Crea sito

Arise: A Simple Story – Recensione PS4

ARISE:A SIMPLE STORY

Piccolo studio (team composto da 15 persone)con il supporto di Techland Publishing hanno fatto il loro esordio con Arise:A Simple Story il 3 dicembre 2019 su PlayStation4 ,Xbox One e PC. Platform di avventura.
Ci ritroviamo a vestire i panni di un uomo anziano appena morto, che ripercorre le fasi della sua vita, tra livelli onirici e atmosfere ispirate con una colonna sonora molto piacevole.

Arise è un viaggio emotivo attraverso una vita piena di gioie e dolori, un racconto in cui tutti possono riconoscersi. Permette di esplorare le varie stagioni della vita illustrate da ambienti evocativi, e rivivere ricordi con l’aiuto di una meccanica di gameplay unica che permette di manipolare il tempo. Il nostro obiettivo è di lasciare che i giocatori si abbandonino ai ricordi e riflettano sulle loro vite mentre progrediscono attraverso la storia.”

STORIA

Arise: A Simple Story Il gioco inizia in modo triste, un funerale, e da qui grazie ai ricordi del protagonista riesce ad emozionarci. Grazie a quei ricordi ci racconta la sua vita facendoci immergere nei suoi rimpianti, nella speranza e nella gioia. Ripercorriamo insieme a lui degli scenari colorati dal semplice design ma efficace, che tirano fuori delle emozioni in ogni giocatore. Riconoscerete sicuramente (per chi lo ha giocato) l’ispirazione presa da Journey e ad altri titoli. Per esempio da Planet Alpha hanno ripreso gli elementi Platform e la gestione della telecamera, preimpostata. L’uomo viene dato alle fiamme su un’antica pira nella prima scena, subito dopo si risveglia in un luogo oltre la dimensione terrena. Il cammino verso la luce è pieno di fermate intermedie, ognuna caratterizzata da oggetti fiori o animali. Quando ci fermiamo davanti ad uno di questi abbiamo accesso ad uno dei 10 livelli che ci raccontano i ricordi più significativi della vita dell’uomo. Ogni piccola avventura dura meno di un ora, per raggiungere la fine del livello dobbiamo risolvere degli enigmi ambientali non molto complicati ma non banali.

https://www.nextplayer.it/

GAMEPLAY

Le meccaniche sono piuttosto semplici anche se non si limitano solo a saltare e arrampicarsi ma si evolvono pian piano. E’ un titolo che risulta molto gradevole da giocare anche se semplice. Il design a mio parere è molto azzeccato semplice, stilizzato ed efficace. Ogni livello è diverso dall’altro, con diverse particolarità specifiche, riferite alle fasi della vita del protagonista. Una delle particolarità (presa da un altro titolo) è quella della manipolazione del tempo, tramite la levetta analogica destra.
Muovendo l’analogico possiamo far avanzare o indietreggiare il flusso del tempo, manipolando così anche l’ambiente e l’atmosfera. Grazie alla manipolazione del tempo potremo avanzare anche dove ci sembrava impossibile andare. Andando avanti nel gioco noterete come me l’avvicendarsi delle stagioni, vivendo così una vera e propria metafora della vita. Il potere della manipolazione del tempo in Arise è davvero suggestivo, ci permette di superare vari ostacoli durante la nostra avventura. Ogni livello, come abbiamo già accennato, ha un tema diverso, come ad esempio una spiaggia piena di mini isole da esplorare, facendo abbassare o alzare la marea e sfruttando i relitti, ma non voglio rovinarvi l’avventura spoilerando troppo.

Per tutte le offerte di oggi per Nintendo Switch clicca qui

https://www.nextplayer.it/
IL RAMPINO

Abbiamo a disposizione un rampino che ci aiuta ad arrampicarci agganciando degli appigli, molto utile in determinate situazioni. Combinato con la meccanica della manipolazione del tempo vedremo delle sequenze molto piacevoli. A mio parere anche se alcune idee sono state riprese da altri titoli, le meccaniche sono ben implementate e interessanti. Lo stesso vale per il comparto artistico che riesce a distinguersi per alcune scelte specifiche. Alcuni scenari iniziali con le loro proporzioni danno l’idea di una dimensione bambinesca, un’atmosfera simile al “paese delle meraviglie” anche se non è ne eterno ne immutabile, ma soggetto ai cambiamenti del tempo. Ricordo, inoltre, di non dimenticare di raccogliere i collezionabili, sono elementi luminosi sparsi per i vari livelli ed equivalgono ai ricordi (che possiamo consultare quando vogliamo sottoforma di illustrazione). Alcuni sono ben nascosti. La longevità del gioco non è lunghissima 5/6 ore circa. Visto che comunque si tratta di una “Simple Story” non possiamo aspettarci dei colpi di scena, è una storia semplice senza pretese, ma trasmette delle autentiche emozioni che riescono a coinvolgerci e commuoverci.

https://www.nextplayer.it/

MULTIPLAYER

Si avete capito bene, multiplayer. È possibile giocare in due: un giocatore ha il controllo del personaggio e l’altro quello del flusso temporale. Con questa scelta ci permettono di convolgere un amico in un esperienza piacevole anche se non è un giocatore incallito.

https://www.nextplayer.it/
CONCLUSIONE

Arise:A Simple Story è un buon titolo ad un buon prezzo, ben realizzato e curato con amore. Ha una storia semplice ma ben raccontata. Delle meccaniche piacevoli e ben implementate anche se non sono una novità. Design affascinante e variegato. Meravigliosa colonna sonora by David Garcia. Arise è un titolo capace di raccontare una storia senza bisogno di parole, delicato e romantico. Ci insegna che il dolore ancora più della gioia ci forgia nell’arco di tutta la nostra vita. E’ un titolo ricco di messaggi ovviamente per chi avrà voglia di farli propri. Arise ci invita a guardarci indietro, con un pò di malinconia e con la consapevolezza che ciò che abbiamo fatto negli anni ha sempre e comunque avuto un senso. Avrebbero potuto renderlo più longevole e un pochino più difficile ma in questo modo è adatto anche ai meno pratici di video games. Prezzo 19,99 euro.

VOTO FINALE :

Francesco

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.