GTA: The Trilogy – The Definitive Edition – Scopriamola insieme

GTA: The Trilogy – The Definitive Edition – Scopriamola insieme. Dopo una serie di rumor che erano saltati fuori alcuni mesi fa e dopo l’annuncio da parte di Rockstar Games il web è esploso. Sopratutto il pubblico di Nintendo Switch per l’arrivo della GTA Trilogy: The Definitive Edition sulla piccola console di casa Nintendo. Oggi vogliamo illustrarvi i tre titoli che milioni di fan hanno amato negli anni addietro.

Avviando la GTA Trilogy: The Definitive Edition ci ritroveremo ad avere fra le mani Grand Theft Auto III, Grand Theft Auto: Vice City e Grand Theft Auto: San Andreas. Tutti migliorati per una nuova generazione. La Definitive Edition introduce nuovi comandi ispirati a GTA V oltre a dei miglioramenti grafici come texture migliorate e perfezionate, miglioramenti ambientali e nuove funzionalità.

Pochi giochi hanno segnato il mercato videoludico come la serie di Grand Theft Auto, capace di riscrivere gli open world con i capitoli usciti su PlayStation 2. Possiamo considerarli delle vere e proprie pietre miliari del settore videoludico. Hanno avuto un grandissimo successo, l’apice però è stato raggiunto con l’ultimo capitolo della serie GTA V. Quest’ultimo ancora oggi, dopo tanti anni, vende milioni di copie e detiene il record di incassi. Il gioco uscì su PlayStation 3 per poi arrivare su PlayStation 4.  Inoltre è in arrivo per PlayStation 5 nel 2022.

Miglioramenti apportati alle nuove versioni:
    • Texture di risoluzione superiore dai giocatori alle armi, dai veicoli alle strade e per molti altri elementi, in grado di garantire una maggiore resa dei dettagli
  • Un sistema di illuminazione completamente rinnovato, con ombre e riflessi migliorati e altro ancora
  • Effetti ambientali perfezionati, come quelli legati all’acqua e al tempo atmosferico o Maggiori dettagli per alberi e fogliame
  • Distanze di visualizzazione superiori, per assicurare nuovi livelli di profondità e di definizione
Funzioni specifiche per le piattaforme di gioco, tra cui:
    • Supporto alla risoluzione 4K con prestazioni fino a 60 FPS per PlayStation 5 e Xbox Series X
  • Supporto NVIDIA DLSS per PC
  • Uso del touch screen per lo zoom, per muovere la visuale e per selezionare i menu, oltre alla mira con giroscopio per Nintendo Switch

Come si può dimenticare il grande Grand Theft Auto III che aveva introdotto per la prima volta quel senso di libertà alla alla serie senza precedenti con seguenze di gioco non lineari che combinavano all’epoca narrazione cinematografica, che fu tanto acclamato dalla crita e dal pubblico, con questa nuova riedizione ritorniamo alle origini per rivivere quella esperienza di tanti anni fa rendendole onore ai capitoli che abbiamo amato.

Grand Theft Auto III

Grand Theft Auto III segna l’avvento del 3D all’interno della saga. Tutto ebbe inizio a Liberty City. Grand Theft Auto III, un titolo che all’epoca fù rivoluzionario, ci consentiva di andare dove volevamo a rapinare passanti. Potevamo fare tutto quello che non si poteva fare in un gioco. Il gioco ci mette al centro di un mondo criminale in cui farci strada. L’originale uscì nel lontano 22 ottobre del 2001, fu un successo assoluto. un titolo in grado di offrire una libertà senza limiti e senza precedenti con una meccanica di gioco non lineare, combinato con una narrazzione cinematografica mai vista. Il gioco su PlayStation 2 fù il titolo più venduto su console.

La storia che ci propone Rockstar, ci vede vestire i panni di Claude (un idraulico) un malvivente di strada che viene tradito dalla propria ragazza durante una rapina andata male. Infatti Claude viene catturato, arrestato e giudicato colpevole per i suoi crimini. Durante il suo trasferimento in carcere accade un imprevisto, i prigionieri vengono tutti liberati per le strade di Liberty city, una città allo sbando completo controllata da diverse bande mafiose alle prese con differenti traffici illeciti.

