Paw Patrol The Movie Adventure City Calls – Recensione

Paw Patrol The Movie Adventure City Calls – Recensione

Una grande città significa un’avventura più grande! Quando Ryder e la PAW Patrol vengono a sapere che il sindaco Humdinger ha preso il controllo di una metropoli vivace, devono entrare in azione per salvare Adventure City dai suoi egoistici piani. I cuccioli hanno bisogno che tu entri a far parte del Team PAWsome! Il gioco si ispitra al nuovo film dedicato ai Paw Patrol. Il Film uscirà il 23 settembre ed è stato realizzato da Spin Master Entertainment in collaborazione con Nickelodeon Movies e Paramount Pictures. Il gioco e il film hanno poco in comune a parte i loro personaggi e le ambientazioni principali.

Paw Patrol The Movie Adventure City Calls è stato sviluppado da Drakhar Studio.

Paw Patrol

I fan dei Paw patrol o i genitori dei piccoli fan sicuramente conosceranno i predecessori di Paw Patrol The Movie Adventure City Calls e sono: PAW Patrol: Mighty Pups Save Adventure Bay dell’anno scorso sembrava un balzo in avanti rispetto a PAW Patrol: On a Roll , con ambienti 3D esplorabili e la possibilità di giocare in modo cooperativo con un altro giocatore. I livelli risultano molto divertenti, se giocati da un bambino ovviamente.
Chi ha gia giocato i precedenti giochi riconoscerà sin da subito le schermate introduttive, i menu, la musica e la struttura dei livelli. I livelli sono per più tutti uguali a livello di struttura l’unica cosa che cambia sono i modelli dei personaggi che sono in linea con il film, più definiti e pelo sfocato. Sicuramente piaceranno ai piccoli fan.

Veniamo al dunque

Paw Patrol The Movie Adventure City Calls include otto livelli, ognuno di essi inizia con Ryder che propone un problema a due dei cuccioli che poi dovranno risolvere. Non possiamo scegliere noi i cuccioli, ogni cucciolo avrà il suo livello. Liberty, il principiante appena arrivato in squadra, avrà un paio di cosucce da fare. I personaggi non hanno alcun doppiaggio, l’unico di loro che viene doppiato è Ryder. E per quanto mi riguarda la mancanza del doppiaggio dei vari personaggi fa perdere punti al gioco.

Veniamo catapultati in un livello 3D, con una vista dall’alto. Non ci sono combattimenti ne minacce, c’è solo la possibilità di saltare e di andare in varie direzioni. L’evento occasionale può essere completato senza premere nulla. Il gioco è stato reso molto semplice per i giocatori più piccoli evitando di inserire testi da leggere e obiettivi complicati. La squadra ha il compito di pstacolare i piani del sindaco Humdinger, che vuole prendere il controllo della città.

CO-OP

Sia nella campagna principale che nei minigiochi, Paw Patrol The Movie: Adventure City Calls può essere giocato da solo o in cooperativa. Nei livelli principali del gioco, sullo schermo è sempre presente un secondo cucciolo. Se giocato in single player, è controllato dall’IA, consentendo al giocatore di passare da un personaggio all’altro per utilizzare le proprie abilità individuali in qualsiasi momento. In co-op, un secondo giocatore prende il controllo, consentendo ai giocatori di navigare in un livello e raccogliere oggetti da collezione come una squadra. Se due giocatori si lanciano nei minigiochi in coppia, si introduce un livello di competizione amichevole.

“Quindi per chi ha due bambini o per i bambini che vogliono giocare con un compagnetto è l’ideale.”

Gli eventi vengono giocati in single player. In co.op ci siamo ritrovati spesso indietro sullo schermo, la schermata non ci permetteva di recuperare il ritardo. Ci è capitato di ritrovarci bloccati su delle piattaforme e dei blocchi, sprofondando nel pavimento e l’altro giocatore non poteva proseguire senza di noi. Non sempre è stato utile uscire dalla co-op e ci toccava abbandonare il livello per andare oltre.

