GameStop: ha intenzione di chiudere altri 200 negozi entro il 2020

Per il colosso Americano GameStop sono tempi difficili, specialmente negli ultimi 3 anni con perdite colossali. I dirigenti GameStop in questi anni hanno cercato diverse soluzioni per evitare la chiusura, inserendo del merchandising di vario generenei punti vendita e cambiando ogni tanto politica sull’usato con delle  nuove promozioni. Ciò però non è bastato ad arginare la crisi. Un paio di mesi fa addirittura avevano licenziato molti dipendendi di GameInformer USA, la rivista ufficiale della catena Americana. Oggi tramite un articolo di Gameranx veniamo a conoscenza che GameStop USA ha intenzione di chiudere altri 200 negozi negli stati uniti entro la fine dell’ anno. Gia a gennaio 2019 avevano chiuso oltre 200 negozi, quindi si parla di 400 punti vendita negli USA chiusi in 2 anni.

In questi ultimi anni anche in Italia hanno chiuso un bel pò di punti vendita e come sappiamo da un paio di anni la nota catena ha chiuso completamente tutti i negozi sul territorio spagnolo.

Fonte:gamerax

UN 2019 DA DIMENTICARE

Purtroppo non è un mistero, la famosa catena di videogame Gamestop non se la sta passando bene, nonostante i vari investimenti aziendali su piattaforme digitali, merchandising ed Esport, la compagnia americana ha deciso di chiudere altri 200 negozi statunitensi e sicuramente ne seguiranno altri in futuro.

Il mercato videoludico sta cambiando radicalmente, sopratutto per l’avvento del digitale e purtroppo le catene retail come Gamestop ne risentono in maniera piuttosto negativa.

Speriamo che queste decisioni possano evitare altre chiusure e licenziamenti in futuro.

Siamo vicini a tutti i dipendenti Gamestop che purtroppo hanno perso il lavoro.

Il disastro del 2018.

Gamestop punto di riferimento per l’acquisto di video giochi e console per anni, da qualche tempo è solo oggetto di continui attacchi di offerte e contro-offerte da parte di numerosi rivenditori online che hanno ucciso la catena del Gaming, colpo dopo colpo proprio come avvenne per Blockbuster.

Il gigante mondiale dei video giochi potrebbe essere la prossima vittima del mercato che continua a cambiare, il calo visto nel 2017  meno il 30% perso nelle azioni, nel 2018 Games Industry ha riportato i dati rivelati dalla compagnia stessa, dei dati che indicano un calo del 3% nelle vendite nette, che equivalgono a $8,29 miliardi, ma soprattutto una perdita netta di $673 milioni. Questo dato è da record, ovviamente in senso negativo, e arriva nonostante la vendita da $700 milioni della catena Spring Mobile. è emerso che il nuovo amministratore delegato di Gamestop, Michael Mauler, si dimise a soli 13 mesi dall’incarico.

 

Francesco

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.