Il nostro personaggio per muoversi attraverso la città potra usare diversi metodi. Claude può usare le auto o può anche prendere la metropolitana, ma fate attenzione specialmente se la prendete di notte ci saranno tantissimi malviventi pronti a derubarvi. Inoltre Claude può usare la barca, il treno o l’aereo.

Grand Theft Auto III è il meno dispersivo della trilogia. Il team ha cercato di ammodernare il gameplay adottando, come abbiamo detto, dei comandi simili a GTA 5. Queste migliorie non riescono a farsi apprezzare come dovrebbero, il peso degli anni si sente soprattutto nelle fasi shooting. Anche la direzione narrativa risulta un pò scarna se paragonata con i giochi di RockStar degli ultimi dieci anni. Ovviamente questo capitolo è anche quello più vecchio della serie e quindi forse anche per questo risulta quello che ha subito un restyling che risulta più altalenante a livello di qualità. Inoltre presenta anche numerosi glith e bug anche se il trattamento 4k ha ringiovanito le texture datate. Scegliendo il preset grafico Prestazioni possiamo giocare a 60fps anche se il framerate non è soldido. Durante le scene con la pioggia la visibilità è scarsa e con l’effetto accellerato tutti i personaggi corrono stile flash.

 Grand Theft Auto: Vice City

Grand Theft Auto: Vice City, il gioco è ambientato negli anni ’80. In questo capitolo vestiamoi panni di Tommy Vercetti un italoamericano che vive in una città tropicale meravigliosa, immensa e piena di luci a neon, ricca di tantissimi opportunita.

Correva l’anno 1986 ed alcune losche figure, tra cui amici del protagonista. Vediamo alcuni brutti ceffi chiacchierare sul dafarsi e su come dare il benvenuto al loro caro amico di famiglia Tommy che è appena uscito di galera. Tommy (doppiato da Ray Liotta) fa parte della nota gang mafiosa dei Forelli. Decidono di mandare il nostro protagonista per un pò di tempo a Vice City per tenerlo impegnato per un pò fuori città.  Vista anche la sua esperienza nel campo del narcotraffico decidono di affidargli un nuovo incarico. Il primo incarico per il nostro caro Tommy si rivela un disastro, il carico di cocaina va disperso assieme al denaro di Sonny Forelli, così Tommy si ritrova al verde, nei guai fino al collo e dovrà compensare questa perdita prima dell’arrivo di una miriade di gangsters.

La città è grande e le opportunità nel campo criminale sicuramente non mancheranno al nostro protagonista per i suoi loschi piani. Nel gioco vediamo vari personaggi vestiti a festa, con abiti più che colorati, ragazze in bikini e con i rollers skaters e tante belle “figliuole” sculettanti e allege in giro per le strade. Inoltre troviamo tantissime missioni extra come nelle forze dell’ordine, nei pompieri, addiriturra possiamo impersonare i dottori del pronto soccorso in ambulanza…o lavorare in qualità di garzone della pizzeria all’angolo.

In questo capitolo le cose da fare di sicuro non mancano  e in questa raccolta anche le ore di gioco sono tante cosi come le possibilità,  per un divertimento assicurato ad un prezzo accessibile. Le meccaniche shooting però restano un pò farraginose pur avendo inserito la mira assistita. L’eccessiva lunghezza di alcune missioni pesa anche per i pochi checkpoint. Anche qui non mancan glith e bug, a volte addirittura il gioco va in crash, peccato che così non si riesce ad apprezzare a pieno il lavoro svolto dal team sull’illuminazione. Infatti l’illuminazione è stata completamente ricreata. L’effetto caricaturale è ancora più evidente con la nuova veste grafica. Peccato che la resa grafica degli NPC non ha giovato al restauro effettuato. Qui però il framerate è leggermente più solido del III.

