PS5Recensione

WRATH: Aeon of Ruin – Un affascinante titolo sparatutto – Recensione

WRATH: Aeon of Ruin – Un affascinante titolo sparatutto – Recensione

Il 2024 continua ad accogliere diversi titoli di differente genere che escono anche dal florido mercato del PC. Basti pensare che molte produzioni dopo il periodo di accesso anticipato su PC vengono pubblicate successivamente in maniera ufficiale anche su console.

In questa circostanza ci accingiamo a recensire per voi niente meno che Wrath: Aeon of Ruin, produzione sviluppata dal team Slipgate Ironworks in collaborazione con KillPixel e pubblicata dal noto publisher Fulqurum Publishing.

WRATH Aeon of Ruin

Questa release inizialmente era stata rilasciata in accesso anticipato su PC lo scorso 22 febbraio 2019 riscuotendo un discreto successo tra gli appassionati del genere. Dopo diversi anni, ecco che torna alla ribalta con la pubblicazione ufficiale su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series S/X, Nintendo Switch e PC. Tale release è acquistabile dal 27 febbraio 2024 in formato digitale.

Un’avventura galvanizzante

In questa affascinante produzione, vestirete i panni del misterioso Outlander, un’intrepida anima in pena incaricata di effettuare una missione all’apparenza suicida ovvero eliminare i Guardiani del Vecchio Mondo. Un incipit narrativo abbastanza blando se così possiamo definirlo, ma allo stesso tempo in linea con il tipo di esperienza che andrete a vivere.

WRATH Aeon of Ruin

Il team di sviluppo non ha voluto svelare ulteriori dettagli sulla narrativa di questo titolo, e anche noi vi lasciamo con la dovuta sorpresa visto che la struttura della storia è solamente un pretesto per assaporare al meglio questo galvanizzante e sorprendente titolo, che a distanza di anni finalmente vede la sua pubblicazione completa sia su console che su PC.

WRATH Aeon of Ruin

Noi contro tutti

Spostando sul versante del gameplay, punto di forza di tutta la struttura del titolo, Wrath: Aeon of Ruin è una sorprendente produzione di stampo sparatutto che si ispira chiaramente allo storico franchise di Quake. I rimandi, come potrete constatare sono chiari fin dai primi istanti di gioco. La struttura di gioco come è naturalmente in prima persona, e potrete contare su un discreto arsenale di armi tutte da scoprire.

WRATH Aeon of Ruin

Il team di sviluppo ha introdotto anche una specie di tutorial pensato appositamente per coloro che non sono molto avvezzi a questo genere di esperienze. Oltre alle armi da fuoco, immancabili per titoli cosi, il nostro protagonista potrà sfruttare al meglio anche una potente lama da polso che gli consente di compiere dei balzi a dir poco straordinari.

A livello di longevità, il titolo è piuttosto soddisfacente anche se nel complesso tutta l’esperienza vanta 15 livelli totali divisi in diverse location. Infine, come avrete avuto modo di vedere, il titolo è localizzato in inglese e non italiano, scelta che non ci ha sorpreso visto che la lingua del nostro paese non era disponibile neanche in accesso anticipato.

Difficoltà e nemici

Per quanto concerne i nemici, gli sviluppatori hanno svolto un ottimo lavoro nel proporre al giocatore una sfida galvanizzante già dalle prime ore di gioco. Naturalmente la difficoltà è abbastanza elevata anche se si affronta il titolo a modalità facile.

Tale scelta però non ci stupisce affatto, visto che molti titoli di questo genere adottano un approccio di questo stile. Tornando a parlare dei nemici, lo stile è davvero unico e riprende vecchi classici degli anni 90 come il celebre Quake, come sottolineato precedentemente vista la chiara ispirazione mai nascosta dal team di sviluppo.

Comparto tecnico promosso a pieni voti

In fase di recensione abbiamo avuto modo di testare il titolo su PlayStation 5, e non ci ha deluso affatto. Naturalmente, Wrath: Aeon of Ruin non è un’esperienza esosa in termini prestazionali ma al tempo stesso gli sviluppatori hanno svolto un lavoro soddisfacente nell’ottimizzarlo al meglio su PlayStation 5.

I caricamenti e le performance in game sono piuttosto buono, in linea con altri titoli di questo genere immortale. La localizzazione del titolo è completamente con sottotitoli in inglese ed è sprovvista come abbiamo sottolineato precedentemente dell’italiano. Infine, sul versante del sonoro abbiamo potuto sentire diverse tracce di ottima qualità, che si amalgamano perfettamente con lo stile adottato da questa release.

Conclusione

Wrath: Aeon of Ruin è una produzione brillante, che vi terrà incollati allo schermo per diverse ore. Se siete amanti di questo genere immortale e volete divertirvi in un’esperienza galvanizzante già dalle prime ore, il nostro consiglio è di non farvi assolutamente scappare questo affascinante titolo.


Tsubasa

Alessandro, in arte Tsubasa88. Intorno ai 10 anni riceve a Natale da sua nonna come regalo un Game Boy Pocket con Super Mario Land. Fan dalla prima ora di Super Mario, per tutta la sua vita Nintendo ha rappresentato un'autentica passione proseguita con il NES, continuata con il Super Nintendo e Nintendo 64, senza dimenticare le console portatili Game Boy Advance e arrivando ai giorni nostri con il New Nintendo 3DS XL insieme all'immancabile Nintendo Switch. Segue fin da piccolino anche tutto il mondo PlayStation e ama franchise del calibro di Final Fantasy e Kingdom Hearts.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.