PS5Recensione

Read Only Memories: Neurodiver – Una fantastica avventura punta e clicca – Recensione

Read Only Memories: Neurodiver – Una fantastica avventura punta e clicca – Recensione

L’universo delle produzioni punta e clicca è notevolmente cambiato nel corso degli ultimi anni. Rispetto al passato abbiamo potuto constatare che sebbene determinati progetti hanno vissuto di una nuova vita grazie a particolari ristampe, altri invece sono caduto tristemente nel dimenticatoio. Un titolo che senz’altro aveva fatto parlare molto di sé è senz’altro Broken Age, celebre avventura grafica realizzata da Tim Schafer, dopo il grande successo ottenuto dal leggendario Grim Fandango.

Per quanto concerne appunto Grim Fandango, questa leggendaria avventura grafica pubblicata nel lontano 1998, diversi anni più tardi ha ricevuto la tanto attesa ristampa con diverse migliorie grafice. Quella release è disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC oltre all’immancabile Nintendo Switch.

Read Only Memories Neurodiver

Al netto di una breve premessa dovuta su questo fantastico mondo delle avventure grafiche, in questa recensione ci accingiamo ad analizzare Read Only Memories: Neurodiver. Tale release è disponibile in formato digitale dal 16 maggio 2024 su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox One, Xbox Series S/X, Nintendo Switch e PC.

Una narrativa enigmatica

Sono passati diversi anni dall’affascinante 2064 Read Only Memories, e in questo caso il team di sviluppo torna alla carica con una nuova fantastica avventura punta e clicca: stiamo parlando di Read Only Memories: Neurodiver. In questa interazione ludica vi troverete catapultati nell’anno 2070, quattro anni dopo il capitolo originale.

Read Only Memories Neurodiver

La città americana, “Neo San Francisco” è caratterizzata con uno stile inconfondibile ovvero gli edifici sono tutti futuristici, ed è dominata principalmente da umani e robot avanzatissimi, dotati addirittura delle ultime tecnologie in fatto di intelligenza artificiale. In un mondo enigmatico, ci sono pure gli “Esper”, esseri umani in grado di connettere la propria mente a quella degli altri. Noi impersoneremo Luna, una simpatica e tenacie donna che lavora da diversi anni presso la “Minerva”. Si tratta di una potente organizzazione specializzata principalmente nella neurotecnologia.

Read Only Memories Neurodiver

Con un incipit narrativo dal forte impatto, verremo a scoprire successivamente che un esper indipendente sta compiendo delle azioni illecite con l’obbiettivo di sabotare le menti di diverse persone. Il nostro compito sarà quello di sventare al più presto questa terribile minaccia, prima che sia troppo tardi.

Un gameplay abbastanza limitato

Per quanto concerne invece il gameplay, Read Only Memories: Neurodiver presenta una struttura abbastanza limitata ma allo stesso tempo in linea con lo stile di queste produzioni. Le azioni che andrete a svolgere sono abbastanza classiche ovvero per interagire con qualsiasi elemento basta semplicemente selezionarlo su schermo. In alcune fasi possiamo raccogliere determinati oggetti, che fanno parte delle memorie dei personaggi che andremo ad analizzare.

Read Only Memories Neurodiver

Una simpatica introduzione se così vogliamo definirla, è senz’altro la presenza di particolari glitch visivi che si manifestano durante la nostra analisi ambientale. Questi glitch sono semplicemente dei ricordi corrotti, che noi dovremo andare a ripristinare utilizzando gli indizi trovati all’interno dei ricordi stessi.

Il nostro consiglio comunque è di non perdere nessun particolare di Read Only Memories: Neurodiver, visto che si tratta di una pura avventura grafica, dove la narrativa è il fulcro di tutto l’impianto di gioco o quasi.

Stile grafico molto ispirato

Tecnicamente Read Only Memories: Neurodiver è una produzione solida che vanta un notevole stile sotto il punto di vista prettamente grafico. Certo, essendo un’avventura grafica si poteva fare qualcosa di più sotto altri punti di vista ma nel complesso è davvero ben caratterizzata.

Lo stile adottano dal team di sviluppo è brillante, e tutta l’esperienza è completamente doppiata in inglese, scelta che a parere nostro da una marcia in più a tutta la produzione. Il titolo non è localizzato in italiano, come molti di voi speravano lo fosse ed è proprio questo punto che noi andiamo a sottolineare: ovvero il nostro consiglio è di valutare di vivere l’esperienza solo se siete reali conoscitori di questa lingua.

Noi in fase di recensione abbiamo avuto modo di testare il titolo su PlayStation 5, e al netto di qualche bug grafico tutta l’esperienza è scivolata senza grossi patemi. Infine, nota di merito per tutto il comparto sonoro, che vanta la presenza di notevoli tracce di ottima qualità che si amalgamano perfettamente con lo stile adottato da questa affascinante epopea.

Conclusione

Read Only Memories: Neurodiver è una produzione sorprendente, che arriva dopo diversi anni su console e PC. Il team di sviluppo è riuscito a realizzare un’avventura grafica dal forte impatto grazie a diverse tematiche che catturano il giocatore già dai primi istanti in game. Se siete appassionati a questo genere di esperienze, il nostro consiglio è di lasciarvi scappare questa affascinante esperienza ludica.


Tsubasa

Alessandro, in arte Tsubasa88. Intorno ai 10 anni riceve a Natale da sua nonna come regalo un Game Boy Pocket con Super Mario Land. Fan dalla prima ora di Super Mario, per tutta la sua vita Nintendo ha rappresentato un'autentica passione proseguita con il NES, continuata con il Super Nintendo e Nintendo 64, senza dimenticare le console portatili Game Boy Advance e arrivando ai giorni nostri con il New Nintendo 3DS XL insieme all'immancabile Nintendo Switch. Segue fin da piccolino anche tutto il mondo PlayStation e ama franchise del calibro di Final Fantasy e Kingdom Hearts.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.