Mechanic Battle – Recensione

Lo scorso 25 maggio ha fatto il suo debutto il gioco di corse targato Cat-astrophe Games, studio indipendente, già noto per la produzione di altri titoli quali Foodtruck Arena, Theatre of Sorrows e The Unholy Society e pubblicato dalla MobilWay S.A..

Mechanic Battle graficamente ricorda molto lo stile di Micro Machines con inquadratura dall’alto aggiungendo però un tocco arcade consentendo la personalizzazione delle macchine.

In Mechanic Battle avremo la possibilità di pilotare fino ad un numero massimo di 10 autovetture tutte personalizzabili sia nei colori che nelle parti meccaniche così da poterci permettere di primeggiare nei 24 tracciati disponibili.

Come di consueto anche in Mechanic Battle inizieremo la nostra avventura con un veicolo in pessime condizione, avendo però la possibilità, man mano che vinceremo le varie gare, di migliorarlo e di personalizzarlo praticamente sotto ogni punto di vista, si va dal motore alle sospensioni, includendo ruote, freni, distribuzione del peso, alettoni, cerchioni ed infine il turbo.

Queste modifiche andranno ad impattare sull’ accelerazione, sulla velocità e sulla maneggevolezza della nostra auto così da adattarla al nostro stile di guida.

Il gioco molto semplice nella grafica e nei comandi (joycon sinistro per il direzionale e tre tasti: uno per accelerare, uno per frenare ed uno per usare il turbo) incentra tutto il suo sistema si gioco nella modalità carriera dove saremo chiamati ad affrontare tre tipologie di corse quali la gara classica, la sfida a tempo e la sfida ad eliminazione.

Ovviamente all’inizio del gioco avremo a disposizione solo un numero limitato di auto, numero che, pian piano, andrà ad aumentare nel corso della nostra carriera.

Il gioco è ben bilanciato a livello di difficoltà e garantisce sin da subito la possibilità di piazzarsi tra i primi posti anche se si è alle prime armi, per poi diventare nel corso della carriera più difficile così da indurre il giocatore ad apportare le giuste migliorie alla propria auto per garantirsi il podio.

Mechanic Battle è un gioco semplice ed immediato che fonde l’asset dei giochi di corsa classici allo stile arcade grazie alle molteplici personalizzazioni a disposizione dell’utente, ed è questo proprio il suo punto di maggior forza.

Trasformare la vostra piccola auto nell’auto da corsa dei vostri sogni e vederla sfrecciare sulla pista grazie a Mechanic Battle sarà possibile.

Tuttavia il gioco trova il suo punto debole nella ridotta modalità di gioco, è di fatto presente solo l’opzione carriera, che con il tempo rischia di far diventare il gioco ripetitivo considerando anche che con una media di 4-5 ore può essere completato.

La grafica inoltre seppur semplice presenta qualche difetto soprattutto in alcune piste dove le salite e le discese, create da segmenti di strada, formano dei dossetti che facendo fare un piccolo salto all’autovettura la rendono di fatto meno maneggevole.

Mechanic Battle: My Drive Shaft Is Bigger Than Yours

Manca infine una sessione online dove magari confrontarsi e fronteggiarsi con altri giocatori; modalità che sicuramente avrebbe reso più longevo il gioco stesso.

Complessivamente Mechanic Battle è quindi un gioco in grado di catturarmi nell’immediato ma che a lungo andare a causa di alcune lacune potrebbe portarvi ad abbandonarlo  una volta terminato.

Il gioco, esclusivamente in inglese e valutato come PEGI3, lo potete già trovare sul Nintendo Eshop.