IA

L’IA del secondo personaggio, giocando da soli, spesso non riesce a tenere il passo e rimane bloccato dietro lo scenario. Acune sezioni di minigiochi richiedono l’aiuto del secondo personaggio e ci è toccato passare all’altro personaggio, ma abbiamo presto capito che era scomparso e abbiamo dovuto ripristinare la sessione.

Purtroppo spesso è capitato che il gioco non ha tenuto traccia dei collezionabili trovati ne di quanti ne abbiamo trovati durante un livello. Ci è anche capitato che quando abbiamo sbloccato qualcosa di nuovo si bloccava il gioco. A volte abbiamo risolto tornando al menu principale altre volte riavviando il gioco. Speriamo che risolvano presto questi problemi tecnici con qualche patch.

Livelli e Layout

I livelli in PAW Patrol The Movie: Adventure City Calls si uniscono tutti in uno. Tutti i livelli sono ambientati in Adventur City, tutti hanno lo stesso sfondo della città, gli stessi coni della polizia da saltare, tende da sole su cui rimbalzare e casse da utilizzare come piattaforme. Anche i layout sono tutti lineari. Questo rende il gioco molto molto semplice e ripetitivo. Ma non per i bambini piccoli, a loro va bene anche cosi.

Mini giochi

Al di fuori dei livelli della storia principale, i giocatori possono anche saltare in uno dei quattro minigiochi. Questi si sbloccano mentre giochi, non sono tutti disponibili fin dall’inizio.

Time Trial: le stesse sfide del veicolo che troverai nei livelli principali, ma questa volta con un timer;

Collect-Them-All, dove i giocatori devono raccogliere tutte le prelibatezze dei cuccioli in una piccola area contro il tempo;

Corsa ad ostacoli, in cui i giocatori devono correre e saltare attraverso un numero di segnalini in una piccola area;

Pup Pup Boogie, la risposta dei Paw Patrol alla DDR.

I mini giochi riescono a prolungare un pò l’esperienza e a renderlo leggermente un pò più profondo. Ogni livello ha una sezione di guida (occasionalmente sostituita con il nuoto o il volo) in cui i giocatori muovono un veicolo su tre corsie, evitando gli ostacoli imminenti e raccogliendo biscottini per cani. Quindi ogni cucciolo ha una manciata di abilità uniche da usare: Marshall può spegnere gli incendi e tagliare la legna, che occasionalmente costituisce un ostacolo. Il nuovo personaggio Liberty può fiutare una scia.

Conclusione

Giocando su PS5 per la recensione, abbiamo riscontrato un paio di arresti anomali che ci hanno richiesto di chiudere il gioco e ricaricarlo. L’ho giocato insieme ai miei figli e purtroppo a mio parere non è un gioco che vale quel prezzo. I tempi di caricamento sono lunghetti. A volte si blocca e bisogna riavviare. Ma ci sono un sacco di prelibatezze da collezionare, afferrare cuccioli che cambiano colore e afferrare distintivi. L’azione è lenta, ma ricordiamoci che è un gioco per bambini. Ci sono anche le sezioni veicolari sporadiche, in cui ti viene detto di raccogliere ancora più prelibatezze e una manciata di minigiochi sbloccabili a cui puoi giocare ogni volta che vuoi dal menu principale. Le trame sono molto meno dettagliate di quelle del suo predecessore. Il controllo e il gameplay sono relativi al gioco  e su questo non abbiamo nulla da ridire. Il gioco gira a 60 fps. Il sonoro non è niente male, melodie orecchiabili soprattutto per i più piccini. Non me la sento di buttare troppo giu il voto della recensione perchè ritengo che essendo un gioco per bambini è perfetto, anche se spero vivamente correggano almeno gli arresti anomali e i problemi con l’ IA del secondo personaggio.


Giovanna

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.