Nintendo di nuovo nei guai per il Joy-Con Drifting.

UFC-Que Choisir cita in giudizio la casa di Kyoto!

Dopo 4 anni, Nintendo non ha ancora risolto del tutto il drifting che colpisce migliaia di Joy-Con nel mercato. Neanche con la riparazione gratuita!

E nel frattempo che cosa mai poteva capitare? Tante cause legali contro la casa di Kyoto!

Un esempio è quella di un inglese che, dopo 8 mesi, ha avuto buoni esiti, ma stavolta le accuse arrivano dalla Francia.

In parole povere dalla UFC-Que Choisir, l’organizzazione francese dei consumatori.

Questa ha citato in giudizio Nintendo accusandola di pratiche di anti-consumismo e di obsolescenza programmata.

In particolare spiega che il problema è dovuto o a un obsolescenza prematura dei circuiti stampati o alla quantità di detriti e polvere all’ interno dei controller.

Tuttavia critica l’azienda perché non ha fatto nulla dal punto di vista produttivo per arginare il problema in modo definitivo!

Segue la dichiarazione dell’ UFC – Que Choisir:

 

Anche se Nintendo era stata informata di questo malfunzionamento, ha scelto di non modificare i componenti soggetti a questo guasto.

La natura del guasto, la sua frequenza con i giocatori, la durata limitata di questi prodotti e l’inerzia del produttore, comunque, informato del malfunzionamento…

Queste sono tutte prove che suggeriscono che Nintendo è impegnata in pratiche di obsolescenza programmata.

L’UFC-Que Choisir ha quindi sporto denuncia alla Procura della Repubblica di Nanterre. La nostra associazione chiede ancora una volta a Nintendo di rivedere la produzione dei suoi controller per evitare l’apparenza quasi sistematica di questo fallimento tecnologico.

 

Fonte

 

Lollo

Videogiocatore sin dal 2007, a partire dal Nintendo DS, curioso, ingenuo, ma simpatico. Oltre all'hobby per i videogiochi, che ho sempre considerato un' arte,m' intendo di archeologia, sono stato boy scout per 8 anni e aiuto nel tempo libero gli amici. Una vita faticosa la mia, ma assai meritata.