Crea sito

Immortals: Fenyx Rising – alla salvezza degli Dei – Recensione

Immortals: Fenyx Rising il nuovo Open World di avventura di Ubisoft. Inizialmente il gioco si intitolava Gods & Monsters e fu presentato durante l’E3 2019. In questo titolo vestiamo i panni di Fenyx, un eroe tutto personalizzbile. Fenyx è stato scelto dagli Dei per riportare la pace nel mondo che è minacciato dalla furia del più potente dei Titani  scappato dal Tartaro dove era imprigionato.Tifone ha liberato le sue armate demoniache e sta sradicando l’essenza divina degli Dei. La nostra recensione è per il titolo PS5 e Switch

Immortals: Fenyx Rising

STORIA

La storia  di Immortals: Fenyx Rising si svolge sull’ isola d’ oro, la terra popolata dagli dei dell’Olimpo. In breve tempo, gli abitanti dell’isola vennero quasi debellati, alcuni Dei sono fuggiti per salvarsi. Zeus al suo ritorno, dopo un mese di assenza con Ade, vede quello che sta succedendo e visto che è stato privato dei suoi fulmini da Tifone è costretto a rifugiarsi sulla rupe ai confini del mondo e chiedere consiglio a Prometeo.
Il Titano, che fu incatenato sulla rupe dallo stesso Zeus, gli propone un patto: gli racconta la storia di Fenyx, la giovane mortale in grado di fermare Tifone e riportare la pace.

Se la ragazza vince , Zeus deve liberarlo e farlo tornare nell’Olimpo. Se la ragazza fallisce lui si sarebbe schierato al fianco del re degli Dei per la resistenza contro il figlio di Gea e Tartaro. Ovviamente possiamo scegliere se Fenyx sarà un ragazzo o una ragazza. Fenyx si risveglierà  sull’isola dopo essere capitata in una tempesta e aver subito un nubifragio, tutti i suoi compagni sono stati trasformati in  pietra. Dopo aver modificato un po’ l’aspetto del nostro eroe saremo pronti per la nostra avventura.

Immortals: Fenyx Rising

INIZIO

Iniziando Immortals: Fenyx Rising avremo una sorta di tutorial per imparare i rudimenti di gameplay e l’impostazione generale del gioco. L’esplorazione e l’intera mappa ricca di cosa utili e sfide da affrontare sono i punti focali del titolo. Abbiamo i funghi blu per avere resistenza e melograni per la salute, due elementi essenziali per sopravvivere. L’arma iniziale è l’arma del fratello, la spada d’ Achille e un’ascia e un arco.

Il combat System è basato sull’utilizzo delle armi, pronte all’uso.

COMBATTIMENTO

In difesa Fenyx può schivare gli attacchi cercando di compiere l’azione col tempismo giusto otterremo l’effetto slow motion. Fenyx, inoltre può parare gli attacchi con lo scudo e se eseguiamo anche questa azione nel giusto tempo riusciamo a ridurre la barra della stamina degli avversari. Quando riusciamo a ridurre la loro barra della vita a zero, i nostri avversari resteranno immobili e inermi ai nostri attacchi. I nostri nemici possono sferrarci anche degli attacchi imparabili, infatti vediamo un aurea rossa sul loro corpo e la nostra unica difesa è la schivata.

Notiamo fin da subito la varietà di combattimenti presenti, le animazioni dei combattimenti sono molto curate e ben realizzate. I nemici cambiano spesso pattern di attacco rendendo così lo scontro più adrenalinico. Gli avversari sono di varie tipologie, diversi a seconda della zona dell’isola in cui ci troviamo. Ermes ci aiuterà a sbloccare il nostro hub principale, la sala degli Dei, dove “raccoglieremo” tutte le divinità che soccorreremo completando le missioni primarie e non solo.

ABILITA’ E ARMI

Da soli non ce la possiamo fare, e abbiamo a nostra disposizione l’aiuto degli Dei. Gli Dei ci forniscono abilità e armi per sconfiggere i nostri nemici. Possiamo imbracciare tre tipi di armi tra cui, spade, asce e archi oltre ad avere tre tipi di attacchi, attacchi leggeri, pesanti e a distanza. Inoltre possiamo cambiare arma velocemente, ad ogni attacco corrisponde un tasto specifico del pad. Questo favorisce molto il gameplay che già di suo è ricco di azione e adrenalina.

Un’altra abilità riguarda la capacità del nostro personaggio di volare. Abbiamo a disposizione delle ali, le ali di Dedalo che ci consentono di esplorare meglio la mappa. Possiamo fare delle lunghe planate, ci da una sorta di senso di libertà che riesce ad incastrarsi con la bellezza grafica del gioco.

PROGRESSIONE

Nella sala degli Dei possiamo potenziare le armature e le armi, tutte insieme. Se investiamo le giuste risorse possiamo portare il nostro equipaggiamento dal 1 al 6 livello, accrescendo il nostro DPS e la riduzione danni. Al livello 2 e al 4 possiamo sbloccare dei park unici, di notevole importanza durante i combattimenti.

