Crea sito

Rush Rally 3 – Recensione

La serie Rush Rally approda su Nintendo Switch con la terza versione della serie proponendo un’alternativa ai simulatori di rally più famosi e conosciuti. Una premessa deve essere fatta; sulla nostra consolle ibrida si possono contare sul palmo delle nostre mani i simulatori di rally; quindi ogni produttore e sviluppatore che decide di affacciarsi sul sistema switch e ben accetto soprattutto per gli amanti del genere. Il produttore britannico Brownmonster ha di fatto importato questo titolo da Android/iOS su Nintendo Switch.

Vediamo insieme se RUSH RALLY 3 sia effettivamente riuscito a fare centro.

 

Il gioco

Avviando il gioco possiamo subito notare il menù con una un cursore a forma di manina che ci farà selezionare la modalità con cui preferiamo iniziare. Il gioco offre un parco auto di 15 vetture che vanno progressivamente sbloccate incamerando crediti, i nomi delle autovetture sono delle brutte copie delle originali e leggendole mi hanno fatto sorridere. La valuta di gioco si ottiene guidando tra i tracciati, ma vincendo le medaglie si sbloccano dei bonus che tornano molto utili per ampliare il proprio garage in tempi più rapidi. Il denaro accumulato va impiegato per l’acquisto delle nuove auto ma anche per personalizzare o potenziare il proprio veicolo con vari interventi di meccanica e sulla carrozzeria. Nel primo caso si possono effettuare interventi a tutta la parte meccanica. Si comincia dal cambio degli pneumatici al motore, poi si passa alla maneggevolezza, il sistema di trasmissione, il telaio e le sospensioni. Per la parte esteriore della nostra auto possiamo scegliere se applicare adesivi degli sponsor, scegliere il colore dell’auto o lo stile dei cerchi in lega.

I circuiti disponibili sono ancora una volta 72. Sono inoltre presenti variabili come l’alternanza tra orario diurno e notturno e superfici miste tra cui asfalto, ghiaia, sterrato e neve. L’approccio in pista varia anche a seconda dell’inquadratura selezionata, che adesso comprende anche la prospettiva posizionata direttamente all’interno dell’abitacolo. Oltre alla partita veloce, del Giro di Fuoco e della modalità Rally Cross che ci mette in competizione con altri cinque avversari controllati dall’intelligenza artificiale, è stata introdotta la sezione dei Giochi di Abilità.

In questo caso si viene messi alla prova con un totale di 18 sfide dalla difficoltà crescente. Gli incarichi sono abbastanza svariati, prevedendo ad esempio di farsi largo su una strada trafficata, evitare aree dove sono in corso dei lavori, inanellare porte e raccogliere bombole di nos per aumentare la propria velocità. In alternativa c’è pur sempre la modalità Carriera, dove partendo dal campionato Rally Junior bisogna farsi strada nelle competizioni Dilettanti e Semi-Pro fino a diventare il campione del mondo del Campionato Rush Rally. Gli eventi sono distribuiti su un piccolo mappamondo dove viene indicata la meta desiderata tra molteplici location sparse per il globo, mentre sulla sinistra della schermata sono consultabili i punteggi della classifica generale. All’occorrenza RUSH RALLY 3 prevede di partecipare anche a sfide multiplayer sia via internet che in locale, esclusivamente in modalità Rally Cross.

Controlli

Sulla nostra consolle ibrida i comandi si differenziano dipendentemente dal controller utilizzato. Nel caso si usasse il Pro controller possiamo dire che i comandi sono precisi e fluidi. Per ogni singola manovra riusciamo a manovrare la nostra auto molto bene. Purtroppo non si può dire la stessa cosa nel caso usiamo i nostri joy-con. Qui la situazione cambia, comandi non precisi, difficolta nelle manovre a meno che non s’imposti la modalità assistita dove l’auto va quasi da sola praticamente. Nel menù impostazioni si potranno scegliere le varie opzioni e settaggi che più piacciono fino ad arrivare ad una buona fruizione dei comandi per permetterci di giocare al meglio delle nostre possibilità. C’è la possibilità di sfruttare giroscopio ed accelerometro nel caso vogliate controllare la vostra auto come se aveste un volante tra le mani. Nella modalità portatile si poteva qualche sforzo in più per ottimizzare l’esperienza di gioco.

Porting pessimo

Siamo di fronte ad un titolo di tutto rispetto, buone meccaniche di gioco, svariate modalità di gioco, obiettivi molteplici e molte sessioni di gioco diverse. Il gioco rally perfetto si potrebbe dire. Assolutamente sì, ma questo nel mercato mobile, non su una consolle come Nintendo Switch. Non è stata fatta nessuna modifica dal gioco originale Android/iOS e questo mi fa storcere il naso.

La grafica del gioco è davvero sotto la media. Alla partenza possiamo notare gli uomini o i fotografi che sembrano delle sagome immobili, senza vita. Anche ai lati delle nostre piste gli alberi sono tutti identici ed il paesaggio è davvero scarno e senza particolari. Ai giorni d’oggi non si può davvero proporre un gioco rally così sulle nostre console. Fastidioso anche il menù stesso con la stessa traccia audio a ripetizione e la selezione indecente della manina che puntualmente non va mai dove si vuole. Se malauguratamente vi distraete per 30 secondi quando si è nel menù principale alla fine del countdown parte un esempio di gara il cui caricamento dura 32 secondi cronometrato. Quindi dovrete attendere 32 secondi più il rientro nel menù per poter rigiocare (davvero frustante). Dopo tutto ciò ce da dire solo un’ultima cosa; io mi sono divertito giocando a RUSH RALLY 3 (il che è tutto dire rispetto a ciò che ci si presenta di fronte).

Conclusioni

RUSH RALLY 3 è un titolo di gioco con molte idee, svariate modalità di gioco e personalizzazioni. Purtroppo non è stato fatto nessuno sforzo nel porting da mobile a Nintendo Switch. Il verdetto finale: RUSH RALLY 3 è un campione sui nostri dispositivi mobile ma su Nintendo Switch non raggiunge la sufficienza.

 

RUSH RALLY 3 è disponibile sull’ e-shop dal 23/12/2019 al prezzo di 14,99€

VOTO FINALE :