Crea sito

The Survivalists: scimmie e indigeni – Recensione

The Survivalists: scimmie e indigeni. Come molti sapranno il genere survival ha raggiunto un buon successo anche grazie a Minecraft. Il titolo è stato realizzato dai ragazzi del Team17 , già noto per The Escapist. Il team ha utilizzato il loro classico designe in piel art e ha aggiunto delle meccaniche alquanto interessanti che stravlgono il gameplay. La versione da noi giocata è per PS4 ma è disponibile per Nintendo Switch, Xbox One e PC.

UN NAUFRAGO ALLO SBARAGLIO

In The Survivalists: Il nostro rpotagonista si ritroverà sin da subito disperso sulle rive di un isola “deserta”, che tanto deserta non è, e sconosciuta. Abbiamo poche risorse recuperabili dalla zattera e una mappa. Possiamo personalizzare il personaggio scegliendo il sesso, il colore dei capelli e dei vestiti. Sta a noi scegliere se iniziare sin da subito ad esplorare rischiando di morire e perdere i progressi di gioco o optare per erigere una sorta di accampamento. Se scegliamo la seconda opzione dobbiamo cercare di creare più oggetti possibili con la modalità creazione e la modalità progetti.

OGGETTI

Tra gli oggetti da creare ci sono corde, piccoli attrezzi, ciotole, manicotti di legno e molto altro. I vari strumenti ci permetteranno di sopravvivere nelle prime ore di gioco e sono fondamentali per la modalità progetti per poter creare strutture più complesse.
Per quest’ultime utilizzeremo dei materiali collezionabili in natura , legno e sassi che vengono combinati con gli uensili creati.Una delle prime cose che possiamo costruire è il letto di foglie, andando avanti nel gioco vengono sbloccati tutti i tipi di progetti. Possiamo costruire pavimenti, pareti di legno o pietra, falò e banchi da lavoro che ci consentiranno di creare altri utensili e attrezzi più avanzati. Tra gli attrezzi più avanzati ci sono i picconi, accette, pale e molto altro.

CUCINA

Nei falò che vi ho nominato sopra potremo cucinare delle ricette sbloccabili, man mano che giochiamo otterremo della carne più pregiata cacciando animali più rari e pericolosi. Potreo fare delle macedonie di frutta e altro che ci permetteranno di recuperare vita e stamina.
Ma attenzione l’oggetto non viene creato in modo istantaneo ma dovremo selezionare l’attrezzo tuttofare e attendere che il nostro piccolo eroe costruisca l’oggetto o cucini.

Una volta che ci sentiremo soddisfatti delle costruzioni possiamo cominciare a esplorare. La mappa di giocoè molto grande e viene creata proceduralmente man mano che avanziamo, spiaggia, foresta, vulcani e paludi in cui possiamo trovare molti collezionabili. Nel menu possiamo posizionare dei segnalini per ricordarci dove siamo gia stati e cosa abbiamo trovato o segnalare un punto che ci interessa.
Durante la nostra esplorazione dell’isola troveremo anche dei totem parlanti con cui possiamo barattare oggetti per ottenere qualche oggetto utile o dei forzieri. Non dimenticatevi che potreste imbattervi in degli accampamenti indigeni che ci cacceranno sub ito via dalla loro zona. Inoltre l’isola ha tantissimi antri e labirinti pieni di trapole, enigmi e tesori.

Nei dungeon sotterranei dobbiamo affrontare delle complicate sfide e degli scontri con gli indigeni che li occupano. Ma non solo, incontrerere mostri e creature sovrannaturali (goblin e scheletri viventi).
Al raggiungimento della caverna riceveremo delle laute ricompense, dobloni d’oro e oggetti rari.
Il nostro consiglio è di non affrontare queste zone senza essere adeguatamente preparati, rischiate di fare un buco nellacqua.

STRANIERO MISTERIOSO

Nelle nostre esplorazioni c’è la possibilità di incontrare uno straniero misterioso che è alla ricerca du oggetti nelle varie isole. Anche con lo straniero possiamo scambiare degli oggetti in cambio di dobloni. Quest’ultimo ci affiderà delle missioni e al loro completamento ci ricompensa con dobloni d’oro o con oggetti gratuiti. Il completamento di questi missioni ci consente anche di acquistare degli oggetti tra cui delle mappe del tesoro.

INVENTARIO

Il nostro inventario è composto da 11 slot, un pò poche, infatti spesso saremo costretti ad abbandonare gegli oggetti per poterne prendere altri più rari.

MULTIPLAYER

Eh si in The Survivalists  abbiamo la possibilità di giocare in multiplayer con le persone online. Possiamo ospitare altri giocatori sulla nostra isola ed esplorarla insieme. Se vogliamo spostarci noi su altre isole possiamo farlo scegliendo cinque delle nostre scimmie per farci accompagnare e possiamo utilizzare una cesta sbloccabile in single player, in cui posizionare gli strumenti utili.

SCIMMIE

Le nostre scimmie sono presenti per tutta la mappa di gioco, possiamo reclutarle dandogli lo strumento che ci chiedono. Le dolci scimmietti ci imitano sia nelle azioni che nei movimenti che facciamo con l’opzione “imitazione scimmiesca”. Risulteranno molto utili per eseguire dei compiti al posto nostro, recuperare oggetti, cucinare , combattere e altro. Se facciamo compiere ad una scimmia più volte lo stesso compito essa si specializzerà in quel compito e aumeterà le sue capacità. Se la scimmia diventa specializzata riuscirà a svolgere il suo compito più velocemente del normale. Inoltre nel menu possiamo personalizzare le scimmie scegliendo il loro colore e dandogli il nome. Inizialmente i comandi per la gestione delle scimmie sono un pò ostici ma dopo qualche ora di gioco diventerà più semplice gestirle.

CONCLUSIONE PERSONALE

The Survivalists è un ottimo titolo, ci permette di passare tantissime ore in esplorazione e alla ricerca di tesori nascosti e in battaglie contro indigeni poco ospitali e mostruose creature con l’aiuto di alcune fantasmagoriche scimmie. Peccato per i pochi slot nell’inventario.

 

VOTO FINALE :

LadyDark

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.