Grand Theft Auto: San Andreas

In San Andreas vestiamo i panni di Carl Johnson “CJ”, un teppista da strada fuggito dal suo quartiere. Carl è scappato dopo la morte del fratello minore, Brian, è andato in cerca di redenzione. Ma, per i tipi come lui, si sa non c’è speranza di una vita tranquilla e normale cosi decide di andarsene via.Carl scopre che la gang del posto è furiosa con CJ per aver abbandonato la sua famiglia e scopre la tragica fine sia di Brian che di Beverly. Ma questa è solo la premessa per una trama dall’incredibile varietà.

Il gioco offre centinaia di missioni, mini giochi e varie finezze anche dopo decine di ore di gioco scoprirete tantissime cose che magari non avete scoperto giocando per molte ore. Lo stupore e la meraviglia dopo tanti anni nel ritornare a giocare a questo gioco è incredibile, rivedere tanti personaggi che abbiamo sia mato che odiato tanto tempo.
Con San Andreas abbiamo avuto la fortuna di assistere alla svolta della saga. In questo capitolo infatti potevamo personalizzare il protagonista come più ci piaceva facendo shopping e modificando il suo look, modificando anche la corporatura facendolo allenare o farlo ingrassare mangiando schifezze.

Grand Theft Auto The Trilogy Definitive Edition

In questo capitolo l’età si sente soprattutto nel gameplay pur avendo ricevuto dei miglioramenti sul sistema di guida e sulle sezioni di sparatutto. Peccato che sia stata rimossa la modalità multiplayer, per chi come me ha giocato la versione originale sarebbe stato il top rigiocarlo con gli amici. San Andreas si avvicina molto ai moderni open world anche grazie al comparto tecnico più curato. Ovviamente anche questo capitolo non è esente da bug ma resta la rimasterizzazione più riuscita fra i tre capitoli. Il framerate è abbastanza stabile e il preset Fedeltà riesce ad offrire risoluzione ed effettistica migliore in 4k, tranne sotto la pioggia.

Mangiare è importante

Ricordiamo che CJ come per ogni essere vivente deve mangiare e bere per sopravivere e sopratutto deve curare il suo aspetto fisico. Nel gioco troveremo ristoranti, pizzerie, fast-food e distributori automatici in giro per la città che sono tappe fisse per i giocatori. Ricordatevi che mangiare troppo ha delle conseguenze, come quello di far mangiare poco il nostro protagonista facendolo diventare pelle e ossa. Una delle più grandi novità che all’epoca era stata inserita. Troveremo gang più forti e gang più deboli, quindi il nosro consiglio è quello di andare a conquistare le gang più deboli per prima. State attenti perchè verrete attaccati ed è sempre bello affrontare sparatorie sia a piedi che a bordo di automobili per le strade di San Andreas.

E’ sempre bello rivedere CJ e i suoi amici, ma in questa nuova versione Rockstar ha investito sia per quanto riguarda il gameplay che la grafica, anche sull’impianto tecnico e ludico. Molte cose provengono dagli ultimi capitoli della saga come la ruota delle armi da selezionare, un sistema di mira non più automatico ma che prende spunto da GTA V, la visuale in prima persona nei veicoli e la presenza di vari checkpoint nelle missioni, una mini mappa più dettagliata con la possibilità di selezionare una meta da ragiungere. Per quanto riguarda il gameplay cerca in tutti i modi di avvicinarsi alle produzioni più moderne, tutte queste aggiunte non possono essere più che gradite. G

T

A: The Trilogy – The Definitive Edition scopriamola insieme

Caratteristiche


Grand Theft Auto: The Trilogy – The Definitive Edition comprende migliorie a 360 gradi per tutti e tre i titoli, tra cui:

Un’esperienza di gioco migliorata, che rende più semplice che mai cimentarsi con questi titoli leggendari, e include:

