Clockwork Aquario – Recensione

Clockwork Aquario – Recensione. Clockwork Aquario ci sono voluti ben 27 anni per vederlo e alla fine è arrivato. Strictly Limited Games e ININ Games sono molto entusiasti di presentare il nuovo, per cosi dire, gioco che è disponibile su Nintendo Switch e Playstation 4.

Lo sviluppo di questo gioco è iniziato nel lontano 1992 ed è l’ultimo grande platform sviluppato dai ragazzi di Westone. Originariamente progettato dal capo editore e co-fondatore di Westone, Ryuichi Nishizawa. Possiamo definirlo come lultimo canto del cigno di una grande società, pietra miliare di storici e gloriosi giochi come la serie Wonder Boy / Monster World.

Clockwork Aquario

Inziamo subito col dire che Clockwork Aquario è un platform a scorrimento laterale vecchio stile. Incredibilmente colorato, come non mai e con una pixel art iper dettagliata come accadeva nel 1990. In questa nuova versione hanno lavorato il chief programmer Takanori Kurihara, il compositore Shinichi Sakamoto nonché Ryuichi Nishizawa in persona. Offrendo ai nuovi e vecchi giocatori quel sapore dei tempi andati. Una piccola perla d’arte in 2D dove possiamo trovare cuore ed anima dei programmatori usati per restaurare questa perla del passato.

Iniziamo col dire che buona parte della struttura e dei contenuti sono quelli originali nati nel 1992. Sono stati integrate nuove aggiunte ed adattamenti, che ovviamente non hanno stravolto lo stile originale del gioco.

Nel gioco i  giocatori possono scegliere tra tre diversi personaggi, ognuno con il proprio set di mosse individuale. Huck Londo, un  cacciatore di fantasmi, Elle Moon, la coraggiosa avventuriera amica di Huck e Gush, un robot gigante senza paura.

Clockwork Aquario, come abbiamo detto, è un semplicissimo  gioco di avventura a scorrimento laterale con grafica e pixel art. Siamo già abituati da anni a questo genere con i tantissimi giochi  indie che abbiamo apprezzato ed amato. Il gioco utilizza meccanismi semplicissimi e controlli a due bottoni, come accadeva nel ’90. Nulla di particolarmente complesso, salti e colpisci. Inoltre i giocatori potranno  scegliere il loro personaggio preferito, sia in single palyer che in modalità co-op, per combattere in battaglia allegramente con un amico o con vostro figlio.

Nel gioco non facciamo altro che camminare, saltare e colpire i vari mostriciattoli che incontriamo. E’ un continuo salta, colpisci e prosegui fino ad arrivare al traguardo. Alla fine di ogni livello ci sarà un boss ad aspettarci e darci il benvenuto. La colonna sonora, realizzata da Shinichi Sakamoto, leggenda di Westone, è per me la ciliegina sulla torta di un pacchetto che hanno venduto bene, per gli appassionati del genere con tanta nostalgia per il passato.

Personaggi

I personaggi che controlloriamo nel gioco Huck, Elle e Gushi non hanno nulla di diverso l’uno dell’altro. Come mosse Gushi il robot a mio parere è un pò ingombrante al confronto degli altri due personaggi giocabili. Per quanto riguarda il gameplay, come abbiamo detto prima, il gioco è  semplice. Abbiamo un pulsante per il salto e un pulsante per l’attacco ai menici che incontriamo. Una volta che li colpiamo li stordiamo, colpendoli una seconda volta li finiremo definitivamente. Inoltre possiamo anche saltargli addosso, stile super mario, o colpirli con un colpo di testa. Quelli che troveremo in aria una volta storditi possiamo raccoglierli senza utilizzre nessun tasto e lanciarli addosso agli altri avversari. Un sistema semplicissimo, nulla di che, vecchia scuola per intenderci quella in cui bastava poco per divertirci.

Peccato solamente che il gioco duri poco, ma ovviamente è la sua natura. Non mancano i vari livelli di difficoltà che aumentano di poco la durata del gioco e i crediti a nostra disposizione per terminare lavventura. Passiamo da 9 crediti a una manciata scegliendo la difficolta più elevata.


Francesco

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.