RecensioneXbox Series X/S

Terra Memoria – L’RPG ispirato al passato – Recensione

Terra Memoria – L’RPG ispirato al passato – Recensione

Terra Memoria è un JRPG ispirato a quelli di un tempo del team La Moutarde con la pubblicazione Dear Villagers. La Moutarde conosce ogni cosa di questo genere, pregi e difetti, e ha puntato ad elaborare un gioco che raccoglie gli elementi più distintivi e stimolanti del genere, un’omaggio per i classici con smussature qua e la. Insomma un’opera realizzata da appassionati per appassionati. Il team vanta decenni di esperienza accumulata e si propone di proporre al suo pubblico un’opera fruibile e scorrevole, radicata con le origini e moderna.

“La carenza di cristalli magici e l’improvviso risveglio di antichi robot portano sei nuovi amici in un’incredibile indagine sulla Terra, un mondo accogliente e fantastico che combina 3D e pixel art.”cit.

Terra Memoria è uscito su PC (Steam), PS5, Xbox Series, Nintendo Switch il 27 marzo 2024 !

Storia

Terra Memoria è la storia di sei personaggi: un tuttofare, un fabbro, un evocatore, uno stregone, un mutaforma e un bardo che vengono trascinati in un mistero che salta nel tempo e coinvolge macchine antiche e arrabbiate.

Ci troviamo in un mondo alimentato da cristalli, essi provvedono al fabbisogno giornaliero, sia alimentare che non, di tutta la popolazione. All’improvviso qualcosa va storto e la popolazione di Costance va nel panico. In tutto il regno vi sono attivate delle misteriose macchine e seminano il caos ed è qui che inizia il nostro compito. Insieme ai nostri amici dobbiamo indagare sui fenomeni che stanno accadendo nel mondo e cercare di risalire alla causa.

Siamo in una landa abitata da umani e animali antropomorfi, bestie magiche ma anche robot. Le cittadine e i borghi sono popolati da vari NPC, possiamo interagire con loro e ogni zona è ricca di dettagli ed è piena di vita. Il nostro gruppo di amici è composto da sei personaggi carismatici, Moshang, Syl, Meta Edson, Opal e Alto. Questi ultimi tre sono gli alleati di supporto. Ogni personaggio ha la sua storia e i suoi obiettivi, che vengono a galla man mano che giochiamo.

Narrativamente parlando è allegro, le conversazioni sono buffe e ironici ma il filo conduttore di tutta la vicenda è intrigante e ci sono diverse chiavi di lettura possibili.

Costruzione

Nel gioco è presente una meccanica di costruzione, possiamo creare oggetti sui nostri tavoli da lavoro, possiamo ruotarli e posizionarli.

Combattimento

Il gioco ha dei combattimenti a turno con una certa timeline incorporata. Infatti l’ordine dei turni viene stabilito dalla posizione sulla barra in basso dello schermo, si cominicia da sinistra e man mano si va avanti verso quello di destra. Se utilizziamo un’abilità farà indietreggiare il turno di un tot di caselle, darà maggiore potenza alla mossa, un salto all’indietro più grande e viceversa.

Un pizzico di strategia non guasta mai, soprattutto nel decidere quale tecnica usare e tenere conto delle debolezze degli avversari. Ad esempio i massi magici infliggono più danni delle palle di fuoco ma il bersaglio èplotrebbe intrufolarsi e rispondere all’attacco prima del turno successivo.

Ci sono anche degli attacchi di gruppo, bisogna colpire la debolezza del nemico per accellerare il conto alla rovescia dello stagger, al termine di esso il nemico diventa vulnerabile.

Inoltre possiamo velocizzare le battaglie, non ci sono incontri casuali, frequenti checkpoint, scorciatoie e non veniamo penalizzati in caso di game over. La nostra salute si ricarica dopo gli scontri e abbiamo a portata di mano l’elenco delle missioni attive e i dialoghi ad esse correlati. La difficoltà nel gioco è abbastanza bilanciata, bisogna solo imparare le semplici meccaniche di gioco.

Cibo, equipaggiamento e creazione

L’esperienza che accumiliato viene acquisita automaticamene ai falò. Il cibo è un elementeo fondamentale, cucinato con i giusti ingredienti, acquistati o raccolti, aumenta i punti di salute della squadra in modo permanente.

Possiamo forgiare spille come equipaggiamento e creare oggetti, servono per potenziare le statistiche e i valori degli attacchi. Inoltre possiamo contribuire a costruire una cittadina, costruendo strutture, decorazioni, mura, recinzioni e vegetazione, ad empiendo alle richieste dei cittadini in cambio di varie ricompense.

Grafica

La grafica ha uno stile un pò datato, combina modelli poligonali disegnati a mano per gli ambienti e generosi sprite per i personaggi, tutto pieno di dettagli e ben animato. La colonna sonora è molto affascinante e orecchiabile, si sentono archi e strumenti a fiato e donano la giusta atmosfera al gioco. Terra Memoria – L’RPG ispirato al passato – Recensione

Conclusione

Terra Memoria è un’avventura adatta a tutti, un JRPG moderno che chiunque ama il genere amerà. Il team La Moutarde ha realizzato un’opera piena di carattere e nostalgica, moderna e apprezzabile. Il gioco conferma quello che vediamo nei trailer e nelle immagini, niente di più niente di meno. Il gioco non è difficile ed è alla portata di tutti, alcune delle idee che vengono presentate sono più apprezzabili di altre ma piacevole e davvero apprezzabile. Non posso non consigliarlo è un bel gioco con cui passare circa 20 ore del vostro tempo.

Terra Memoria – L’RPG ispirato al passato – Recensione

Giovanna

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.