Crea sito

Gamestop, licenzia il 50 % dello staff di Game Informer.

Male male  giro di licenziamenti per Gamestop, con più di cento persone mandate a casa, tra le quali metà redazione della storica rivista Game Informer con sede in Minnesota.

“Nell’ambito dell’iniziativa di riavvio GameStop precedentemente annunciata per trasformare la nostra attività in futuro e migliorare le nostre prestazioni finanziarie, possiamo confermare che è stata implementata una riduzione della forza lavoro che ha avuto un impatto su oltre 120 posizioni del personale aziendale, che rappresentano circa il 14% della nostra base di associati totale presso la nostra quartier generale della compagnia e in alcuni altri uffici “, ha detto un portavoce di GameStop a Kotaku in una nota.

“Sebbene questi cambiamenti siano difficili, erano necessari per ridurre i costi e allineare meglio l’organizzazione ai nostri sforzi per ottimizzare il business per raggiungere i nostri obiettivi e fattori di successo futuri. Riconosciamo che questa è una giornata difficile per la nostra azienda e in particolare per i soci interessati. Apprezziamo la dedizione e il servizio offerti a GameStop e ci impegniamo a supportarli durante questo periodo di transizione. ”

Questa notizia arriva poche settimane dopo che GameStop ha licenziato dozzine di manager regionali, dopo un anno brutale che ha visto la compagnia provare (e poi smettere di provare) di vendersi. Le azioni di GameStop sono crollate negli ultimi anni mentre il rivenditore continua a lottare per rimanere a galla in un mondo in cui la distribuzione digitale è cresciuta per dominare i giochi.

Fonte

VOTO FINALE :

NextPlayer

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.