News

“Storia del calcio”, il libro che porta i bambini alla scoperta delle origini del gioco più amato di sempre

Pelè, Zidane, Meazza, Cruijff, Maradona e Iniesta sono solo alcuni dei personaggi menzionati in Storia del calcio,  il libro firmato dalla casa editrice Quelle Histoire – leader in Francia per la pubblicazione di libri storici destinati a bambine e bambini – che, in vista dei Campionati Europei 2024, vuole accompagnare i piccoli lettori e le piccole lettrici in un viaggio alla scoperta delle origini del gioco più amato di sempre, uno sport che ha attraversato le epoche, in grado di regalare momenti di unione e d’identità nazionale, e di coinvolgere e influenzare milioni di persone in tutto il mondo.
Dalla sua nascita fino ai giorni nostri, questo amatissimo sport ha sempre avuto un posto d’onore nella storia di molti popoli: dallo Tsu’chu, un gioco militare che si diffuse nel terzo millennio a.C. in Cina per allenare le truppe, all’antica Grecia, dove si affermò quello che venne poi ufficialmente riconosciuto dalla FIFA come l’antenato del calcio, l’Episkyros, e che a Roma si trasformò nell’Harpastum, disciplina che si espanse in tutti i territori dell’Impero. Dopo una brusca interruzione dei giochi con la palla nel Medioevo, durante il Rinascimento, a Firenze, nasce il “calcio fiorentino”, utilizzato dai Medici come valvola di sfogo per il malcontento popolare.
Ma è l’Inghilterra il luogo in cui si consacra la nascita del calcio moderno, introdotto secoli prima dalle legioni di Giulio Cesare. Il momento che coincide con l’inizio del racconto firmato Quelle Histoire è il 26 ottobre 1863, quando nel Regno Unito nasce la Football Association, il primo e unico ente a decidere le regole del gioco. Includendo diversi stili e tradizioni, nel 1900 il calcio debutta alle Olimpiadi e nel 1904 viene fondata la FIFA, la Fédération Internationale de Football Association, che nel 1928 organizza il primo campionato mondiale, svoltosi nel 1930 a Montevideo, dove l’Uruguay trionfa e alza al cielo la celebre statuetta d’oro che raffigura la Nike, dea greca della vittoria. Questo trofeo viene sostituito a metà degli anni ’70 dall’attuale coppa FIFA, sempre dorata, che rappresenta due atleti che sollevano la Terra. Dopo i mondiali vinti dall’Italia nel 1934 e nel 1938 con le prodezze di Giuseppe Meazza, il racconto prosegue con la settima competizione mondiale svoltasi in Cile e dominata dal Brasile, squadra dove gioca un calciatore che passerà alla storia come uno dei più forti mai esistiti, Pelé. E se il Brasile si dimostra imbattibile, i Paesi Bassi, nonostante il loro “calcio totale” capitanato da Johan Cruijff, non riescono a conquistare l’ambito trofeo, tanto da far pensare a una vera e propria “maledizione olandese”. La narrazione continua passando dall’Argentina di Maradona, numero 10 dal talento eccezionale, alla Francia di Zidane, dalle “furie rosse” spagnole alle vittorie dell’Italia nel 1982 e nel 2006, fino alla Coppa del Mondo del 2014, vinta da una strepitosa Germania che elimina il Brasile in semifinale battendolo per 7 gol a 1.
Il libro, infine, si arricchisce di linee del tempo, giochi, quiz e un approfondimento sugli stadi più famosi, da quello di Wembley al Santiago Bernabéu, dal Maracanã all’Olimpico di Roma, senza dimenticare i calciatori leggendari che sono entrati nella storia di questo sport, come Lionel Messi, Cristiano Ronaldo, Bobby Moore, Ferenc Puskás, Dino Zoff e Franz Beckenbauer, scoprendo che la storia del calcio è tuttora in divenire: una saga senza fine, una passione che si trasmette di generazione in generazione grazie ai fuoriclasse e ai momenti epici vissuti sui campi di tutto il mondo.
Distribuiti da ALI nelle librerie italiane e disponibili su Amazon, i libri Quelle Histoire, scritti e illustrati in chiave “kids” con una formula di edutainment unica nel suo genere, sono in grado di rendere divertente ed efficace l’apprendimento ai più piccoli. Caratterizzati da una grafica originale, distintiva, moderna e colorata, vero marchio di fabbrica della casa editrice, e pensati in particolare per bambini che frequentano la scuola elementare, i racconti sono scritti con uno stile narrativo semplice e immediato e accompagnati da illustrazioni moderne, mappe, linee del tempo e giochi educativi. Inoltre, i volumi Quelle Histoire allenano i più piccoli ad analizzare i vari periodici storici e le vite dei diversi personaggi, aiutandoli a creare in autonomia delle mappe concettuali utili all’apprendimento. Racconti che danno vita a un mondo abitato da protagonisti che fanno scattare nei bambini un’istantanea simpatia ed empatia, permettendo loro di viaggiare nella Storia e nelle storie.
Tutte le edizioni per l’Italia sono a cura di Erika Gualandri. Le illustrazioni sono realizzate da un team di grafici e designer che seguono lo stile creato appositamente per la collana da Bruno Wennagel, co-fondatore di Quelle Histoire insieme ad Albin Queru.

Francesco

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.