Nintendo vince una causa legale contro il sito Uberchips.com.

Si porta a casa due milioni di dollari.

Quando si parla di pirateria, si sa che Nintendo è sempre nei paraggi.

Un po’ come accaduto nel caso di Tom Dilts Jr., fondatore di Uberchips.com nel maggio 2020.

L’accusa gli è stata rivolta dall’azienda giapponese in quanto sul sito venivano venduti degli strumenti con cui i giocatori potevano hackerare la propria Nintendo Switch.

Pertanto è partita tutta una discussione legale che solo ora ha avuto i suoi esiti.

Infatti il tribunale distrettuale del nord dell’Ohio ha condannato Tom a pagare 2 milioni di dollari alla compagnia.

Inoltre gli è stato imposto il divieto di vendere gli strumenti e l’obbligo di distruggerne tutte le scorte ancora non vendute.

Insomma. Ancora una volta a vincere contro la pirateria è la grande N che torna a casa con una bella somma.

Fonte, Fonte 2

 

Lollo

Videogiocatore sin dal 2007, a partire dal Nintendo DS, curioso, ingenuo, ma simpatico. Oltre all'hobby per i videogiochi, che ho sempre considerato un' arte,m' intendo di archeologia, sono stato boy scout per 8 anni e aiuto nel tempo libero gli amici. Una vita faticosa la mia, ma assai meritata.