Hellmut: The Badass From Hell RECENSIONE.

Hellmut The Badass From Hell dagli Sviluppatori: Volcanicc Editore, Grindstone mania dei roguelite sparacchini, solitamente accoppiati ad un po’ di sano bullet hell, è stata una discreta moda nel mondo indie.                                                                                                                      Si inserisce in questo filone, cercando però di estremizzare la formula base di gioco, proponendoci un inferno di proiettili velocissimo e dalla difficoltà punitiva.

UCCIDIAMOLI TUTTI.

“Hellmut The Badass From Hell” è un dungeon Crawler con elementi bullet hell, con personalità da vendere. Un indie che mostra i muscoli, con una promessa tanto stramba e molto diventente.                    Il filmato di apertura mostra uno scienzato nell’atto di aprire le porte dell’ inferno, evocando quello che sembra essere satana in persona.

Tenendo fede alla tradizione quest’ultimo decide di comportarsi da bastardo per il satanasso che è, e sguinzagliare tantissime ondate di demoni distruttori, uccidendo il povero scienziato viene in nostro auito un mostro ciclopico, chiamato occhio di KA-RA, questi ci riporta in vita sotto forma di un teschio fluttuante e ci offre la possibilità di recuperare il nostro vecchio corpo, chiedendoci di sterminare quanti più demoni possibile.

LA STORIA.

Nel corso delle missioni potremmo impossessarci di altre creature, in quanto la forma scheletrica risulta piutosto debole in battiglia, durante il tutorial iniziale ci viene illustrato come indossare gli involucri di carne recuperati dai nemici.

Durante la nostra avvendura in Hellmut The Badass From Hell ci vengono proposti decine di corpi da controllare, con armi ed abilità esclusive. Dall’uomo topo al guerriero vichingo ed altre creature strambe quanto utili alla nostra sopravvivenza.                                                                                                                 Hellmut è un gioco rivolto principalmente  per gli appassionati del pixel art, con un meraviglioso comparto grafico vecchia scuola 8bit e con una bellissima colonna sonora rochettara, che si sposa perfettamente con il gioco, il tutto gestito con una camera isometrica.

ARMI & ARMATURE.

Saremo comunque in grado di raccogliere armi da terra ed equipaggiarli,  pertanto la varietà non manca di certo ma si avverte l’assenza di una terza skill, magari una schivata o uno scatto che consente di evitare le orde di proiettili che ci arriverranno contro durante il gioco.                                                                 Spesso e volentieri lo schermo si riempirà completamente di sfere multicolore, lanciate dai demoni mortali che è preferibile evitare se ci riuscite.                                                                                                            Hellmut ha una struttura procedurale e la permadeath ad ogni game over dovremo ricominciare dal primo livello (ce ne sono circa 20), senza gli equipaggiamenti recuperati in precedenza.

HELLMUT MOSTRUOSAMENTE CATTIVO.

Ogni piano dei dungeon in Hellmut si compone in modo similare agli altri scenari, con stanze piene zeppe di mostri da sterminare a più non posso, in Hellmut troveremo un negozio dove acquistare medikit, armi e potenziamenti vari per potenziare al massimo il nostro eroe, avremo modo di affrontare alcune sfide a tempo che se le supereremo vinceremo dei mutanti omaggio, da usare subito dopo la run successiva. Teniamo presente che a inzio partita potete sceglierne soltanto uno, man mano si va giocando si bloccheranno altri personaggi da usare.

NEMICI & BOSS.

Dal canto loro non vantano poteri particolari si limitano solamente a spararci contro, come se non ci fosse un domani, una valanga di proiettili a parte qualche piccola kikka non troverete nulla di nuovo rispetto alla concorrenza, ma il titolo è veramente divertente e con tantissimi momenti veramente frustanti, causato dall eccessivo caos sullo schermo e dall’impossibilità di sopravvivere, a meno di voler procedere a passo di lumaca e tornare prontamente alla stanza precedente non appena i nemici inizieranno ad apparire.

PREZZO Nintendo Switch: 29,99€

Caratteristiche uniche:

Roguelike: combatti, muori, riprova. I mostri raccolti ritardano la tua morte.
Trasformazione: scambio di corpo tra mostri raccolti
Transformation Wheel: cambio corpo dinamico all’interno del gioco
Livelli e boss generati casualmente – Non giocare mai allo stesso gioco
Combattimenti con i boss: ottieni ricompense speciali e aggiungi nuove trasformazioni alla tua collezione!
Fai bottino, acquista e equipaggia – Ammassa pietre dell’anima, monete, oggetti, armi e acquista nuove attrezzature


Ambienti multipli -Swers, Caves, Castles e persino Hell in sé!
Sfide – Le sfide nascoste ti portano a maggiori poteri.
Modalità Coop Gauntlet locale per due giocatori: gioca con il tuo amico e sfida le orde in arrivo
Gioca alla modalità Torneo – chi può sopravvivere più a lungo durante la festa?
Invaders from Hell minigame – gioca un’antica macchina arcade a gettoni nel negozio e sconfiggi gli Invaders dall’inferno spietati
Pixel Gore: osserva un folle livello di sangue

 

 

Francesco

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.