Crea sito

Little Town Hero di Game Freak- Recensione

Little Town Hero RPG sviluppato da Game Freak è distribuito da Rainyfrog, uscito 17/10/2019, fù presentato lo scorso anno al Direct Nintendo, la casa produttrice è associata a vari titoli di un certo spessore tra cui l’adorato Pokemon.

Little Town Hero

STORIA

Little Town Hero, il giovane Axe e i suoi amici sono degli abitanti di un piccolo paese sovrastato da un gigantesco castello perlato, residenza dei più valorosi guerrieri del regno. I guerrieri garantiscono protezione agli abitanti da attacchi di mostri ma in cambio nessuno può lasciare il villaggio che è circondato da un cancello invisibile accessibile solo nel castello.
Il nostro giovane eroe non accetta di essere confinato nel villaggio, vorrebbe vedere cosa c’è nel mondo esterno e vuole scoprire cosa si cela dietro il patto fatto anni addietro coi guardiani che li obbliga a non uscire dal villaggio.

Little Town Hero

MECCANICHE DI GIOCO

Little Town Hero ha delle meccaniche di gioco particolari, ha una struttura sostanzialmente ibrida che nei vari turni avanza proponendo una tipologia di scelta di solito riservata ai giochi di carte. Infatti nel gioco sono presenti delle carte chiamate “Izzit” che rappresentano le mosse effettuate in quel determinato turno.

IZZIT E DIZZIT

Ognuno dei due contendenti ha a disposizione tre vite ovviamente vince chi toglie prima le vite all’altro, ma per farlo bisogna distruggere tutti gli “Izzit” e i “Dazzit“(izzit attivi nel turno) dell’avversario. Ricordiamo inoltre che ognuno di questi ha un valore sia di attacco che di difesa, durante la collisione viene effettuato un calcolo di differenza tra il valore dell’uno e dell’altro e verra distrutto il Dizzit se il valore scende a zero. Una volta eliminati i dizzit dell’avversario entreremo nella “Chance Turn”, dove avremo l’opportunità di attaccare la salute dell’avversario con un izzit rosso.

Se non possediamo l’izzit di attacco otterremo un “Break Point“, punti speciali che ci servono per portare via gli izzit distrutti ed effettuare dei cambi. I Dizzit sono di tre tipi e si dividono per colore. I rossi sono per l’attacco e possono essere utilizzati una volta sola per ogni turno, se non vengono distrutti. I gialli sono di difesa finchè il valore di difesa non scende a zero. I blu sono effetti di supporto, che vengono attivati per attacchi multipli, aumento statistiche o per cancellare i potenziamenti degli avversari. Ma questo lo capirete meglio giocando, perchè spiegarlo in poche righe e riduttivo e più complicato da capire.

Little Town Hero

STRATEGIA

Gli Izzit che possono essere resi attivi sono limitati da un numero che incrementa ogni tre turni, e quindi andrà crescendo combattimento dopo combattimento. Nelle prime fasi avremo pochi colpi e quindi bisogna ragionare bene per non essere battuti. Ma anche qui un pò di fortuna non guasta. Condurre una buona partita potrebbe non servire se non abbiamo l’aiuto degli izzit che possediamo, anche se potremo riprenderci durante la partita, infatti spesso ci toccherà riprenderci ehehe. Purtroppo non possiamo controllare il nostro mazzo ad inizio partita, ma potremo usare i punti che guadagnamo con le battaglie per potenziare gli effetti e i valori di attacco e di difesa dgli Izzit.

BP

Raccogliere BP è fondamentale e altamente strategico, solo cosi potremmo avere l’izzit necessario al momento giusto, ma non possiamo abusare di questa opportunità infatti maggiori saranno i BP usati, maggiori saranno quelli richiesti per eseguire nuove azioni. Occhio a non spenderli tutti! Gli amici possono attaccare direttamente i nemici, potenziare i nostri Dizzit o mixarne 2 dello stesso tipo fra di loro. I cittadini possono fornirci dei suggerimenti sui nostri avversari, che si trasformeranno in izzit monouso.

BARILI ED EXTRA

Sparsi per il villaggio possiamo trovare dei barili esplosivi, cannoni e galline che possono aiutarci durante i combattimenti, infatti ognuno di essi ha il suo effetto di attacco da sfruttare con l’apposito dizzit.
Ricordo in oltre che non possiamo muoverci come vogliamo ma dobbiamo attendere l’esito del lancio del dado, possiamo raggirare questo vincolo durante le battaglie usando delle mosse che ci consentono di scegliere dove fare la nostra sosta. Quando non siamo in battaglia possiamo andare in giro nel villaggio, anche se in questo titolo l’esplorazione passa in secondo piano. La trama è molto semplice e come abbiamo già detto si lascia seguire per tutta la durata del gioco , circa 30 ore).

PASSATEMPI SECONDARI

Sono presenti anche dei passatempi secondari, quest che ci permettono di guadagnare punti Eureka extra e di sbloccare dei vantaggi, nuovi personaggi assist, nuovi izzit o qualche caratteristica del nostro Axe. Vi consigliamo di partecipare a queste quest visto che arrivando al penultimo capitolo non potremo tornare indietro e una volta completato il gioco potremo ricominciare solo da uno dei salvataggi precedenti al boss finale.

CONCLUSIONE

Il campo visivo non è molto espansivo e non è un granche a livello di frame rate che purtroppo calano durante l’esplorazione, ma la vena artistica non viene intaccata da questo calo soprattutto per quanto riguarda i mostri. Little Town Hero si lascia giocare in modo molto piacevole, non stanca, anche durante le battaglie che durano vari turni, peccato che non si possa personalizzare ancora di più.

Il sonoro è ottimo realizzato da Toby Fox, autore di Undertale.A mio modesto parere è un titolo piacevole e originale che potrebbe sorprendervi per svariate ore di gioco. Little Town Hero riesce a convicerci anche per quanto riguarda il design di personaggi e mostri, la realizzazione della città e della mappa estesa.Fa anche buon uso del cel-shanding che ggrazie alle texture colorate e i bordi marcati riesce a disperdere i difetti del gioco.

Ricordiamo in oltre che il titolo offre la localizzazione giapponese ed inglese.

VOTO FINALE :

NextPlayer

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.