Crea sito

Monster Slayers “un roguelike con deck card” Recensione

Monster Slayers, sviluppato da Nerdook Productions e pubblicato da Digerati Distribution, il titolo è un unione di stili tra roguelike ad uno stile di combattimento deck card.

Non abbiamo una vera e propria trama ma bensi tre dungeon da completare, in ogni stage troviamo il boss finale da distruggere. Una volta uccisi i tre boss, saremo ufficialmente dacciatori di mostri professionisti.

L’esplorazione

L’esplorazione di Monster Slayers avviene tramite un sistema di scelta del percorso da seguire, troviamo una tabella che ci consente di spostarsi dal piamo appena concluso al nuovo.                     A seconda della classe che scegliamo, ci appaiono tre diversi stage da cui cominciare che scegliamo noi stessi.

Sistema di combattimento

Monster Slayers ha un sistema curioso ma mal realizzato, il nostro deck contiene delle carte di attacco, di difesa, di cura e di mana. A seconda delle carte che scegliamo possiamo attaccare consecutivamente o curare, ma anche vloccare i danni del prossimo attacco nemico e altro. A mio parere è mal realizzato perchè alcuni eroi hanno, di base, tutte le carte mentre altri come deck base , hanno solo carte di attacco e raramente di difesa. Questa caratteristica influisce sulla scelta del personaggio di supporto.

Fortunatamente, però , possiamo personalizzare i personaggi, cambiando il loro aspetto, la voce, i vestiti e il colore della pelle.
Purtroppo le classi sono mal bilanciate, utilizzando il mago, il cherico o il drago possiamo curarci con delle carte che ci garantisconoun bel boost a riguardo;                                                                    o utilizzare carte di difesa per bloccare gli attacchi avversari, possiamo visualizzare i danni accanto alla barra vitale del personaggio contrassegnato da uno scudo con la percentuale.

I personaggi

Troviamo tra i personaggi di  Monster Slayers anche il guerriero, il vichingo, il ladro, l’arciere e il mercante. Oltre alle modifiche estetiche possiamo equipaggiare con gli oggetti trovati durante i percorsi precedenti, ma non sono molto significativi ammenochè non scoviamo o compriamo un armamento valido. Durante l’esplorazione abbiamo la possibilità di scegliere tra due personaggi di supporto, generati in modo casuale, quindi attenzione alla scelta.
I supporter principali sono il curatore e il difensore, che rispettivamente ci consentono un recupero della vita e un blocco degli attacchi, purtroppo possiamo usare le loro abilità solo una volta ogni due tre turni… anche qui bisogna ponderare bene e usarli al momento giusto.

Nemici di livello superiore

Monster Slayers è un roguelike, e quindi utilizza una generazione procedurale,anche se ho notato una creazione dei livelli un pò affidata al caso, infatti io mi sn ritrovato davanti a dei nemici di livello di gran lunga superiore al mio, e ciò mi ha portato svariate volte alla morte. A mio parere questo ci penalizza,ci porta a morire svariate volte sfruttando il sistema della fama, una barra che si riempie man mano che le avventure finiscono.Più si compiono determinate azioni e uccisioni più la percentuale di questa barra sale. Ci sono numerosissimi bonus permanenti da sbloccare e questo è molto utile soprattutto all’inizio.
Oltre ai nemici possiamo scegliere di andare dai vari NPC che ci garantiscono ulteriori bonus per la salute,upgrade delle carte presenti nel deck e oro.Inoltre possiamo recuperare la salute andando dal curatore, che riempie o parzialmente o totalmente la nostra barra vitale.

Carte e Oro

Livellare le carte non è semplice, dobbiamo scegliere accuratamente quali carte sviluppare e quale scartare.
L’oro lo troviamo nei tesori, non abbiamo bisogno di fare scontri ma solo di selezionare il percorso, in questi tesori possiamo anche trovare degli equipaggiamenti o esperienza da assegnare alle nostre carte.
Il mercante può venderci le carte, cambiare il deck equipaggiatoo curarci, ovviamente con il giusto compenso (A volte meglio morire e ricominciare che sprecare monete in questo modo).

Il deck e le carte

Ogni personaggio ha un suo deck, personalizzabile. Oltre a personalizzarlo possiamo anche cambiarlo nei vari vari scontri, usando una potenzialità che ci viene mostrata prima dell’inizio della battaglia. Purtroppo abbiamo tantissime carte di attacco ma poche carte di cura e difesa.
Gli attacchi sono divisi in azioni AP e azioni Mana:
AP, utilizzano la stamina del personaggio che recuperiamo con i turni;
Mana, sono attacchi che arrecano più danni ma sono limitati, ammenochè non abbiamo nel nostro deck carte per recuperare il mana.

Grafica e colonna sonora

La grafica e la colonna sonora in Monster Slayers sono molto semplici e basilari.Gli scenari sono sempre uguali, arrivando ad un certo punto smetterà di cambiare lo sfondo.
La colonna sonora non è granchè, a mio parere potevano fare molto di meglio sotto questi due aspetti che purtroppo qui risultano superficiali.

A mio parere Monster Slayers è un titolo per giocatori che sanno armarsi di pazienza e che hanno la volontà di trovare il giusto equilibrio tra deck, equipaggiamento e abilità.

 

VOTO FINALE :

NextPlayer

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.