Crea sito

Pokémon – I creatori della nuova serie specificano che non è un reboot.

Con il 17 novembre che si avvicina, la nuova serie anime dedicata ai Pokémon è pronta a fare il suo debutto in Giappone.

Tuttavia, nel frattempo, i dibattiti non sono mancati, special modo per quanto riguarda la natura della nuova produzione.

Da una parte c’era chi pensava che la serie facesse da sequel alle precedenti, mentre dall’altra chi era dell’idea, invece, che fosse un reboot.

Spiegazione, quest’ultima, dovuta in primis all’argomento toccato nel primo episodio ( le origini di Pikachu e l’incontro con Ash) e poi anche all’età mai cambiata dell’allenatore.

Un vero e proprio scontro di pensieri, risolto solo grazie all’intervento dei creatori che hanno pubblicato su Twitter quest’immagine.

È ormai chiaro a dove hanno voluto farci arrivare.

Il mobiletto di Ash, qui mostrato e apparso già in passato, fa da appoggio a tutti i suoi trofei e a tutte le sue medaglie.

Inanzitutto le medaglie vinte nelle regioni di Hoenn, Sinnoh, Unima e Kalos, i simboli del Parco Lotta di Kanto e i trofei ricevuti dalla Lega di Alola  e dalla Lega Orange.

Una quantità di premi accompagnata anche da un pupazzetto di Clefairy, che fa pensare a Lylia, apparsa nella scorsa serie, e la statuetta di Mister Royale.

Tutti indizi questi che fanno comprendere, in un momento poco distante dalla sua trasmissione, che la serie, a livello di trama, faccia da sequel a quella tratta da Pokémon Sole e Luna.

Vedremo come si presenterà quando arriverà anche da noi in Italia, ma quanto meno sembra che, per chi si sia posto troppe domande al riguardo, oggi sia il suo giorno fortunato.

VOTO FINALE :

Il Barbaro

Videogiocatore sin dal 2007, a partire dal Nintendo DS, curioso, ingenuo, ma simpatico. Oltre all'hobby per i videogiochi, che ho sempre considerato un' arte,m' intendo di archeologia, sono stato boy scout per 6 anni e aiuto nel tempo libero gli amici. Una vita faticosa la mia, ma assai meritata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.