    • Comandi ispirati a GTA V
  • Comandi dedicati alle armi e alla mira perfezionati, con migliorie alle sparatorie dai veicoli in corsa in GTA: San Andreas
  • Ruote di selezione aggiornate per le stazioni radio e le armio Mini-mappe rinnovate con una navigazione migliorata, che consente ai giocatori di impostare indicatori per le destinazioni
  • La possibilità di ritentare subito una missione fallita
  • Obiettivi e trofei aggiornati
  • In più, nuovi Premi per i membri del Social Club di Rockstar Games
  • E nuove lingue supportate, tra cui inglese, spagnolo (Spagna), polacco, cinese semplificato, francese, russo, coreano, italiano, giapponese, cinese tradizionale, tedesco, portoghese (Brasile), spagnolo (Messico)

Nell’insieme GTA: The Trilogy – The Definitive Edition – Scopriamola insieme

GTA:The Trilogy ha subito un massiccio lavoro di revisione. Il team di Grove Street Games ha restaurato gli asset originali e ha ritoccato le prestazioni. Inoltre ha ricostruito l’assetto tecnico dei giochi adattandolo ad Unreal Engine 4 rimodernando l’intero sistema di controllo. Ma nonostante tutte le modifiche svolte gli anni che GTA si porta sulle spalle si vedono. La novità più grande è l’aggiunta di un nuovo sistema di illuminazione inedito che ha migliorato la qualità degli scenari ora più vividi e avvolgenti, ombre realistiche, superfici riflettenti e cromatismi. Questo sistema di illuminazione lo notiamo facilmente , ad esempio negli scenari del lungomare di Vice City o tra i tramonti meravigliodi di Grove Street.

Purtroppo però alcune zone della mappa risultano un pò troppo scure e rendono l’insieme poco equilibrato soprattutto quando guardiamo le scene d’intermezzo. Anche l’aggiornamento dei modelli è un pò altalenante e inefficace, per esempio se guardiamo i lineamenti di Candy Suxx beh li storcerete anche voi un pò il naso. Inoltre ho notato alcuni refusi su insegne e vetrine dei negozi. Un’altro esempio lo troviamo dugli effetti, ci sono dei filtri temporaleschi invasivi. Nonostante ciò il processo di rimodernizzazione che il team ha effettuato è positivo e la Definitive Edition riesce a offrire agli appassionati un piacevole viaggio nei ricordi con un piacevole miglioramento di vita.

Sitema di controllo

E’ stato rivisitato anche il sistema di controllo, infatti hanno utilizzato come riferimento quello di GTA V, soprattutto per i comandi, inserendo la ruota delle armi e l’azione rallentata durante la selezione. Inoltre è stata aggiunta la possilità di importare delle destinazioni personalizzate sulla mappa e il sistema di riavvio rapido per le missioni con checkpoint. Offrendo così un miglioramento significativo per l’accessibilità. Avrebbero potuto fare di più per ampliare l’utenza ma i fan come me di certo gradiranno. Una cosa che andrebbe risolta sono i vari cali di frame rate e alcuni bug e glitch che erano gia presenti nelle precedenti rimasterizzazioni.

Il Pubblisher ha già confermato l’arrivo di alcuni update che andrannoa migliorare lo stato generale attuale della trilogy.

Considerazioni finali GTA: The Trilogy – The Definitive Edition – Scopriamola insieme

GTA: The Trilogy – The Definitive Edition è finalmente disponibile su PS5, PS4, Xbox Series X/S, Xbox One e PC (In versione digitale). Il 7 dicembre invece sarà disponibile in edizione fisica su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S e Nintendo Switch, mentre nella prima metà del 2022 la trilogia arriverà anche sui dispositivi iOS e Android.

Non posso che non consigliare questa versione soprattutto ai fan della serie. Questa versione contiene tutti e tre i capitoli migliorati, per chi li ha gia giocati sarà bello riviverli tutti e tre in una nuova veste grafica e coi vari miglioramenti. Per chi non ha mai giocato la serie ed ama questo genere credo non debba perderselo, per me ne vale la pena.

GTA: The Trilogy – The Definitive Edition – Scopriamola insieme

Francesco

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.