Crea sito

Yooka-Laylee and the Impossible Lair – Recensione

Yooka-Laylee and the Impossible Lair sviluppato dai ragazzi di Playtonic Studios, distribuito da Team17  il gioco è il seguito di Yooka Laylee uscito 11 aprile 2017, lo studio è composto da alcuni dei più grandi autori di platform dell’era in cui Rare camminava a bracetto con Nintendo . Il primo titolo richiamava fortemente Banjo-Kazooie in un platform 3D, adesso Playtonic Studios ha cambiato radicamente passando dal 3D al 2D. Il gioco sarà disponibile dall’8 ottobre per PC, Nintendo Switch, Xbox One e PS4.

 

 

INIZIAMO LA NOSTRA AVVENTURA

Il primo titolo prendeva ispirazione da Banjo-Kazooie, questa seconda incarnazione eredita tantissimo dal meraviglioso Donkey Kong Country uscito per SNES nel 1994, infatti questo nuovo capitolo abbraccia il 2.5D abbandonando il 3D intrapeso dal primo capitolo creando un platform dinamico e molto fluido. La storia inizia nel Royal Stingdom, dove ritroveremo il malvagissimo Capital B (PER INTENDERCI IL CATTIVO DL PRIMO CAPITOLO) intento a controllare le menti degli abbitanti del mondo, con lo scopo di schiavizzarli tutti grazie al nuovo giocattolino diabolico chiamato Hive Mind. Il cattivone di turno è riuscito questa volta a schiavizzare tutte le api del pianeta e inprigionarle, scendono in campo Yooka e laylee che si intrufolano nella fortezza di Cpital B. ma le cose non vanno per il verso giusto, arriva a loro soccorso l’ape regina, salvando i due da morte certa trasportandoli al centro del Royal Stingdom.

 

BENTORNATO Donkey Kong OPS!

L’aspetto più piacevole di questo gioco è che offre una sfida 2D con un livel design ottimo, quanto quelli offerti da mamma nintendo dove man mano che avanzeremo nella nostra avventura il giocatore apprenderà le fasi di gioco più avanzate. Nel gioco non mancheranno ovviamente tantissimi puzzle, come siamo abituati in tutti i platform, dovremo raccogliere le monete nascoste per i vari  livelli (con lesattezza  cinque per ogni livello) che sono neccessarie per aprire nuove zone della mappa, in questo modo potremo accedere a punti della mappa chiusi da enormi cancelli, non mancherà di raccogliere le piume che troveremo dentro le casse e sparse nei vari livelli.

GRAFICA

Graficamente Yooka Laylee è veramente bello da vedere come i ragazzi di  Playtonic Studios abbiano crato un mondo coloratissimo e vivace, l’immagine su schermo risulta molto pulita e nitida, nelle forme e nelle animazioni tanto che giocando a questa piccola perla mi sono ritrovato catapultato al 1994, il gioco mi ha ricordato tantissimo quella meraviglia di Donkey kong country.

Possiamo considerare questo capitolo uno spinn off non un vero e proprio seguito del primo. In Yooka-Laylee and the Impossible Lair  avremo una visuale rialzata, ci troviamo a muovere i primi passi in un mondo colorato incamminandoci per la World map che funge tra raccordo tra un livello e l’altro, permettendoci di esplorare i vari passaggi prima di arrivare ai libri magici sparsi in giro. Nel gioco troveremo una vecchia conoscenza, il serpente Trowzer il noto affarista che stavolta ci spillerà le nostre amate risolse, i cosidetti TWIT le monete di cui vi parlavo prima nascoste per i vari livelli , in questo modo potremo aprire i cancelli che ci sbarreranno la strada lungo il nostro cammino nella World Map.

LE PERGAMENTE FATATE

Nel gioco troveremo delle pergamene fatate, nel corso della nostra avventura dovremo affrontare dei mini livelli dove dobbiamo annientare tutto quello che troveremo al suo interno, in questo modo le pergamene fatate ci spianeranno alcuni punti della mappa prima inacessibili. Superando le varie pergame fatate che troveremo potremo proseguire avanti nella nostra avventura, ovviamente i livelli durano poco e il livello di difficoltà varia proseguendo nel gioco.

