RecensioneSwitch

Life Bubble, un’ avventura gestionale tra i pianeti della galassia – Recensione

Life Bubble, un’ avventura gestionale tra i pianeti della galassia – Recensione

Life Bubble è un videogioco pubblicato originariamente per i sistemi mobile iOS ed Android nella metà del 2023. Prodotto dall’ azienda Ristretto Studios e distribuito con il sottotitolo My Little Planet, è un gioco gestionale con elementi esplorativi e di avventura. I giocatori controllano un piccolo astronauta e devono conquistare pianeti pieni di risorse e di misteri.

La versione del gioco che vi presenteremo oggi è uscita sulla console Nintendo Switch il 26 aprile 2024. Questa riedizione è stata prodotta dallo studio Homa ed edita da QubicGames. Ringraziamo le due aziende per averci consegnato il codice del gioco e ci auguriamo che vi divertiate a leggere questa nostra recensione.

Tải game Life Bubble 65.1.0 MOD APK (Vô Hạn Tiền)

 

GAMEPLAY

Lo scopo del gioco è semplice: il giocatore deve muoversi per i pianeti esplorabili per completare delle missioni, che hanno anche dei premi in palio.  È anche possibile interagire con l’ambiente circostante.  Tuttavia ciò non significa che potrete andare liberamente in giro.

Se Life Bubble si chiama così, una ragione c’è. L’astronauta può muoversi solo all’interno di una piccola bolla d’ossigeno, che può essere ampliata soddisfacendo certi requisiti.  Vagare al di fuori della bolla è sinonimo di morte certa, vista l’inospitalità dell’ ecosistema.

Quindi bisogna dare conto alla sopravvivenza, raccogliendo risorse, affrontando bestie aliene e aiutando dei poveri astronauti smarriti. La base del gioco non è nuova. Letteralmente è la stessa di Terradome 3D, un gioco molto simile  sia nella struttura che nei temi delle ambientazioni.

Gli sviluppatori stessi hanno ammesso l’ispirazione verso quel gioco nelle descrizioni ufficiali del loro prodotto. Peccato solo che non ci siano cambiamenti fondamentali rispetto alla formula generale. Semplicemente il gioco non intende andare verso quella direzione.

Gli unici cambiamenti sostanziali consistono nelle risorse a disposizione e nei design dei personaggi e dei pianeti. In Life Bubble è possibile ottenere dei soldi spendibili negli store del gioco, dove è possibile comprare gli upgrade per la qualità della vita e molto altro.

I soldi possono essere ottenuti vendendo le risorse del gioco. Parliamo di gemme, cristalli, legna e molto altro. Tutti questi oggetti possono essere ottenuti tagliando la legna, distruggendo le pietre minerarie o uccidendo i nemici. Tuttavia in Life Bubble non esiste un vero e proprio inventario, il che rappresenta una grossa mancanza per un gestionale.

Al suo posto abbiamo una borsa che può contenere solo 34 risorse, un numero molto contenuto e che può essere aumentato solo con i successivi upgrade.  Una caratteristica del genere avrebbe avuto un senso se si considera l’attenzione verso il lato della sopravvivenza promessa dal gioco. Nonostante ciò, non c’è nulla che metta davvero alle strette i giocatori.

I nemici non sono così minacciosi. La loro IA ripete un semplice attacco in maniera incessante e può essere abbattuta senza problemi stando a distanza e aspettando che il personaggio controllato spari in automatico.  Nel complesso, il sistema di combattimento resta approssimativo in termini di meccaniche.

Life Bubble Gameplay Android Mobile

In Life Bubble è possibile anche pescare, costruire la propria navicella spaziale per l’esplorazione di altri pianeti, edificare strutture, tagliare funghi e molto altro. È anche possibile acquistare dei DLC dall’eShop per ricevere nuovi strumenti, ma questi non aggiungono qualcosa di attraente all’esperienza di gioco originale.

Dal momento che Life Bubble è un gioco mobile, non possiamo aspettarci un livello di rigiocabilità così alto. In massimo qualche ora lo completerete, anche se non è tanto questo il grosso problema di questo gioco. Con il tempo molte missioni tendono ad assomigliarsi e possono diventare ripetitive e stancanti. Questo rappresenta un grosso svantaggio.

Nonostante ciò, i controlli sono reattivi. Le azioni della pesca, degli spari, del disboscamento e della picconata sono automatici, ma i movimenti del protagonista o della visuale del gioco, di cui può essere cambiato lo zoom, non danno particolari problemi durante la loro esecuzione.

 

COMPARTO TECNICO

Life Bubble è un gioco con delle origini mobile. Di conseguenza, è inevitabile la basicità estrema dello stile artistico. Tuttavia, finché parliamo di un porting di un titolo di questo tipo, non c’è nulla di male. La presentazione è buona almeno nell’ ambito dei suoi standard nativi.

Le ambientazioni sono molto semplici negli elementi, ma sono sempre in linea con uno stile cartoon vivacemente colorato. Le ombre sono marcate in giuste misure, ma qualcosa in più per i dettagli dei fiumi sarebbe stato gradevole. Lo stesso dicasi per la scelta dei temi usati. Anche i personaggi del gioco sono semplici.

Possono essere ammirati senza problemi, anche se le loro animazioni legnose possono stonare un po’ il naso. Per il resto, le musiche sono poco memorabili e, spesso, martellanti. Sicuramente qualche tocco in più non avrebbe guastato.

La stabilità del gioco non è esente da gravi problemi. Infine va segnalato che Life Bubble è tradotto in italiano, anche se in modo imperfetto. Talvolta possono capitare errori di sintassi o legati al font, ma non in modo così frequente e frustrante.

CONCLUSIONI

In conclusione, Life Bubble è un gioco con delle buone promesse. L’idea di un gestionale basato su un altro gioco piccolo, ma interessante come Terradome poteva essere una grande idea. Specialmente se gestita bene assieme al fattore sopravvivenza dall’ ambiente circostante e alle missioni del gioco.

Peccato solo che Life Bubble non faccia nulla per distinguersi dal suo gemello e che, talvolta, possa risultare ripetitivo. Non è un brutto gioco, ma sicuramente ci aspettavamo di più. Se volete dargli una possibilità, lo trovate su Switch a 7,99 euro, un prezzo in linea con il basso budget produttivo del gioco.  Fino al 26 maggio 2024 è in sconto a 3, 99 euro.

 

 

Lorenzo Barbaro

Un giocatore avellinese incallito di classe '99. Amo giocare tutti i tipi di videogiochi (specialmente quelli hardcore). Ho iniziato a giocare tra il 2005 e il 2006. Sia i videogiochi che l'archeologia sono le mie passioni. 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.