NintendoRecensioneSwitch

Paper Mario: Il portale millenario – Remastered – Recensione

Paper Mario: Il portale millenario – Remastered – Recensione

Paper Mario: Il portale millenario è la remastered del gioco che uscì nel 2004 per GameCube, finalmente arriva tra le nostre mani per Nintendo Switch dopo 20 anni dall’uscita dell’originale. Potete iniziare anche a giocare da questo gioco anche se non avete mai giocato i giochi precedenti. Posso affermare con certezza che da anni e anni questo capitolo viene considerato il gioco per eccellenza della serie. L’Intelligent System ha svolto un lavoro eccellente nel preservare e nello svecchiare il comparto tecnico del gioco originale. Sono stati inclusi vari contenuti inediti e meritevoli oltre a dei miglioramenti. Su GameCube c’erano elementi che non sembravano affatto fatti di carta, mentre qui tutto  lo è ed è arricchito da nuove animazioni e effetti sonori.

Paper Mario: Il portale millenario – Remastered

Questo capitolo è diverso dall’ultimo, per chi ha giocato solo l’ultimo vi dico sin da subito che questo è diverso, bisogna capire che è una rIproduzione di un gioco che in realtà è uscito 20 anni fa, invecchiato bene e rimodernizzato. Forse non tutti sanno che il nome gli venne dato dalla divisione americana di Nintendo che aveva trovato l’idea di Naohiko Aoyama di realizzare questo tipo di Mario molto ispirata. Tra i vari titoli di Paper Mario non esiste una cronologia, l’Intelligent System per ogni capitolo ha proposto meccaniche diverse per proporre esperienze diverse.

Il gioco era ed è un mix di umorismo abbastanza demenziale ma piacevole e situazioni sopra le righe.

Per quanto riguarda i miglioramenti alla qualità della vita sono sottili ma tangibili e riescono a svolgere il loro compito alla perfezione snellendo l’esperienza. Come ad esempio la ruota coi nostri compagni aiuta a cambiare il personaggio comprimario molto facilmente, con la pressione di un tasto e possiamo accedere facilmente alle sue abilità peculiari.

Trama

La trama è abbastanza articolata, i dialoghi sono tantissimi, il gameplay risulta molto divertente e i personaggi hanno tanta personalità. Vediamo Luigi che descrive dettagliatamente la sua avventura in solitario e fa addormentare anche Mario.

Non ci sono mappe, ciò non aiuta, rende tutto un pò confusionario.

Il combattimento a turni è onnipresente, come in Super Mario RPG i giocatori devono selezionare le mosse e premere i tasti a tempo per infliggere più danni.  Abbiamo a disposizione delle spille da acquistare o da trovare durante il gioco, le spille ci donano delle abilità extra. Con esse, infatti, possiamo migliorare la nostra difesa o ottenere nuove abilità. Equipaggiando più spille essegà nando i punti spilla e i punti fiore possiamo utilizzare le mosse in combattimento. Siamo noi a scegliere cosa aumentare o se aggiungere HP.

Durante il nostro viaggio troveremo un cast originale che si unisce a Mario, ogni personaggio ha la sua storia e un potere diverso da utilizzare nel gioco e, in più, delle abilità specifiche. Alcuni sono più utili di altri in certi combattimenti, siamo liberi di scegliere il personaggio da usare per la maggiorparte del gioco.

Possimo anche controllare Peach e Bowser tra i vari capitoli. Come al solito Peach è stata rapita e la controlliamo in delle sezioni di fuga. Browser invece è in una missione personale, infatti lo guidiamo in piccole sezioni brevi e divertenti.

Mario ottiene i suoi “poteri” facenosi “maledire” o dai suoi compagni di avventura.

Goombella è astuta, ha tanti consigli e suggerimenti, tutti rivisti e ampliati.
Cannonio l’ammiraglio.
Bob-omba che distrugge muri e rocce
Koopaldo il timidone col guscio boomerang
Madame Spirù che può scovare degli elementi dagli scenari cosi da svelare dei nuovi passaggi.

