Crea sito

Dandara: Trials of Fear Edition – Recensione

Dandara: Trials of Fear Edition è un gioco Metroidvania, sviluppato dallo studio brasiliano Long Hat House e pubblicato da Raw Fury.
Il titolo si basa su Dandara, una figura leggendaria del Brasile del XVII secolo. Secondo i racconti, pare abbia protetto alcuni schiavi fuggitivi dagli spietati padroni. Leggenda o verità?

Dandara: Trials of Fear Edition ecco le novità introdotte nella nuova versione, sono state aggiunte 3 nuove aree tutte da scoprire, un mega boss inedito, alcuni nuovi poteri, nuove meravigliose traccie musicali e un nuovo finale segreto. Grande attenzione in questa nuova versione è stata data alla storia del gioco in cui sono state aggiunte nuove descrizioni, nuovi dialoghi e molte scene di intermezzo per vari personaggi. Sembra quasi un gioco del tutto nuovo.

STORIA

Salt è un mondo che galleggia nello spazio, organizzato con le proprie leggi di gravità, un universo dal lore seducente. Purtroppo però, si ritrova quasi al collasso, a causa dell’invasione delle forze degli Eldariani. I pochi sopravvissuti sono rintanati nelle loro case con il terrore che si è impadronito di loro stessi. A salvare questo mondo, ormai perduto, nasce dalla Culla della Creazione, Dandara: un’eroina di colore e dai capelli afro che, grazie ai suoi poteri e alle sue abilità, sembra poter ristabilire l’ordine lì dove sembrava essere smarrito per sempre.

GAMEPLAY

Dandara è un platform 2D e un gioco Metroidvania. I giocatori prendono il controllo dell’omonimo protagonista che attraversa il mondo di gioco deformandosi tra le superfici bianche.
Dandara dovrà esplorare tutti i territori del Salt e l’intero gioco gira intorno al concetto della gravità.
Le varie zone della mappa possono ruotare con una logica precisa, che non dipendono da noi e per questo motivo dovremmo capire come muoverci.
La nostra eroina non si muove in modo lineare ma è capace di saltare tra una piattaforma e l’altra, dal pavimento al soffitto e viceversa, atterrando solamente su specifiche porzioni del piano opposto.
Su Nintendo Switch i comandi touch riescono a rendere la meccanica molto più lampante, ma sono meno precisi dei Joy-Cons.
L’HD Rumble è ben curato, infatti le vibrazioni che rilasciano i Joy-Cons sono stratosferiche. Si percepiscono in modo distinto lo spostamento di Dandara o i colpi subiti.

Dandara: Trials of Fear Edition
La protagonista, ahimè, ha una salute limitata e per poterla potenziare dovremmo raccogliere il “Salt”, moneta di gioco, che viene rilasciata dai nemici o dai pochi oggetti che si possono distruggere in giro per gli scenari.
Quasi sempre all’inizio di una nuova zona inesplorata è possibile trovare degli accampamenti dove sarà necessario fare il salvataggio. Un’altra precauzione è quella di stare attenti a non farsi uccidere mentre vi portate dietro il Salt, altrimenti, una volta uccisi, rimarranno lì e dovrete ritornare sul posto per riprenderli.

STRUTTURA

Dandara è un titolo brillante fatto di un mix tra platforming, fasi action e puzzle che si incastrano perfettamente.
Il livello di difficoltà è medio alto.
Il level disegn è molto affascinante, infatti si possono trovare ambientazioni urbane, paesaggi silvestri e anche contesti onirici. Tanta bellezza si può notare molto di più negli scontri con i Boss che sono rappresentati in modo imponente. Abbatterli non sarà facile e per questo, ci vorranno più di un tentativo e una buona strategia di attacco.
Le musiche non sono tante, ma accompagnano tutta l’avventura in modo avvolgente.

Dandara: Trials of Fear Edition
Un punto negativo del titolo è la meccanica della rotazione dei vari livelli. Difatti, spesso non si riesce a capire esattamente dove bisogna andare, né come raggiungere determinati punti, neanche quando abbiamo già fatto tutto quello che bisognava fare. Si rischia di rimanere nell’oblio dato che non si riesce a trovare lo stesso punto che si può vedere nella mappa, che comunque resta invariata.
La pixel art è da invidiare, ma a dinamiche di gioco ci si scontra un po’ con aree decisamente confusionarie dato l’affollamento di nemici che si possono trovare tra un esplorazione e l’altra.
La traduzione in italiano è ben fatta.

Dandara: Trials of Fear Edition

CONCLUSIONE

Dandara è un’autentica sorpresa e vi terrà compagnia per diverse ore.
È un’avventura avvincente e affascinante tipica dei Metroidvania.
La pixel art realizzata a mano, dai ragazzi di Long Hat House, vi spronerà a proseguire l’esplorazione.
Come ogni altro indie game, se giocato su Nintendo Switch, si ha sempre la possibilità di giocarlo dove vuoi grazie alla modalità portatile.

  • Tre nuove aree da esplorare
  • Nuovi boss speciali
  • Nuovi poteri per Dandara
  • Nuove tracce musicali
  • Possibilità di aver accesso ad un nuovo finale “segreto”
  • Aggiornamenti vari
  • Nuovi elementi narrativi del gioco

VOTO FINALE :

NextPlayer

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.