Valve sta investendo in nuovi giochi e interfacce neurali

Stando al fondatore di Valve Gabe Newell

In un discorso tenuto a maggio in una scuola superiore di Auckland, in Nuova Zelanda, il co-fondatore di Valve Gabe Newell ha rivelato che stanno facendo “grandi investimenti in nuovi headset e giochi”, qualcosa che spera possa preparare l’azienda per un futuro in cu ci saranno le interfacce cervello-computer.

Newell ha vissuto in Nuova Zelanda negli ultimi mesi, che non è stata relativamente libera dal COVID-19 a causa delle rigide misure in quel paese. In un discorso pubblico al Sancta Maria College di Auckland, un liceo cattolico locale, Newell ha parlato un po’ della sua visione per il futuro dei giochi e delle tecnologie in cui la società stava investendo per realizzarlo.
“Ci sono domande interessanti, come: quali sono gli obiettivi finali del VR? La mia opinione è che VR e AR  puntino
verso l’uso  interfacce cervello-computer. Tutto il lavoro che si ta facendo, in termini di comprensione dell’elaborazione visiva, in termini di design di intefacce, ci sta portando verso le interfacce cervello-computer e ciò che fanno.
ha poi continuato.
“Penso che le interfacce cervello-computer saranno incredibilmente rivoluzionarie, una delle transizioni tecnologiche più dirompenti che attraverseremo. Quindi penso che sia super prezioso. Stiamo facendo grandi investimenti in nuove headset e giochi per quelle categorie di applicazioni, ma anche guardando più avanti e ci chiediamo “In cosa si evolveranno?”

Andrea

Gioco da sempre a tutto, partito con l'apple IIc, ho giocato su tutti i processori della serie 8086 per poi diventare Nintendaro per colpa degli emulatori. Ma ora Voglio solo HW originale oppure scoprire cosa può offire il cloud. Sono forse schizofrenico?