Il cast di comprimari include non solo personaggi iconici come Peach, Luigi o Bowser, ma anche e soprattutto una lunga serie di alleati e antagonisti inediti ben caratterizzati.

Il nostro compito è trovare le Gemme Stella per aprire il Portale MIllenario situato sotto la città, Fannullopoli. Il portale contiene un tesoro leggendario ambito da tutti, compresi i rapitori di Peach.

Gameplay

In Paper Mario: Il Portale Millenario possiamo esploraare, combattere e chiacchierare qua e la, inoltre dobbiamo svolgere dei compiti secondari e dobbiamo scoprire i segreti nascossti. Si tratta di un gioco abbastanza semplice e non esageratemente lungo, adatto a tutti, spensierato e piacevole. Il gameplay è più lineare di quello di Origami King e dei titoli più recenti, ci sono anche meno iterazioni con l’ambiente.

A differeza della versione GameCube su Switch la fluidità passa dai 60 fps ai 30 fps. Questa scelta non ha alcun impatto sul gameplay. Per quanto riguarda i miglioramenti alla qualità della vita sono sottili ma tangibili e riescono a svolgere il loro compito alla perfezione snellendo l’esperienza. Come ad esempio la ruota coi nostri compagni aiuta a cambiare il personaggio comprimaria molto facilmente, con la pressione di un tasto e possiamo accedere facilmente alle sue abilità peculiari.

Le maledizioni

Le maledizioni sono dei power-up che otteniamo proseguendo nella storia e insieme alle abilità uniche cominciamo delle sessioni di backtracking.

Il combat system punta tutto sull’immediatezza.

Abbiamo a disposizione, con ogni personaggio attacchi , abilità uniche da apprendere. Nelle fasi più avanzati possiamo anche scegliere un personaggio comprimario che ci affianca. Infatti possiamo giocare al massimo con un amico, sfruttando al meglio ogni abilità dove  è difficile avere la meglio. Il gioco ci mette a disposizone dei punti vita, punti fiore e degli oggetti sia offensivi che difensivi per vincere gli scontri.

Attaccando o difendendoci dobbiamo eseguire una breve azione a tempo che, in caso di successo, ci consente di aumentare il danno inferto o ridurre il danno subito. Grazie a questa dinamica possiamo ottenere il favore della platea composta da Toad, Shy Guy, Goomba, Koopa e tanti altri. Man mano che riusciamo ad ottenere il loro favoritismo il numero di spettatori aumenta e possiamo ricaricare la barra per le tecniche speciali in modo più rapido.

Inoltre per completare il tutto c’è un sistema di tessere che servono per creare delle build per rendere Mario più idoneo a sconfiggere certi nemici. Per usufruire delle tessere dobbiamo rispettare il massimo di punti tessera che abbiamo a disposizione. Il tutto è stato reso vario e strategico per appagaere un pò tutti.

Conclusione

Su questo gioco non si può dire assolutamente nulla, è un classico senza tempo. Nintendo e l’Intelligent System hanno svolto un lavoro eccezionale, il titolo si difende ottimamente e non invecchia mai. Le texture sono state rifatte da zero ed è stata aumentata la risoluzione, l’illuminazione e le geometrie e tanti piccoli dettagli. Anche artisticamente hanno allineato lo stile ai titoli più recenti. La nuova illuminazione risalta ancora di più le ambientazioni e la palette di colori che è stata anchessa rinnovata. I miglioramenti grafici si notano subito e donano nuova vita al titolo, cosi come i miglioramenti sul sonoro. Anche la traduzione è stata aggiornata e ha ricevuto dei miglioramenti. Ogni personaggio è caratterizzato in modo meraviglioso e rende il gioco vivo e coerente. A distanza di 20 anni il gioco risulta ancora attuale, divertente e sorprendente.

Tutte le migliorie che sono state fatte non hanno intaccato l’opera originale, infatti in alcuni momenti si capisce che è comunque un vecchio titolo ma non rovina l’esperienza. Non si può non consigliare questo gioco a tutti gli appassionati dei giochi Nintendo e soprattutto a tutti gli appasionati del nostro amato idraulico Mario.


Giovanna

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.