Crea sito

Kandagawa Jet Girls: la recensione

Un genere, una rarità

Le produzioni basate sulle corse di moto d’acqua son diventate delle rarità ormai. Negli anni novanta, il genere trovò la giusta popolarità grazie a Nintendo con il suo Wave Race64, un capolavoro del suo genere che confermò il proprio successo nel suo diretto seguito, sviluppato su GameCube e pubblicato nel 2001. Da allora, salvo alcuni tiepidi tentativi, lo sviluppo di racing game basate sulle agili moto d’acqua è andato via via scemando, tant’è che le produzioni più moderne e di sviluppo recente non sono altro che limitatissimi palliativi per mobile successivamente convertiti su console.

A tentar di colmare questo vuoto oggi sul mercato, ci pensa Marvelous! Con il suo Kandagawa Jet Girls. Videogioco basato su corse acquatiche, e tratto dall’omonimo manga che sta andando tanto in voga in Giappone. Forti di un fanservice basato su ragazzine dalle forme abbondanti, riusciranno gli sviluppatori nell’intento di ridare nuova linfa vitale al genere? Scopriamolo insieme…

Kandagawa Jet Girls: la recensione

Un po’ Wave Race, un po’ Mario Kart

Se siete abbastanza vecchi tanto quanto il tizio che sta scrivendo questa recensione e avete vissuto abbastanza generazioni di console, giocando a Kandagawa Jet Girls noterete, almeno ad una prima occhiata, delle palesi somiglianze con i titoli sopracitati. Sviluppato da SHADE inc. sotto l’ala protettrice di Marvelous!  Kandagawa Jet Girls propone una formula di racing game basato sulla cooperazione di due personaggi a bordo di un jet sky dal dalle linee futuristiche.

Sebbene l’idea di fondo non sia del tutto originalissima, il pretesto di dover assegnare una coppia di ragazze ad una singola moto d’acqua trova una sua funzionalità a livello narrativo. Ma parlando di vera e propria narrazione in sé, c’è ben poco da dire: sostanzialmente in Giappone, il “Jet-Racing” è diventato uno sport estremamente popolare, e la protagonista della vicenda Rin Namiki, aspira a diventare una Jetter leggendaria proprio come sua madre prima di lei. A questo punto, la piccola Rin in coppia con la bella Misa Aoi, cercherà di farsi strada verso la gloria sfidando tutte le Jetter avversarie in competizione. Come si può notare, la trama abbastanza basilare non è altro che un pretesto narrativo per dare il via alle competizioni che ci attenderanno in un susseguirsi di gare senza esclusioni di colpi.

Kandagawa Jet Girls: la recensione
Adrenalina a base di pistole d’acqua

Essendo essenzialmente un racing, in Kandagawa Jet Girls l’approccio iniziale risulterà fin da subito immediato. Un comodo tutorial totalmente opzionale getterà le basi fondamentali per gareggiare in totale scioltezza, mentre il layout dei controlli predefiniti risulterà accessibile dalla maggioranza dei giocatori, nonostante ci sia la possibilità di personalizzarli a piacimento.
Il fulcro del gameplay è focalizzato nel riuscire a raggiungere il traguardo cooperando con la propria compagna a bordo del Jet sky. Difatti, mentre la jetter si occuperà di guidare il veicolo, la compagna a suo fianco dovrà preoccuparsi di armeggiare con le varie armi ottenute sul percorso in maniera tale da tenere a debita distanza gli avversari.

Questa manovra, sebbene possa sembrare macchinosa ad una prima occhiata, a conti fatti risulta intuitiva; poiché se il giocatore sarà impegnato a sparare con le armi da fuoco, la cpu prenderà temporaneamente possesso del veicolo guidandolo in automatico fino all’esaurimento delle munizioni.

Parlando ancora delle armi da fuoco, esse potranno essere reperite passando sopra a dei contenitori casuali come nel più classico dei Mario kart, ce ne sono in tutto otto e differiscono per velocità, rateo di fuoco, e gittata.
Nel dettaglio le armi utilizzabili a disposizione del giocatore sono le seguenti:

Il Fucile d’assalto: l’arma in dotazione per tutte le shooter, l’unica che si potrà usare se non si raccoglieranno altre armi durante il percorso.
Fucile a pompa: classica arma devastante a corto raggio, ma che perde efficacia se le avversarie stanno a debita distanza.
Fucile da cecchino: efficace dalla lunga distanza, può trapassare più avversari con i suoi proiettili perforanti.
Lanciamissili: con un solo colpo a disposizione, il missile guidato colpirà il bersaglio a portata di tiro causando ingenti danni.

Doppie pistole: fornite di un’ottima maneggevolezza con la possibilità di causare doppi danni.
Gatling: arma dall’attivazione tardiva , contraddistinta da un rateo di fuoco elevato.
Lancia granate: raggio d’azione limitato ma potenza devastante.
Mina: piazzata a pelo d’acqua, può causare ingenti danni a più avversari contemporaneamente.

