Crea sito

PS5 – I costi di produzione sono aumentati secondo un report.

Ancora non si sa molto del prezzo della tanto attesa PlayStation 5.

Tuttavia sembra che i suoi costi di produzione siano aumentati.

Difatti, stando a un riportato del sito Bloomberg, la scarsa disponibilità dei componenti necessari dovrebbe aver comportato il raggiungimento di una somma di 450 dollari per unità.

Di conseguenza ecco perché Sony potrebbe aver messo in atto una politica di attesa, cosa che non è da essa.

D’altronde bisogna ricordare che PlayStation 4 era stata lanciata con un prezzo di  di 399 dollari, mentre i costi di produzione, stando a una stima firmata IHS Markit, erano di 381 dollari  per unità.

Se Sony dovesse fare una cosa simile anche con PS5, allora i costi dovrebbero oscillare verso i 470 dollari circa.

Eppure il problema sta tanto nei materiali.

Secondo quanto riferito, l’azienda sta cercando di impiegare delle memorie DRAM e NAND che, però, sono difficili da trovare.

Tuttavia ci sono altre fonti  che sostengono che, invece,la casa sia indecisa su quale strategia adottare e ciò potrebbe costringerla a rendere il prezzo simile a quello di Xbox Series X per renderla più redditizia.

Vedremo.

Non si lascia da parte neanche il discorso sul sistema di raffreddamento, il cui prezzo maggiorato potrebbe aver influito anch’esso sul rialzo dei costi.

Secondo Bloomberg, in particolare, le unità scelte per PS5 dovrebbero raggiungere il prezzo di pochi dollari a unità.

Una scelta presa per il fatto che Sony voglia far raffreddare i chip attraverso una migliore dissipazione del calore.

Sempre secondo Bloomberg, poi, il corona virus non dovrebbe intaccare la produzione della console rispetto a quanto successo con Nintendo e la compagnia di Tokyo dovrebbe star pensando a una nuova versione del PlayStation VR da lanciare in un momento imprecisato dopo il lancio della console di nona generazione.

Quanto aspettate PS5? La comprerete?

Fonte

VOTO FINALE :

Il Barbaro

Videogiocatore sin dal 2007, a partire dal Nintendo DS, curioso, ingenuo, ma simpatico. Oltre all'hobby per i videogiochi, che ho sempre considerato un' arte,m' intendo di archeologia, sono stato boy scout per 8 anni e aiuto nel tempo libero gli amici. Una vita faticosa la mia, ma assai meritata.