PS5Recensione

Morbid: The Lords of Ire – Recensione

Morbid: The Lords of Ire – Recensione

Morbid: The Lords of Ire è il nuovo titolo sviluppato da Merge Games, sviluppato da un picolo team. Si tratta del sequel di Still Running, Morbid: The Seven Acolytes.

Ci troviamo a giocare nei panni di Striver, un guerriero che ha come compito uccidere i cinque Accoliti, non ho capito se sono solo cattivi o cattivi e posseduti da qualcosa. Ogni accolito è in un’area diversa. Andando avanti ho capito invece,  incontriamo vari nemici da affrontare e gli Accoliti sono posseduti da “Ghalars” dobbiamo cercare di liberarli.

La parte centrale del gioco non è ne la trama ne la recitazione vocale ma bensi il combattimento e la progettazione dei livelli.

Combattimento

Beh devo innanzitutto dire che non è come gli altri soulslike. Bisogna equipaggiare un’arma, questa ha un set di mosse specifico che condivide con armi simili, da qui iniziamo a distruggere. R1 e R2 sono die attacchi, diversi fra loro. Ogni nemico ha due barre, una degli HP in alto e una barra che determina se barcolla e una volta piena ci consente di effettuare un attacco più forte. Man mano mi sono abituata e ho imparato a combinare i due attacchi per far scalare entrambe le barre del nemico, in genere i nemici hanno una specie di blocco sulla barra inferiore che riduce la quantità di danni che possiamo fargli.

Abbiamo un’enorme ascia, una pistola monouso da usare per gli attacchi a distanza che si carica quando uccidiamo un nemico. Possiamo anche riuscire a parare un attacco nemico per poi colpirlo con un attacco più forte e mirare a far calare gli HP. Se riuscite a imparare il set di mosse dei nemici e a combinare gli attacchi il sistema funziona perfettamente.

Con la pressione di uno dei tasti possiamao effettuare il tiro completo e possiamo schivare usando un altro tasto. Io personalmente ho preferito attaccare che schivare, aiutandomi con qualche parata.

Follia

Mi sono resa conto che nel gioco c’è un sistema che aggiunge un tocco diverso, la follia, man mano che giochiamo e sconfigiamo i nemici la sanità mentale del nostro personaggio aumenta, diminuisce o resta neutrale. Se aumenta la follia aumenta anche il moltiplicatore di esperienza e diminuisce il consumo di resistenza e infliggiamo più danni alla guardia.
Se la follia invece diminuisce il danno che facciamo e subiamo aumenta, se il livello della barra è basso possiamo vedere spettri di nemici sconfitti da poco. Attenzione però anche gli spettri possono recarci danni anche se sono più facili da uccidere.

Il level design

Per quanto riguarda i nemici c’è una buona varietà di nemici e svolge un buon lavoro anche sul level design. I nemici sono abbastanza impegnativi da affrontare ma tra parate atacchi, rotolate e distruzione ne veniamo fuori anche contro tre o quattro di loro in un colpo solo. Inoltre oltre al boss principale che troviaamo alla fine di un determinato percorso c’è anche un boss laterale opzionale. Anche i boss hanno una buona varietà e sono divertenti. Armatevi di pazienza perchè è un souls in tutti i sensi, pazienza e apprendimento degli schemi di movimento dei boss, senza non andrete da nessuna parte.

Inoltre a volte troviamo un percorso separato per arrivare al boss opzionale, ma di per se per la maggiorparte i livelli sono lineari.

Progressione

Il sistema di esperienza avanza man mano che giochiamo e sconfiggiamo i nemici, guadagniamo esperienza e aumenta il nostro moltiplicatore di esperienza. Inoltre aumenta anche quando raggiungiamo l’illuminazione, in caso di morte torna a zero. Nel momento in cui la nostra barra di esperienza è piena veniamo ricompensati con un punto abilità che dobbiamo salvare . Per fare qualcosa abbiamo bisogno di cinque punti abilità.

Sistemi di benedizione

I sistemi di benedizione vengono sbloccati subito, si tratta di un mix di sistemi di aumento di livello e di anelli. Possiamo equipaggiare varie benedizioni negli slot (tre slot sbloccabili) e possiamo aggiornate le benedizioni coi punti abilità accumulati. Esistono varie benedizioni come quella per aggiornare gli HP e la resistenza, potremmo aumentare anche guarigione o velocità e rigenerare la resistenza.

Le benedizioni possono essere aggiornate due volte ognuna, la seconda costa 20 punti abilità e ci fornisce anche qualcosa di più importante e utile.

Potenziamenti

Inoltre nel gioco è stato inserito un sistema per potenziare armi e slot per gemme,mentre giochiamo troviamo delle rune da inserire nelle armi. Grazie ad esse ci fanno ottenere alcuni vantaggi tra cui un aumento dei danni, sia un costo che una velocità ridotta. Per infondere l’arma dobbiamo riempire tutti gli slot, questo consuma le rune e aumenta le statistiche di base in base a quello che bbimo negli slot.

L’arma può essere infusa due volte e possiamo creare una Grande Runa con un oggetto consumabile che ha una percentuale di tutte le rune precedenti che abbiamo usato.

Grafica

Graficamente è stato migliorato, il design non è niente di entusiasmante ma nel complesso niente male. Nelle varie scene ci sono tanti schizzi di sangue quando colpiamo i nemici ed è anche divertente vederli. Ovviamente si nota che il gioco ha una natura economica. I menu e l’interfaccia utente sembrano dei segnaposti e sono davvero semplici. Tenete comunque conto che il gioco è stato realizzato da un piccolo team senza tutte le attrezzature e i gingilli che hanno i grandi team.

Conclusione

Morbid: The Lords of Ire è un gioco che si lascia giocare, man mano che ti abitui ai sistemi di combattimento e a tutto il resto il gioco ti fa divertire. Anche non avendo avuto un budget per la realizzazione il combattimento scorre bene e ci sono tane cose da fare a pezzi. Nell’insieme non è affatto male, non è il migliore soulslike ma è stato ben realizzato. Non posso non consigliarlo anche perchè ha un ottimo rapporto qualità prezzo, soprattutto per i fan.


Giovanna

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.