Far Cry 6 – C’è sempre un cattivo e una mappa da cancellare- Recensione.

Far Cry 6 – C’è sempre un cattivo e una mappa da cancellare- Recensione.

Far Cry 6 è il nuovo titolo di Ubisoft, una delle saghe più amate degli ultimi anni dagli utenti. Vi ricordiamo che il gioco è già disponibile per tutte le console Xbox, PC e PS4/PS5 al prezzo di 69,99. Andiamo subito al dunque e immergiamoci nella spendida Yara, andiamo a lottare contro il tiranno Anton Castillo  e a guidare la ribellione per liberare il popolo che da molti anni è opresso dalla dittatura di Castillo.

Nell’introduzione del gioco un personaggio racconta che la rivoluzione è qualcosa che accadrà sempre, che la storia si ripete all’infinito. La storia negli ultimi tre capitoli è cambiata ben poco, un leader cattivo, una mappa, i ribelli da sostenere e azioni esplosive. Far Cry 6 si distingue da questi ultimi tre capitoli della saga, questa volta c’è più creazione, equipaggiamento e costruzione di basi.

Yara e Castillo

Il gioco si svolge a Yara, un luogo immaginario ispirato a Cuba e si trova nel cuore dei Caraibi. Una meravigliosa isola da vedere ma infernale da vivere. Yara ha subito rivoluzioni e interferenze straniere con embarghi e blocchi commerciali. Il leader di Yara è Anton Castilo, figlio di un ex dittatore ucciso negli anni ’60, diventato presidente dopo decenni di declino economico. Castillo ha usato la sua scoperta di un farmaco antitumorale per ottenere uno status di eroe popolare. La promessa di Castillo per la popolazione di Yara era di far diventare il paese ricco usando la droga.

Castillo governa col pugno di ferro, reprimendo la libertà di parola o dissenso e costringendo una bella fetta di popolazione al lavoro forzato nei campi per coltivare il Viviro, utile per realizzare il suo farmaco.

Far Cry 6

Il farmaco in questione viene prodotto spruzzando il tabacco Yaran con una sostanza chimica, tossica, e viene prodotto da schiavi e testato su umani. Quando la popolazione comincia a mettere in discussione il nuovo presidente egli diventa un dittatore e nel frattempo prepara e cresce suo figlio tredicenne come suo successore.

Castillo viene interpretato da Giancarlo Esposito, interprete anche di The mandolorian e Breaking Bad. L’attore offre una meravigliosa performance, intimidatoria proprio come un crudele dittatore, allo stesso tempo è un padre amorevole. Peccato che non sia stato sfruttato di più al di fuori di alcuni filmati, infatti interagisce poco coi personaggi.

Far Cry 6

I ribelli

Contro Castillo e il suo esercito ci sono bande di ribelli, giovani pistoleri e vecchie leggende che hanno combattuto anche nell’ultima rivoluzione. Il personaggio principale, il nostro, è Dani. Possiamo scegliere se interpretare un uomo o una donna. Il nostro compito è quello di aiutare i ribelli a unirsi e fare fronte comune per affrontare Castillo. Molti dei personaggi che incontriamo durante la nostra avventura sono stanchi della guerra. La loro speranza è la cosa che ci accomuna, come del resto è la linfa vitale della rivoluzione. Ed è proprio la speranza quello di cui la popolazione ha bisogno per sconfiggere la dittatura.

Far Cry 6

Dani Rojas

Il nostro Dani è un personaggio interessante con una buona personalità, lo sentiamo cantare mentre guida e lo vediamo prendere posizione durante i conflitti verbali. La nostra missione è quella di liberare Yara dalla dittatura. Dani è un’orfana, un’eroina nostrana che cerca con tutte le sue forze e la sua tenacia di aiutare la sua famiglia adottiva e ribelle. La storia di Dani e quella dei vari personaggi riescono a elevare una serie di missioni della campagna in un buon numero. Dobbiamo fermare i convogli, prendere il controllo delle basi e molto altro.

Purtroppo nel gioco non viene mostrato molto che riguarda il resto della cittadinanza, solo in alcune missioni e in alcuni filmati. Però spesso anchessi si uniscono alla nostra causa, ma la loro assenza generale fa sembrare l’isola abitata solo da soldati ribelli e contadini.

Far Cry 6

Narrazione

La narrazione aiuta molto, possiamo vedere scene in terza persona e filmati cinematografici in cui Dani è completamente visibile, a volte anche durante il gioco, come quando ci troviamo nei campi. La narrazione in Far Cry 6 è dinamica e ha un impatto maggiore rispetto ai capitoli precedenti, riesce a coinvolgere facilmente il giocatore.

Il combattimento

Il combattimento sembra più deliberato e tattico rispetto ai precedenti Far Cry, grazie a una maggiore enfasi sulla varietà di nemici. Da cecchini corazzati e soldati che trasportano armi pesanti a medici che rianimano i nemici abbattuti. Per non parare dei nemici che ci spruzzano fumi velenosi e molto altro. I nemici, inoltre, fanno un buon uso anche dei mezzi di trasporto.

