete paura di niente e vi sentite invincibili potete affrontare le Missioni Furia.
Queste missioni non sono altro che una serie di orde di nemici che i cacciatori dovranno affrontare per difendere i cancelli del villaggio.

Per farlo possiamo utilizzare un certo numero di armi d’assedio, sia utilizzabili da noi stessi che automatiche.
Queste ondate di mostri si dividono in quelli che attaccano i cacciatori, quelli che attaccano le postazioni d’assedio e quelli che attaccano i cancelli del villaggio.
I giocatori dovranno resistere finché l’ultima creatura sarà eliminata.
Man mano che si procede, il livello della base aumenta facendo sì che anche le possibilità difensive aumentino, portando nuove armi d’assedio tra cui anche abitanti del villaggio.
Durante le Missioni Furia è possibile ottenere materiali che non si possono trovare da altre parti e sono l’unico momento dove poter affrontare i mostri Apex, un genere più pericoloso rispetto alle creature base nel quale si possono ottenere ricompense che solo loro possono rilasciare.

Le Missioni Furia si possono affrontare sia in single player che in multiplayer, ma secondo il nostro punto di vista è meglio affrontarle in compagnia, piuttosto che da soli, risultano infatti più divertenti, coinvolgenti e strategici.
Inoltre per sconfiggere tutte quelle creature una mano in più non guasta!

MULTIPLAYER

In Monster Hunter Rise oltre alla campagna principale, è possibile giocare con altri 3 giocatori sia online che in locale.
Il procedimento è praticamente lo stesso, tranne che per l’online sarà necessario selezionare “Gioco Online”.
Per unirsi bisognerà creare una lobby dove gli altri componenti della squadra potranno unirsi.
Per creare la lobby basterà parlare con Senri, il Corriere, che mostrerà tutte le varie opzioni disponibili.
Si può giocare con cacciatori casuali se si vuole affrontare un mostro preciso oppure fare una partita privata con i propri amici utilizzando l’opzione Passcode.
Una volta creata la lobby si possono scegliere le varie missioni.

STRUTTURA

Fin dalla prima volta che abbiamo visto Monster Hunter Rise, si è capito che la narrazione del gioco sarebbe stata più ricca e accurata, come anche l’ambientazione.
Difatti l’estetica degli ambienti e dei personaggi sono molto orientali…i ciliegi in fiore, gli abiti, le musiche di sottofondo, confermano come tutto si appoggia fortemente al Giappone.

Per quanto riguarda la struttura del gioco invece, Monster Hunter Rise offre una gran varietà di missioni rendendo il gioco molto longevo.
La progressione dell’avventura è legata al completamento delle missioni sia del villaggio che del cacciatore.
In entrambi i casi sarà però necessario completare un determinato numero di quest specifiche prima di sbloccare quella successiva.
Questo permette di ripetere parecchie volte le attività già completate per poter accumulare le risorse necessarie al miglioramento del proprio equipaggiamento e a lungo andare può portare il tutto ad essere un po’ ripetitivo.

Sul comparto tecnico, possiamo ben dire che Capcom ha fatto un buon lavoro mostrando tutto il potenziale del RE Engine che riesce ad adattarsi molto bene a Nintendo Switch.
Sia le creature che i personaggi sono ben realizzati, pieni di dettagli e circondati da ambienti impressionanti.
La risoluzione si adatta bene sia in modalità portatile che in modalità TV, lasciando un’immagine sempre chiara e precisa ed il frame rate rimane fisso a 30fps senza troppi problemi.

La colonna sonora di Monster Hunter Rise è sempre un capolavoro come nei titoli precedenti e varia a seconda delle situazioni in cui ci troviamo.
Ad esempio se stiamo affrontando un mostro, la musica sarà frenetica e adrenalinica per accompagnare al meglio il combattimento, come anche gli effetti sonori che sono stati realizzati con cura rendendoli molto coinvolgenti.

CONCLUSIONE

Monster Hunter Rise è una vera scoperta sia sotto il profilo del gameplay, che di quello grafico.
Gli appassionati di Monster Hunter si troveranno tra le mani un bel gioiellino con cui passare ore e ore di caccia.
Le novità come il compagno Canyne e l’aggiunta degli Insetti Filo hanno portato un po’ d’aria fresca a questo titolo.
Il gameplay è dinamico, veloce e pieno di novità, riuscendo a tenerti lì fino alla fine delle missioni, soprattutto se si è in compagnia dei propri amici.
Con grande entusiasmo possiamo dire che Capcom è riuscito a soddisfare le aspettative dei fan!


VOTO FINALE :