Crea sito

Samurai Shodown – Recensione Xbox Series X

Samurai Shodown Recensione Xbox Series X.

Correvano gli anni 90′ e nelle sala giochi giochi di tutto il mondo si giocava a Street Fighter II e molti giochi targati SNK grande rivale di Capcom per sottrarelo sceltro di miglior beat ’em up arcade con titoli come The King of Fighters, Art of Fighting, Fatal Fury per citarne alcuni, nel 1993 arrivo Samurai Shodown primo beat ’em up all’arma bianca 2d (noto con il nome di Samurai Spirits in oriente).

Una volta avviato il gioco ci ritroveremo nel menu principale del gioco qui possiamo farci una idea di quello che SNK proprone ai suoi fan nel gioco è presente una modalità training che vi troietterà nel sistema principale del gioco, il Survival per passare al Time Trial per arrivare alla modalita storia e la modalità Online.

Roster

Il roster va a ripescare tanti lottatori della produzione dei capitoli precedenti SNK ritroveremo tantissimi volti storici della serie come Haohmaru, Nakoruru e Galford dove troveremo ben 16 lottatori e altri lottaori con i pass stagionali. Offre un catalogo di combattenti molto familiari ai fan della serie offrendo qualche nuovo personaggio. Possiamo affermare che questo nuovo capitolo della serie è una sorta di nuova partenza per la serie di SNK ma sono state riproposte le vecchie meccaniche ed  hanno deciso di andare sul sicuro senza azzardare andando a toccare un sistema perfetto.

Samurai Shodown è sempre stato un gioco dove precisi e potenti fendenti fanno la differenza ottenendo considerevoli quantita di punti ferita ai nostri avversari.

Il sistema di combattimento

Il sistema di combattimento inizialmente è semplice, Ogni personaggio ha un attacco leggero, uno medio e uno pesante. Ognuno di essi ha accesso a varie mosse speciali che cambiano in base a quale versione utilizziamo, leggera media o pesante. Essere colpiti da un attacco di qualsiasi genere fa male e ti farà perdere una parte considerevole di salute. I calci, invece, sono più veloci degli altri attacchi ma fanno meneo danni. Bloccare un attacco stordisce l’ avversatio. Più duro è l’attacco più a lungo restano storditi e abbiamo iù tempo di reagire. Quando ci difendiamo e blocchiamo un avversario possiamo spingerlo via e ripristinare la nostra posizione.

In questo modo subiamo meno danni da mosse speciali. Possiamo schivare ed evitare totalmente l’attacco, ma non è facile farlo. E la schivata comunque non ci protegge dalle mosse a più colpi, se riusciamo a prenderli alla sprovvista possiam colpire. Parando gli attacchi possiamo disarmare l’avversario e sferrare pugni a raffica. Per recuperare la loro arma devono essergli vicini e nel frattempo abbiamo il controllo. Ovviamente non è molto semplice, bisogna anticipare l’attacco e sbagliare tempismo vale a dire perdere un colpo e restare scoperti,ma se riusciamo ad impedire che recuperano l’arma è un enorme vantaggio per noi.

Inoltre possiamo anche afferrare un avversrio, e ottenere una breve apertura per poter sferrare il nostro attacco e infliggere danni.

Rabbia

Quando veniamo colpiti la barra della rabbia sale di livello, e così aumenta anche il ddanno s’attacco che infliggeremo. Inoltre cambiano le proprietà di alcune mosse speciali, con altri colpi e danni. Quando questa barra è piena possiamo eseguire la tecnica Blade Flip del personaggio, facendo danni enormi circa la metà della salute dell’avversoario verrà spazzata via) e lo disarmiamo. Possiamo usare anche questa rabbia per entrare nella modalità rabbia e afforzare tutti gli attacchi e accedere alla tecnica Lightning Blade in cui il nostro personaggio scatta contro l’avversario con la sua spada e ci saranno schizzi di sangue e tutto il resto. Ovviamente il danno che infliggeremo in questo modo dipende da quanta rabbia abbiamo nella barra quando la attiviamo. Possiamo attivarla con la pressione di tre tasti. Ovviamente attivare queste abilità rabbia richiede un consumo compleo della barra rabbia e non si riempie fino alla fine della partita. Se la usciamo con saggezza possiamo vincere diversi match. Per finire, ogni personaggio ha una mossa super speciale che infligge dei bei danni. Anche questa mossa può essere utilizzata solo una volta.

