King of Seas – Recensione (Nintendo Switch)

KING OF SEAS – RECENSIONE (Nintendo Switch)

“Spiega le vele, prepara le tue armi e lanciati nel cuore della tempesta per vendetta, con il nuovo gioco sviluppato dai ragazzi di 3D Clouds.” 

King of Seas è un titolo indie basato sul mondo dei pirati creato dai ragazzi di 3D Clouds in tutta la loro libertà creativa senza nessun intervento da parte dei publisher. Lo studio di 3D Clouds è interamente italiano ed è nato da più o meno 5 anni. È composto all’incirca di 20 persone tra cui veterani dei videogiochi, come Microsoft, Milestone e Ovosonico, e da un gruppo di giovani artisti e programmatori di talento.

Poco prima dell’uscita di questo titolo, 3D Clouds ha iniziato una collaborazione con Team17, che ha trovato interesse nel portare il titolo nella loro “libreria” di videogame.
Team17 ha però lasciato totalmente campo libero sullo sviluppo del gioco e questa partnership ha creato tante aspettative tra la community.

STORIA

King of Seas è ambientato in un mondo pirata.
Intraprenderai un’avventura epica per far luce ad un complotto dove sei stato incastrato e combatterai per riconquistare ciò che ti è stato portato via.
Naviga per i mari piene di battaglie, isole perdute e tesori, in un universo pieno di personaggi fantastici e missioni mozzafiato mentre userai tutte le tue forze per diventare il Re di tutti i pirati.

GAMEPLAY

A primo impatto King Of Seas fa subito pensare al titolo di Rare, Sea of Thieves.
Anch’esso ambientato in un mondo pirata con combattimenti navali ma con la differenza che il titolo di 3D Clouds è interamente in single player, pensato per poter attrarre tutti i giocatori amanti di questo genere.

Avviato il gioco dovremo scegliere il sesso del nostro personaggio, interpretare Marylou o Luky, figli del Re dei Mari.
Qualunque sia la scelta non influenzerà il corso dell’avventura.
Ora siamo pronti a partire!

Il primo incarico che ci verrà affidato sarà quello di fare una consegna a nome di nostro padre in un porto vicino.
Questo ci servirà per capire un po’ la meccanica del gioco, soprattutto per la navigazione del nostro veliero.
A nostra disposizione avremo una mappa dove saranno indicate le missioni che ci verranno assegnate, sia principali che secondarie.
I comandi per guidare la nave non sono complessi, ogni tasto dei Joy-Con ha la sua funzione, l’importante è tenerli bene a mente!
Si può infatti controllare ogni movimento della nave, scegliendo di alzare o abbassare le vele fino a 3 livelli, regolando così anche la sua velocità e avere la possibilità di virare al momento giusto per evitare minacce improvvise.

Il mondo di gioco è composto da un vasto oceano con isole sparse quà e là, che man mano andremo a scoprire.
Tutto è generato proceduralmente, per cui ogni partita offre una geografia diversa.

Possiamo ben dire che il gameplay si trova a metà tra l’avventura open world e il gioco di strategia.
Difatti i combattimenti tra le navi sono in tempo reale e possono essere affrontati facendo affidamento su cinque diverse tipologie di navi tutte personalizzabili.
Inoltre, sarà possibile assumere una ciurma sempre più varia e specializzata. Ci saranno poi a disposizione un set di venti abilità tra cui scegliere, dove si aggiungono anche tre tipi di talenti, che migliorano le statistiche di Navigazione, Battaglia e Voodoo, ossia le alterazioni di status come rallentamento e avvelenamento.

Durante le battaglie in mare, come armi per difenderci dagli attacchi avremo a disposizione i cannoni sia dal lato destro che dal lato sinistro della nostra imbarcazione.
Ad inizio avventura non saremo molto forti per cui è sempre meglio evitare di ritrovarsi in scontri con più navi nemiche.
Se la nostra nave viene danneggiata potremmo ripararla con il kit di riparazione che si può acquistare al mercato dei porti. In caso non li avessimo a portata di mano, le riparazioni si possono fare dal carpenterie dopo che si è attraccati al porto.

STRUTTURA

Come detto più su, King of Seas è un gioco single player, ma la longevità arriva ad una ventina di ore, grazie alle numerose attività da portare a termine, alle sfide con le altre navi pirata e alle battaglie contro alcuni mostri leggendari del mare e sopratutto la caccia al tesoro.
Gli scontri tra le navi simulano abbastanza quelle reali ma in King Of Seas le palle di cannone hanno particolari poteri e si possono acquistare nei porti.
Un’ idea riuscita alla grande quella di utilizzare queste abilità basate sul realismo tradotte in chiave fantasy.

Il gioco presenta uno stile grafico dettagliato e vivace, accompagnato da un ciclo di giorno e notte e da cambiamenti atmosferici che variano tra vento e tempeste.
La realizzazione del mare è qualcosa di meraviglioso, quello specchio blu circondato dal cielo, ti fanno davvero venir voglia di tuffarti in acqua!

Le navi sono realizzate molto bene e piene di dettagli, che però si possono vedere meglio al massimo dello zoom.
L’intera avventura è basata su una visuale molto ampia, vista dall’alto.
A mio parere più comoda per tenere bene la rotta e per non perdere luoghi interessanti, magari dove raccogliere tesori.

Le musiche che accompagnano tutta l’avventura riescono a coinvolgerti perfettamente facendoti sentire proprio l’atmosfera piratesca che questo titolo sa dare.

L’unico punto negativo, a mio avviso, è il bilanciamento della difficoltà.
Nel gioco si possono scegliere fino a 5 livelli di difficoltà. Anche selezionando la più facile, come ho fatto io (non essendo un veterana di questo genere), ho trovato problemi nel vincere i combattimenti navali.

CONCLUSIONE

Il team di 3D Clouds ha fatto un buon lavoro con King Of Seas, facendosi strada tra gli sviluppatori italiani.
Questo indie propone un’avventura tra action RPG e roguelike. Per chi ama questa tipologia di gioco, è un titolo che non deve lasciarsi sfuggire.
A parte un po’ la difficoltà delle battaglie, il gioco è realizzato perfettamente.
Sia la grafica che la musica riescono a coinvolgerti senza nessun dubbio.
Se non avete mai provato un titolo come questo, prendetelo a occhi chiusi. Specialmente perché dietro le quinte c’è un team tutto italiano il quale è riuscito a soddisfare le aspettative che si erano create intorno a King of Seas.
Complimenti ai ragazzi di 3D Clouds!

– Disponibile da oggi sull’eShop  al prezzo di 19,99 €. 

– Lingue:
Tedesco, Inglese, Spagnolo, Francese, Italiano, Giapponese, Coreano, Russo, Cinese.