Nintendo contro la pirateria – Un’ altra vittoria per la casa giapponese!

Nintendo odia la pirateria. Questo è chiaro da decenni e lo è ancor di più dopo la faccenda che si sta riversando contro Gary Bowser, leader del gruppo di hackers Team Xecuters. Eppure, stavolta, abbiamo un altro caso: quello di Le Hoang Minh, un cittadino vietnamita denunciato nel 2020.

Il ragazzo, sotto il nome di Winmart, ha venduto senza licenza su Amazon dei RMC Loaders. In pratica dei dispositivi con cui gli acquirenti potevano hackerare le Switch e farvi girare dei giochi piratati grazie a dei software speciali.

Inoltre Nintendo lo accusa anche di aver abusato del Digital Millennium Copyright Act. Infatti la grande N gli aveva già tolto da Amazon i suoi prodotti, ma il giovane se n’è infischiato e ha risposto alle sue azioni con una contro-risposta di DMCA in cui dichiarava che la rimozione era dovuta solo a un errore.

Tutto questo è successo un anno fa e solo lo scorso 15 aprile è stata emessa la sentenza per il caso. Stando alla giuria del Tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale di Washington, d’ora in poi, Winmart non potrà più vendere alcun prodotto che eluda le misure di sicurezza della compagnia giapponese. Tutto ciò se non vuole ritrovarsi di nuovo nei guai.

Quindi che dire…. Un’ altra vittoria contro i pirati è stata raggiunta da Nintendo e tutto ciò si deve ai suoi rappresentanti legali.

 

Fonte

 

 

Lollo

Videogiocatore sin dal 2007, a partire dal Nintendo DS, curioso, ingenuo, ma simpatico. Oltre all'hobby per i videogiochi, che ho sempre considerato un' arte,m' intendo di archeologia, sono stato boy scout per 8 anni e aiuto nel tempo libero gli amici. Una vita faticosa la mia, ma assai meritata.