Con questa idea sono riusciti a risolvere il problema tipico degli RPG, che fa indossare sempre lo stesso equipaggiamento. Così facendo invece, se abbiamo portato gli elementi al 4 livello (o ad un altro) tutti quelli che vinceremo durante il gioco partiranno dallo stesso livello. E inoltre cosi facendo il giocatore viene incoraggiato a sperimentare nuovi pezzi, avendo sempre la stessa efficacia durante i combattimenti.

Immortals: Fenyx Rising

UBISOFT FURFANTELLO

Ubisoft ha preso il meglio di Legend of Zelda: Breath of The Wild e trasformarlo in qualcosa di suo. Alcuni elementi li abbiamo visti li, come la stamina, i livelli con i puzzle e gli enigmi e il sistema di combattimento action. Anche in questo titolo vediamo le aree di gioco e i piccoli dungeon dove il cervello fa la sua parte più della forza. Dobbiamo spostare scatole, tirare leve e aggrapparci sulle piattaforme. Nel terreno troviamo degli squarci che conducono nel Tartaro in cui ci sono dei livelli con enigmi .

I livelli difficili danno ricompense preziose, oggetti da lavorare per potenziare armi, armature e pozioni. Inoltre troveremo anche elementi come l‘ Ambrosia degli Dei o i Fiumi di Zeus molto utili per potenziare la quantità di vita o la potenza delle nostre armi. Non dimentichiamoci delle missioni secondarie, un pò più complesse, come la sfida della Costellazione del Cane Maggiore dove bisogna ragionare e scoprire gli elementi utili per risolvere il rompicapo. Abbiamo da superare anche le Cripte del Tartaro e le sfide Costellazioni che prolungano la longevità e anche l’impegno da mettere nel gioco. Gli enigmi che sono stati inseriti, almeno nel mio caso, mi hanno spinto a completarli tutti prima di passare oltre.

TRAMA

La trama è ben realizzata e il fascino della mitologia greca colpisce. Abbiamo potuto vedere molte figure della Mitologia greca e una grande varietà di nemici, i Giganti, le Gorgoni e le Manticore e vari alleati sparsi sulla mappa. Inoltre ci sono anche altre divinità alleate tra cui Zeus che ci accompagna in tutta l’avventura come voce narrante, con un buon umorismo. Le regioni dell’isola da superare sono sette, sono splendide e coloratissime, colme di dettagli artistici curati e al posto giusto. Efesto, lande meccaniche; Ares terre infuocate e cosi via. Ogni cosa in questo titolo ha una personalità unica .

Anche nelle Cripte del Tartaro vediamo una cura maniacale, meccaniche uniche. Lo stesso vale per la Valle dell’Eterna Primavera, un’ambientazione fiabesca he ospita la Dea Afrodite (Dea dell’amore). Al termine delle cripte, una volta che avremo risolto tutti gli enigmi riuscirete ad ottenere i Fulmini di Zeus, utili a migliorare la nostra stamina.

Non mancano le sfide opzionali, come gare di corsa, di volo o di abilità con arco e frecce in cui cimentarsi e divertirsi.

STILE GRAFICO

Lo stile grafico di Immortals: Fenyx Rising è uno stile cartoon molto vivace e con colori vibranti con una notevole fluidità. Abbiamo apprezzato molto i paesaggi, verdi pianure, alte montagne e molto altro. Il sonoro non è da meno, ha uno stile grandioso. Vi ricordo inoltre che c’è la modalità di ripristino nel caso degli oggetti vengano distrutti o persi potete resettare.

VERSIONE SWITCH

Ubisoft ha dovuto lavorare sul titolo per portarlo su una piattaforma portatile. La versione Swtich gira a 720p, ha subito un calo della vegetazione e della distanza di rendering. Ma tiene solidamente i 30 fps. La Switch risponde bene al nuovo motore grafico Anvil specie grazie alla scelta fatta dal team di non puntare al fotorealismo.  Quindi anche se ovviamente inferiore alla versione Ps5 il gioco è pienamente godibile e diverte in egual modo.

CONCLUSIONE

I rompicapo sono ben elaborati e stuzzicanti, mai troppo contorti basta ragionarci un po’. Nelle Cripte degli Dei troviamo vari dungeon associati alle divinità. Sotterranei con enigmi che mescolano abilità con prove di ragionamento e intuito . La durata totale è variabile, visto che comunque non tutti superano tutti gli enigmi o perché non vogliono o per altri motivi, la media è di 20 ore. Anche se spesso ci siamo ritrovati a fare delle deviazioni e andare alle missioni opzionali. Se volete completarlo tutto ci vogliono circa 40 ore ma tutto dipende dal vostro stile di gioco. Immortals Fenyx Rising riesce  a regalare al giocatore varie sorprese. Gameplay semplice e scorrevole che riesce a donare un esperienza molto piacevole. Narrazione ironica e briosa e a volte anche intensa. A completare il bel lavoro fatto c’è un doppiaggio in italiano davvero eccellente.

Vi ricordiamo che il gioco è disponibile per PC (Download), PS4, PS5, Xbox One, Switch al costo di 59,99/69,99 euro.

VOTO FINALE :

Giovanna

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.