Le bocche da fuoco non saranno le uniche caratteristiche peculiari di Kandagawa Jet Girls. Durante la corsa, le ragazze saranno in grado di eseguire delle vere e proprie mosse acrobatiche sfruttando determinate rampe di salto sparse sui vari percorsi. Questi Trick se eseguiti correttamente, forniranno velocità aggiuntiva, un breve periodo di invincibilità, e contribuiranno a ricaricare la barra E.P.D., utile ad eseguire una mossa speciale “unica” se verrà caricata completamente.

Minigiochi che passione

Tra una gara e l’altra, ci sarà la possibilità di imbattersi in diversi minigiochi con i quali guadagnare tanta valuta in gioco, utile ad acquistare una folta varietà di articoli diversi. Nel dettaglio, i minigiochi disponibili sono in totale quattro, e possono essere giocati liberamente in qualsiasi momento. Tra essi troviamo…
Il Jet Machine Washing: come facilmente intuibile, si tratta di lavare il proprio jet sky premendo correttamente i pulsanti suggeriti a schermo.

Il Mopping: trattasi di un rapido lavaggio di pavimenti in perfetto stile Mastro Lindo. Qui bisognerà muovere la ragazza a destra e sinistra nel tentativo di pulire più pozzanghere possibili, evitando gli ostacoli.

Running Machine: l’obiettivo qui è quello di premere ripetutamente il pulsante per mantenere la velocità della ragazza mentre corre sul tapis roulant, cercando al contempo di raccogliere più cuori possibili.

Air Real: questo minigioco è incentrato sulla giusta esecuzione dei trick. Più manovre acrobatiche saranno eseguite, più punti si riceveranno.
Ogni minigioco affrontato sarà contraddistinto da un tempo limite, mentre la valuta ottenuta sarà direttamente proporzionale al livello di difficoltà selezionato. Dunque maggiore sarà la difficoltà, maggiori saranno i guadagni ricevuti.

Alta marea statica

Sul fronte prettamente grafico il titolo Marvelous! presenta sia alti che bassi, peccato che questi “bassi” siano abbastanza ingiustificati, considerando l’hardware di riferimento su cui il gioco è stato sviluppato. Ma passiamo prima alle note positive: esteticamente Kandagawa Jet Girls si presenta davvero bene, con una grafica colorata e una resa al dettaglio delle ragazze, tale da confonderlo spesso con l’anime.

Peccato che tutta questa bellezza visiva vada a scapito della realizzazione tecnica, perché stando alla versione per PlayStation4Pro da noi giocata, il titolo soffre di importanti problematiche: quali un marcato tearing, una resa praticamente inesistente delle onde, e rallentamenti a dir poco ingiustificati, che si verificano in sezioni di relativa tranquillità, laddove il motore grafico non è mai particolarmente stressato da chissà quali dettagli contemporanei su schermo..! A questo punto, crediamo che il problema principale sia stato proprio quello di affidarsi allo Unity Engine come base di sviluppo. Tuttavia, confidiamo su un supporto sostenuto post lancio che corregga almeno in parte, molte delle problematiche elencate.

Longevità e considerazioni finali

Cavallo di battaglia dell’intera produzione: sul fronte contenutistico Kandagawa Jet Girls dà il meglio di sé offrendo al giocatore un corposo story mode che ripercorrerà le vicende di ogni singola coppia di ragazze coinvolte nella competizione. Ad infarcire l’offerta, segnaliamo anche la presenza di modalità extra come il free mode, il time attack, e la modalità online per competere con gli altri giocatori.

Ma la vera ciliegina sulla torta, è rappresentata dalle infinite possibilità di personalizzazione delle ragazze e delle relative moto d’acqua, caratteristica che da sola garantirà ore ed ore di divertimento e farà la gioia degli appassionati.

Tirando le somme…

In definitiva, Kandagawa Jet Girls è un titolo più che discreto, che saprà regalare qualche ora di spensieratezza anche per chi non è  particolarmente interessato all’anime. Dunque acquistatelo senza indugio, soprattutto se siete affamati di un genere che al giorno d’oggi è praticamente sparito.

VOTO FINALE :

Gabriel85

Classe 85, vecchio quanto basta per definirmi come il prototipo di quel ch'è oggi il Nerd moderno, il mio amore per i videogiochi cammina a pari passo con la passione che provo per l'aviazione militare. Sono un videogiocatore multipiattaforma in quanto, a partire dalla terza generazione di console, le ho possedute praticamente tutte. Ps: sono abbastanza allergico al casual gaming, dunque se la vostra intenzione è quella di invitarmi a fare una sessione di ballo a Just dance... Beh, evitate pure!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.