Il motore grafico

Il motore grafico del gioco fa il suo dovere con personaggi molto dettagliati. Tutti e 16 i personaggi sono egregiamente ben dettagliati da uno stile grafico e da colori pastello. Offre uno stile di gioco Iispirato ai più classici picchiaduro bidimensionali privo di spostamenti in profondita nell’arena di gioco.

Modalità storia

Una volta iniziata la modalità storia ci accorgeremo subito che SNK e rimasta molto attaccata al passato con un buon sistemata di combattimento che proviene da Samurai Shodown II. Si sono concentrati molto sulle meccaniche attacco-difesa e gestione delle distanze in questo modo non offrono, per forza, un cambattimento frenetico e da l’impressione di assistere veramente ad un combattimento tra samurai.

A mio parere la modalità storia è un pò povera nella narrazione dei vari personaggi, carattezati da dialoghi poco sufficenti, un vero peccato visto che negli ultimi anni la narrazione nei picchiaduro ha acquistato molto valore rendendo la storia molto più completa e godibile. Man mano che si prosegue (vedi Injustice o Mortal Kombat) nella modalità storia ogni personaggio vi intratterà per una buona mezzora, assicurando cosi una buona longevità cosa molto importante.

Modalità Dojo

La nuova modlità di gioco Dojo ci porta a combattere una serie di scontri sempre più difficili, dove i “Ghost” apprenderanno il nostro modo di combattimento una sfida che vi fara smadonnare di brutto. Più giochi, meglio il tuo fantasma ti imiterà e meglio sarà. C’è anche un’Ironman Challenge che ti mette contro 100 fantasmi.

Modalità Online

Ci siamo fatti massacrare di brutto nella modalità online che a parere nostro si è rivelata molto fluida con diversi regioni del mondo abbiamo riscontrato qualche piccola attesa per iniziare la partita. e sempre bello farsi massacrare da gente sconosciuta proveniente da qualsiasi parte del mondo. La modalità online completa di classifiche, partite casuali e partite classificate

Il Time Trial, il Survival e la Sfida:

In queste modalità dobbiamo affrontare in seguenza tutti i personaggi presenti nel gioco. Il gioco supporta anche battaglie locali contro computer e altri giocatori, la modalità Time Trial ti sfida a battere più personaggi che puoi il più velocemente possibile, con ogni vittoria aggiunge più tempo all’orologio. La modalità Sopravvivenza ti mette contro avversari fino allo sfinimento. Di gran lunga la più interessante è la modalità Gauntlet, in cui combatti tutti i personaggi del gioco in una serie di partite di un round. Vinci e avanzi, ma perdi e il gioco è fatto. È divertente e unico e la regola del round aumenta la tensione in ogni partita.

Conclusione

Tutto sommato  Samurai Shodown non è affatto male e di sicuro appasionerà gli amanti del genere. Ci sono varie modalità di gioco e la modalità online è molto interessante da giocare e anche devertente. Imprecazioni a parte.  Se avessero  inserito qualcosa in più nella modalità storia sarebbe stato di sicuro gradito. Graficamente è stato ben realizzato, personaggi molto dettagliati e colori molto gradevoli. Inizialmente la barra della rabbia non è stata facile da gestire ma poi con un pò di ragionamento sono riuscito a sfruttarla al meglio. Vi consiglio di non sprecarla perchè può risultare molto utile. Anche il sistema di combattimento è ben fatto e i tre tipi di attacchi non sono niente male lo stesso vale per le mosse speciali.

 

VOTO FINALE :

Francesco

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.