Ricordatevi che alcuni proiettili sono più efficaci contro determinati nemici, alcuni saranno corazzati fini ai capelli. A volte è necessario progettare gli attacchi altre volte improvvisare.

Far Cry 6 |

Scenari

Gli scenari di Far Cry 6 sono meravigliosi, tramonti, foreste tropicali e spiagge assolate, palme e sabbia bianca. Ogni scenario è dettagliato e ben realizzato. Ho passato un bel po’ di tempo a godermeli, anche pescando, cacciando animali selvatici e risolvendo degli enigmi, oltre che a scovare dei tesori nascosti. Uno dei più interessanti tesori che ho scovato è stato quello che si trova in una villa infestata, ho dovuto cercare i vari indizi e risolvere un enigma che mi ha portato al ritrovamento di un oggetto maledetto.

Far Cry 6: la grafica del gioco viene esaltata

Personalmente ho apprezzato molto queste pause dalle sparatorie e secondo il mio parere rendono il gioco ancora più interessante e riescono a incuriosire il giocatore e farlo esplorare.

La musica fuoriesce da case e auto, è molto divertente e rende l’atmosfera piacevole e costantemente in festa.

Far Cry 6

Extra

Nel gioco sono presenti anche dei domino(?) giocabili, gare di veicoli, un sistema crafting completo e uma modalità laterale basata su testo in cui dobbiamo guidare dei ribelli a distanza attraverso delle missioni e con un nuovo sistema di equipaggiamento. Ci sono svariati oggetti da collezionare e varie missioni secondarie, alcune anche sciocche, come ad esempio il minigioco in cui vediamo combattere dei galli. Molti sicuramente conoscono questo “gioco” o ne avranno sentito parlare, per quanto mi riguarda non lo andrei mai a vedere nella vita reale, ma è un gioco che in alcune culture esiste da moltissimi anni. Ovviamente gli animalisti storcono e storceranno il naso a riguardo ma questo non è il luogo adatto in cui parlarne. Far Cry 6 – C’è sempre un cattivo e una mappa da cancellare- Recensione. 

Azione

L’azione in Far Cry 6 è ben solida, la sparatoria è serrata e riesce a fare un ottimo lavoro. Abbiamo tra le nostre mani un fucile con silenziatore che riesce ad appagare le nostre missioni, liberare una base nemica silenziosamente e velocemente come un assassino tosto… È una goduria.

Armi e personalizzazione

Possiamo personalizzare le nostre armi e il nostro equipaggiamento usando dei materiali che troviamo sparsi per il mondo di gioco. Ad esempio possiamo silenziare la nostra pistola con una bottiglia di plastica usata, economico e facile da realizzare, influendo così sulla velocità dei colpi. Però questa modifica si surriscalda troppo frequentemente e un adeguato silenziatore richiede materiali più rari da trovare. Possiamo aggiungere dei mirini e modificare i proiettili per affrontare delle minacce specifiche. Sono personalizzabili anche i veicoli infatti possiamo decorarli con armi, arieti, cosmetici e altro.

Armi risolutrici

Inoltre troviamo nuove funzionalità di combattimento tra cui uno zaino aggiornabile. Come gli amanti del genere sapranno una pistola con silenziatore e una manciata di coltelli da lancio possono fare danni. Ma abbiamo a disposizione anche le armi risolutrici, possiamo infatti crearle con l’uranio impoverito. L’uranio è una delle risorse più rare del gioco che ci consente di creare lanciafiamme, sparachiodi, balestre e molto altro. Fate attenzione a quale arma decidete di personalizzare perché le risorse più rare sono limitate e anche gli slot mod. Ogni pezzo di equipaggiamento ha il suo vantaggio unico e utile, ogni scoperta e aggiunta all’inventario può sembrarci significativa ma bisogna ponderare attentamente sul loro uso.

Come ben sapete in Far Cry possiamo pilotare auto o aerei ma spesso ho preferito cavalcare dei cavalli veloci che si sono rivelati più maneggevoli delle auto e più pratici per sgattaiolare nei percorsi segreti dei ribelli (sono segnati sulla mappa).

Conclusione

Far Cry 6 è uno dei giochi che a mio parere non può mancare, soprattutto per gli amanti del genere. Non è un titolo senza difetti purtroppo, alcune trame sembrano distanti e fangose, ho beccato alcuni indicatori di ricerca che non volevano saperne di sparire al completamento delle missioni. Ovviamente, per fortuna nulla di grave e nulla che impedisca la progressione o sulla giocabilità. Secondo me Far Cry 6 rappresenta l’apice della formula super collaudata della serie. La storia è avvincente e allestita con un cast di personaggi eccellente. L’isola di Yara è meravigliosa da vedere. Il combattimento tattico ci incoraggia a pianificare ma anche a improvvisare e la personalizzazione e l’equipaggiamento creano un buon sistema di progressione. Insomma un titolo che vale la pena di giocare. Far Cry 6 – C’è sempre un cattivo e una mappa da cancellare- Recensione. 

sempre un cattivo e una mappa da cancellare- Recensione.

Far Cry 6 è disponibile su PS5, PS4, Xbox Series X/S (giocato), Xbox One e PC.

Si ringrazie Ubisoft per averci fornito una copia del gioco.


Giovanna

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.