Mark Cerny svela i segreti hardware di PS5 in un nuovo video.

Mark Cerny svela i segreti hardware di PS5 in un nuovo video. Mark Cerny , il principale architetto di sistema di PS5, ha spiegato il processo di creazione della console in un nuovo video. Mark si è seduto con Wired per discutere del suo ruolo nella creazione della PS5 e nel dare vita ai suoi sistemi. Il video offre una panoramica del processo di pre-produzione di PS5, nonché il feedback che il team ha ricevuto dalla comunità di sviluppo del gioco.

Cerny ha detto:

“Ricevevamo richieste per un SSD fino a PlayStation 4 . In particolare, Tim Sweeney , che è il visionario fondatore di Epic Games , ha affermato che “i dischi rigidi stavano frenando l’industria””

“Su PlayStation 4 il viaggio veloce può ottenere qualsiasi cosa, a seconda del gioco, da 15 secondi a un minuto. Su PlayStation 5, molto più veloce, da una frazione di secondo a pochi secondi. Ciò significa che non ci saranno più corse in metropolitana in Marvel’s Spider-Man, il che è davvero un peccato, mi piacevano quelle corse in metropolitana”.

Continua…

“La compatibilità con le versioni precedenti è difficile perché ci sono centinaia di funzionalità GPU essenziali in PlayStation 4 su cui fanno affidamento gli sviluppatori e, affinché i loro giochi funzionino perfettamente su PlayStation 5, ognuna di queste funzionalità deve essere inclusa correttamente. Dobbiamo anche isolare i giochi dalle nuove funzionalità di PlayStation 5. All’inizio c’è stato un caso in cui abbiamo lanciato un gioco per PlayStation 4 che ha venduto milioni di copie su PlayStation 5 e abbiamo scoperto che il personaggio del giocatore stava improvvisamente correndo troppo velocemente.”

“Quello che stava succedendo era che la potenza di PlayStation 5 si stava traducendo in un frame rate più elevato e ha rotto il gameplay. Quindi, per correggere quel bug, abbiamo dovuto inserire delle manopole che ci permettessero di stabilire quante prestazioni poteva gestire quel gioco”.

Più avanti nell’intervista, Cerny elogia i nuovi aspetti tattili utilizzati per lo sviluppo del controller DualSense e l’impatto che hanno sui giochi.

“Il mio momento preferito in Ghost of Tsushima è quella sensazione quando cavalchi il tuo cavallo e puoi davvero sentire la differenza tra galoppare su terra, fango o pietra.”


Giovanna

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.