Crea sito

Dead or School- apocalisse zombi-Recensione

 

Dead or School, sviluppato originariamente dallo studio indie Nanafushi, arriva su PS4 e Nintendo Switch  grazie a Marvelous Inc. è un mix di generi platform, all’hack’n’slash, al metroidvania, con un pizzico di run and gun.

STORIA

Dead or School:Il mondo viene infettato da un virus e la popolazione si trasforma in mostri sanguinari che si cibano di carne umana.E con l’aumento degli infetti comincia una guerra tra mostri e umani. Gli umani soppraffati dai mostri si nascondono sotto terra per 78 anni, nel sistema della metropolitana di Tokyo, dove ora escono da una miserabile, oscura vita. Proprio come in “Metro”, il protagonista ha anche un desiderio e una curiosità di vedere il mondo di superficie e inizia una ricerca per farlo. A differenza di Artyom di Metro, tuttavia, la protagonista di Dead or School, Hisako, vuole vedere la superficie in modo da poter indossare uniformi scolastiche e andare a lezione con i suoi amici. È pensato per essere sciocco e ridicolo. Una ragazza che corre attorno a un sistema di metropolitana con una minigonna e una camicetta facile preda degli artigli di uno zombi.

Prefazione

Il viaggio di Hisako dai sotterranei di Tokyo fino alla scuola in superficie si svolge attraverso dei livelli distinti e separati, con obiettivi e sottomissioni da completare per proseguire e alla fine dei quali bisogna affrontare un boss. Ogni livello ha il nome di una stazione della metropolitana di Tokyo, Hisako e gli altri sopravissuti, vivono all’interno di un treno riconvertito,che usano per spostarsi da una parte all’altra.

SCOPO

Lungo la strada, Hisako cerca di salvare le persone in difficoltà e lentamente un folto gruppo di personesi unisce a lei per aiutarla nel suo viaggio verso la superficie. Meccanicamente, questo dà a Dead or School una struttura simile a Metroidvania, per cui alcune aree sono bloccate fino a quando non salvi una persona che può liberare il percorso per te. Più precisamente, però, la struttura consente a Hisako di agire come una vera airhead alla ricerca ingenua per andare a scuola e per lei in qualche modo reclutare un gruppo di persone per unirsi a lei per questa assurdità. Non è affatto una grande narrazione, ma è divertente e affascinante nel modo in cui si cela nelle sue sciocchezze.

OMAGGIO ALL’HORROR

Tematicamente, Dead or School è chiaramente un omaggio allo stesso cinema horror di livello B che ha ispirato titoli come Onechanbara e School Girl / Zombie Hunter. L’abbigliamento di Hisako si strappa in ogni modo feticistico che potresti immaginare mentre subisce danni, ci sono anche le scene obbligatorie in cui un personaggio viene catturato o intrappolato ed è difficile dire se lo zombi sta cercando di mangiargli il cervello. È trash, ed essendo così autocosciente e satirico qui come lo è in quei titoli D3, generalmente riesci a cavartela divertendoti.

INCOERENZA

Detto questo, Dead or School ha anche un tono incredibilmente incoerente, e questo è un pò deludente. Questi sono giochi 3D e, come tale, ogni fotogramma è pieno di sfruttamento sessuale. Proprio come i libri del Marchese De Sade non sono banali al 90 %  il 10 % è un eccesso esplosivo, che ti apre gli occhi, e invece ti colpiscono ripetutamente sopra la testa, la coerenza tonale è fondamentale in questa particolare sottosezione del mondo dell’arte, al fine di mantenere un tono sia estetico che tematico. A paragone, le cose a scorrimento laterale 2D di Dead or School sono quasi completamente stantie. I modelli dei personaggi sono piccoli e semplicemente animati e molto carenti nei dettagli.

ARMI

Hisako ha a disposizione tre armi: un’arma da mischia, una mitragliatrice e un’arma esplosiva. Mentre esplora spesso dovrà abbattere un paio di ondate di nemici usando una combinazione di queste armi. La personalizzazione e il potenziamento delle armi è incredibilmente complesso. Hisako ha un albero di abilità limitato da personalizzare mentre sale di livello. Le armi hanno tutti i tipi di effetti che possono essere applicati usando i materiali e il bottino che troverai lungo la strada .

Dovrai anche padroneggiare tutti i tipi di armi, perché ognuno ha un punteggio di durabilità e i punti di salvataggio (in cui viene ripristinata la durabilità delle armi) sono generalmente abbastanza distanti tra loro da non poter contare su un singola arma per tutto il tempo.

AGILITA’

Hisako è anche un personaggio molto agile, che è utile per le battaglie contro i boss e i modelli di attacco che hanno, ma bisogna stare attenti, perché non ci vuole molto perché la sua salute si riduca e la sua uniforme venga strappata a brandelli e vi sarà molto utile il generoso sistema di checkpoint.

NEMICI

Anche la varietà nemica è davvero eccezionale, il che mi ha aiutato a superare i momenti più banali. I boss possono essere giganteschi e riempire lo schermo di attacchi pirotecnici pesanti. I nemici regolari sono pericolosi solo nei mob (e hanno una terribile IA per sostenerlo). Mentre esplori ti imbatterai anche in occasionali “potenti” nemici, che tendono ad essere sia veloci che mortali. La varietà nemica aiuta a compensare la mancanza di varietà negli ambienti. Vedrete decrepiti centri commerciali sotterranei e occasionali zone fuori terra. Per catturare l’estetica giapponese, ma c’è una generale mancanza di personalità nel mondo di Dead or School. È troppo chiaramente una serie di livelli arbitrari che sono stati progettati per piattaforme e azioni, piuttosto che un esercizio di costruzione del mondo.

OSSERVAZIONI

La grafica non è il massimo confrontandola con le console di ultima generazione ma non è niente male. Ambientazioni sono in 2.5D, Hisako è realizzata con uno sprite animato in 2D, i mostri sono realizzati in 3D cosi come alcuni elementi ascensori e piattaforme. La telecamera è messa molto lontana dalla scena di gioco.

Il titolo è dotato del solo doppiaggio in Giapponese, con traduzione in inglese dei testi. Le musiche forniscono un sottofondo adeguato alle atmosfere di gioco, variando da zona a zona.  Dura circa 20 ore piu un altra decina di ore per completare gli obiettivi secondari.

Dead or School era gia disponibile sul Nintendo eShop Europeo. Sviluppato dallo Studio Nanafushi

 

VOTO FINALE :

NextPlayer

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.