The Last Friend – Recensione Switch

The Last Friend -Recensione Switch

Sviluppato da The Stonebot Studio e Ludus Games, The Last friend è una strampalata versione del futuro post-apocalittico alla Mad Max  dove s un sopravvissuto solitario di nome Alpha e i sui cani combattono per la libertà di altri cuccioli. Senza sapere perché una banda di teppisti sta rapendo dei cani e  Alpha si è prefisso l’obbiettivo di salvarli. The Last Friend -Recensione Switch

Introduzione

The Last Friend è la combinazione di tower defense e un picchiaduro a scorrimento, come se Plant vs Zombie e Stereet of Rage fossero fusi insieme. Non mi aspettavo molto da questo mix ma mi sono ricreduto. Il combattimento è fantastico, le abilità sono divertenti e la componente strategica non manca.

Ogni livello in The Last Friend dura solo pochi minuti di azione, e i nuovi livelli e upgrade si sbloccano rapidamente creando subito un gameplay loop veloce e divertente che si adatta perfettamente al gioco portatile.

Inizialmente è disponibile un set di strumenti di base, ma questi vengono rapidamente migliorati grazie ai cani salvati. Per ogni zampa estratta dalla prigione del cagnolino, i giocatori ottengono una nuova unità torre o abilità da usare. Che si tratti di un segugio che dona HP extra o di una torretta lancia bombe, la varietà di potenziali equipaggiamenti che si sblocca cresce rapidamente, consentendo ai giocatori di scegliere tra molti stili di gioco diversi e di sperimentare varie strategie.

The Last Friend -Recensione Switch

Gameplay

Alpha può muoversi liberamente tra le corsie durante il gioco, prendendo a pugni e calci chi vuole. Ha un attacco forte e pesante, che può essere combinato per attacchi combo. Alpha ha anche una barra  per gli  attacchi e abilità speciali che danno vantaggi sia in attacco che in difesa. Il combattimento è molto reattivo ed è fantastico, e rende divertente menare le mani.

In effetti, in The Last Friend ha interi livelli che non sono Tower defense. Questi hanno vari obiettivi, ma di solito ti vedono sconfiggere tutti i nemici o combattere un boss. Oppure devi raccogliere delle verdure. I Livelli vengono valutati con delle stelle in base alla rapidità con cui li completiamo.

Sebbene il gioco si concentri sui livelli di difesa, ci sono molti di questi livelli una tantum per spezzare l’azione e  rompere la monotonia di uno schema fisso. Anche la maggior parte delle battaglie con i boss sono abbastanza divertenti, anche se sono facili come il resto del gioco.

Per quanto riguarda ai livelli  Tower defense, Aplha  deve difendere il suo camper dai banditi e muovendosi liberamente per lo schermo può piazzare delle torrette o fortificazioni canine. Prima di iniziare il livello si può scegliere quali cani portare con se e poi durante le battaglie oltre a piazzare le torrette può combattere attivamente contri i nemici come in un semplice beat’em up ala Duoble Dragon.

Cani e torrette

I cani sono dividi in tre categorie: torrette, abilità e speciali.

Le torrette possono essere tutte piazzate nelle corsie stesse. I miei preferiti sono un muro che i nemici devono distruggere per continuare a muoversi, un blaster d’acqua che rallenta i nemici e una torretta elettrica che colpisce a morte i nemici. In effetti, queste tre torrette sono così buone che non ne farete mai a meno.

Molte delle abilità possono essere molto utili, specialmente quelle che potenziano il tuo attacco o ti garantiscono rubavita al colpo. Un’abilità ti consente di curare le torrette vicino a cui ti trovi, il che è molto utile, soprattutto una volta potenziato.

Gli attacchi speciali richiedono di riempire un contatore e quindi di scatenare la tua mossa speciale, che varia in base al cane che hai equipaggiato.  Si può portare in battaglia un solo cane “abilità speciale” e gli effetti sono molto vari e vanno scelti in base al nostro stile di gioco.

Mentre sconfiggi i nemici, questi lasciano cadere delle prelibatezze per cani, che puoi usare per potenziarli. Puoi “allevare”qualsiasi cane fino al livello 3, modificandone il comportamento sul campo di battaglia.

Progressione

The Last Frinend è un gioco che punta molto sulla fluidità di progressione, i livelli, mai scontati, sono comunque sempre facilmente superabili e solo i boss potranno darci qualche grattacapo.  Trovo che il centro del suo Gameplay sia il costante senso di progresso che trasmette al giocatore.  Non vuole assolutamente essere un’esperienza punitiva anzi un gioco rilassante con cui passare 5 minuti o un’ora in pieno relax.  Il fatto che si passi rapidamente da un livello all’altro  e ottenere i miglioramenti  è facile e veloce rende gratificante l’esperienza.

 La cosa che trovo più centrata e più affinata è proprio questo bilanciamento della progressione, I livelli non sono mai troppo difficili ma richiedono sempre la nostra attenzione,  se giochiamo bene è difficile rimanere sconfitti.  È anche possibile modificare il gameplay attraverso la scelta delle Torrette e abilità da schierare.  Personalmente ho preferito tenere Alpha  molto aggressivo, ma nulla vieta a un giocatore di puntare tutta l’offesa sulle torrette e usare Alpha per curarle e ripristinarle.

Come anticipato il gioco spezza  spesso il ritmo con livelli di genere diverso per evitare la ripetitività e il gioco si completa in circa 6 ore e posso garantire che non vi annoierete mai.

Grafica

Graficamente c’è poco da dire il gioco Sembra uscito da un programma televisivo pomeridiano  di Cartoon Network. Con quello stile semplice e spartano che caratterizza quelle produzioni,  personalmente non è uno stile che ho mai amato ma funziona decisamente per il prodotto.  Ovviamente il gioco non ha singhiozzi ho problemi tecnici  vista la semplicità tecnica del gioco.  Che potrebbe essere quasi erroneamente scambiato per un prodotto per cellulari  ma in realtà è un prodotto studiato per il pad.

Conlusioni

The Last Friend è un gioco con pochissimi difetti,  potrebbe essere troppo facile per un giocatore hardcore,  sarebbe stato interessante vedere una modalità due giocatori couch Coop…(aggiornamento dopo aver scritto la recensione lo sviluppatore ha annunciato che il gioco verrà aggiornato con il coop)  Ma di per sé funziona benissimo e l’unione di due mondi  ludici di come I Beat ‘em up e i Tower Defense  è riuscita a pieno.  Infatti i due gamplay si integrano benissimo  creando un gioco basato sul multitasking del giocatore.  Che mentre si occupa di picchiare gli avversari  deve anche  mantenere e aggiornare le difese fisse.  Questo piccolo Twist  rende il gioco molto più interessante di un normale Tower Defense e rende più che accettabile il divertente seppur semplicistico Combat System.  Anche perché se il combattimenti fossero stati difficilissimi non avremmo avuto tempo e spazio da dedicare alla costruzione delle Torrette.

 Consiglio The Last Friends a chiunque cerchi un gioco per divertirsi nei brevi spazi di tempo oppure per chi cerchi un gioco da alternare a qualcosa di più impegnativo.

Seguiteci sul  WEB oppure su Youtube,  Facebook

 

 

 

 

Andrea

Gioco da sempre a tutto, partito con l'apple IIc, ho giocato su tutti i processori della serie 8086 per poi diventare Nintendaro per colpa degli emulatori. Ma ora Voglio solo HW originale oppure scoprire cosa può offire il cloud. Sono forse schizofrenico?