 

SISTEMI DI CONTROLLO

Come accennavamo prima, il gioco eredita tantissimo dall’ amatissimo donkey kong, come in donkey dong dobbiamo raccogliere delle monete nascoste nei vari livelli e delle piume (al posto delle banane), anche le mosse sono simili  sembra di giocare con lo scimmione più pazzo del mondo. Yooka ruzzolando su se stesso ottiene una mossa che ricorda quella di donkey, infatti potremo  saltare, attaccare, planare, rotolare e schiantarsi al suolo. Una volta che saremo comlpiti subendo un danno, la nostra amica laylee si mette a svollazzare impaurita e stordita in aria dove dovremo nuovamente riacciuffarla entro pochi secondi altrimenti volera via, ma non abbiate paura possiamo richiamarla tramite la campanella che troveremo sparsa nei livelli. Laylee è qui un personaggio spalla a tutti gli effetti, come lo erano i membri della famiglia di donkey Kong.

LIVEL DESIGN

La varietà e la qualità del livel design tutto sommato è molto buona nella composizione e nell’aspetto, con una struttura molto classica. Non bisogna far altro che percorrere ogni livello raccogliendo le varie piume e  raccogliendo le monete nascoste, uccidendo tutto quello che si muove sullo schermo. bisogna raggiungere il punto di uscita del livello rompendo la cupola di vetro che intrappola le api e liberarle. Ci sono diversi livelli che possiamo rigiocare alterando le variabili in virtù delle interazioni o delle modifiche. Avanzando nel gioco potremo sbloccare degli alberi da frutto che ci daranno bombe, acqua,vento e fuoco. In questo modo lanciando una bomba ghiaccio su uno dei libri magici alteriamo quel livello, una volta che lo riaffronteremo troveremo tutto gelato, quindi quel mondo cambia completamente offrendo una nuova sfida e nuove monete da raccogliere al suo interno. Qui mi fermo, non voglio andare oltre rischiando il linciamento generale del gruppo.

Una pecca di Yooka-Laylee and the Impossible Lair che non perdonerò mai è quella che nel gioco manca la lingua italiana una cosa imperdonabile.

PUNTUALIZZIAMO

Voglio puntualizzare che per completare questo gioco al 100% ne impiegherete tempo, parliamo che per completare il gioco impiegherete sulle 20 ore. Nel gioco troveremo i tonici che possiamo utilizzare esclusivamente all’interno dei livelli, che ovviamente dobbiamo prima trovare nell’Oltremondo. Cosa sono i tonici? con i tonici possiamo alterare i livelli con differenti stili grafici, attenzione non abusate troppo o resterete a corto di piume che verrano sottratte. Una volta terminato il livello in questo modo andremo a conferire alcuni bonus equipaggiabili 3 alla volta ai nostri eroi che, andranno ad abracciare lo stile di gioco scelto rendendoci il completamento dei livelli più semplice e rendendo più stimolante l’azione di gioco. La difficoltà è molto calibrata nel gioco troveremo vari checkpoint sparsi nei livelli. PS IL MIO SARA’ FORTEMENTE INFLUENZATO DALL’ EFFETTO NOSTALGIA.

CONSIDERAZIONI FINALI

Yooka & Laylee ritornano in grande stile con questa nuova avventura 2D, impegnati anche questa volta a fermare il malvaggio Capital B, Yooka-Laylee and the Impossible Lair è un ottimo platform, che farà la gioia dei fan come me, questo gioco si rivela un gameplay ben realizzato e molto stimolante, un’esperienza di gioco vecchio stile molto gradita di questi tempi, un platform molto solito.

PREZZO 29,99

Caratteristiche

  • Ogni livello offre una splendida e dettagliatissima grafica. Yooka, Laylee e i tanti altri personaggi (buoni e cattivi) sono realizzati in uno strabiliante 2.5D
  • L’Oltremondo non è solo un portale che collega i livelli, ma fornisce un’esperienza di gioco separata! Esplora e sblocca altri livelli 2D completando obiettivi e rompicapi
  • Stati alternativi per i livelli! Pensi che un livello non abbia più segreti per te? Prova il suo stato alternativo! Usa gli interruttori nell’Oltremondo per creare nuovi paesaggi.
  • Batti il Covo impossibile! I giocatori possono cimentarsi con il Covo impossibile quando vogliono, ma senza l’aiuto delle Royal Bee Guards potrebbe essere troppo difficile.
VOTO FINALE :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.