Crea sito

Cyberpunk 2077 – Benvenuti a Night City – Recensione

Cyberpunk 2077 – Benvenuti a Night City.

 Introduzione

Cyberpunk 2077 è il gioco più atteso di questa generazione, infatti fu annunciato 8 anni fa, era atteso come il canto del cigno dell’ ottava generazione. Ma come molte polemiche e controversie hanno dimostrato non si tratta di un titolo di ottava generazione ma di nona. Difatti seppur non esistono ancora le versioni per consolle nex-gen queste sono necessarie per far girare decentemente questo gioco.

Noi lo abbiamo provato su PS 5 e su Google Stadia.

Anticipiamo che la versione PS 5 è inferiore a quella Stadia, siccome non è ottimizzata per questa console ma gira in modalità compatibile PS4. Ma è lecito attendersi che la versione per PS5 sarà all’altezza della versione Stadia, siccome ambedue le piattaforme sfruttano GPU Amd di medesima potenza e memorizzano i loro dati su SSD ultraveloci. Per Xbox serie X si presume che sarà la più performante dietro a quella PC.

Creazione del Personaggio

Nonostante questo sia un gioco di ruolo narrativo, quindi non sandbox, potremmo comunque personalizzare in maniera eccellente il nostro personaggio. Possiamo partire da 3 background narrativi diversi: il nomade, il corporativo o il teppista di strada che caratterizzeranno il personaggio e andranno ad alterare molti dialoghi durante la nostra avventura.

Poi potremmo personalizzare sotto ogni aspetto, il nostro l’alterego. Personalizzando anche parti che solitamente non siamo abituati a vedere rappresentate nei videogiochi.  Poi ovviamente avviene la distribuzione dei punti abilità che descriveranno come il nostro personaggio interagisce col mondo. Difatti durante il gioco ci saranno numerose azioni che ci saranno consentite a seconda dei nostri gradi di abilità.

Personaggio

In Cyberpunk 2077, come abbiamo gia detto, interpretiamo V, un mercenario che vuole diventare una leggenda a Night City. Ci tocca anche seguire lo spettro digitale di Johnny Silverland che era un terrorista rockstar, che sta prendendo il sopravvento sulla nostra mente. V con la sua mente tecnica può violare le difese degli avversari da lontano e contaminarli col codice causando contagio e psicosi informatica, costringendoli al suicidio forzato.

Night City

Night City è contorta nel suo sviluppo e molto caratterizzata, con i quartieri e le abitudini sociali. Anche camminare per strada ci porta ad avere a che fare con bande organizzate, rapine e molto altro. La città è praticamente allo sbando, la criminalità dilaga a dismisura. Il braccio della legge è corrotto. La mappa della città è molto utile, man mano che andiamo avanti si riempie in maniera esponenziale di icone,. Il telefono suilla in continuazione. I cittadini cercano di sopravvivere prostituendosi, donandosi ad esperimenti Cyberware o trasformandosi in sicari e ladri. Altri invece cercano di costruirsi una reputazione, proprio come V.

Narrazione

Come anticipato questo è un gioco narrativo. Fortunatamente CD project RED ha creato più narrazioni parallele e questo evita la sensazione di essere in un tunnel narrativo e ci sentiamo liberi di scegliere le nostre azioni,  specie dopo avere completato il primo capitolo. Quando si apriranno davanti a noi molte più possibilità e opzioni per procedere. Il gioco lascia al giocatore la possibilità di interpretare V, il nostro personaggio, in modo diverso e di farlo agire secondo la nostra etica.

Il mondo che lo circonda è decadente, corrotto e imprime una fortissima drammaticità all’azione. Se siete persone empatiche vi commuoverete facilmente in numerose occasioni.

Come si è già potuto apprezzare in the Witcher 3, dialoghi e interazioni con i personaggi principali sono estremamente dettagliati e ben recitati. Altra cosa interessante da riportare è l’introduzione del telefono cellulare come funzione narrativa, difatti molte interazioni avverranno attraverso messaggistica, e rispondere o meno a un messaggio potrà cambiare le iterazioni del nostro personaggio con il suo mondo.

Le trame principali sono molto interessanti e si legano anche a molte subquest e risucchiano il giocatore che farà fatica a staccarsi. Questo è un gioco che seppur abbia un ottimo gameplay punta molto sul coinvolgimento emotivo del giocatore che finisce risucchiato della vita di Night City.

Free Roaming

Dalla fine del primo capitolo potrete esplorare tutta la città liberamente, ma personalmente non ho sentito la necessità, preferendo dimenticare la possibilità del Fast Travel Ed esplorare la città spostandomi da un lavoro all’altro. Comunque girando per la città è possibile incappare in lavori da eseguire, sparatorie tra la polizia e le gang locali. La città, almeno nella versione Stadia, è caotica e popolata nelle zone commerciali, mentre la popolazione è più scarsa nelle zone industriali dove è possibile incontrare dei malviventi.

Con le giuste abilità è possibile rubare auto, ma non è il centro del gioco ma una libertà che vi offre il titolo come quella di intrattenevi con  le donne o  i maschioni a Jig-Jig street.

Le auto hanno una fisica importante, quindi se lancerete un’auto corazzata hai 160 km/h non aspettatevi di poter frenare in pochi metri. Questo modello non rende difficile il controllo delle auto ma  porta a preferire più la prudenza durante la guida, dando più realismo al mondo. Ovviamente non mancano moto ed altri mezzi con rapporti peso potenza esagerati, perfetti per suicidarsi.

Missioni

Esistono fondamentalmente 3 tipi dimissioni.

Contratti: semplici lavori da svolgere di solito senza grandi risvolti narrativi.

Missioni Secondarie: missioni narrative più complesse e studiate dei contratti, possono alterare le relazioni con numerosi personaggi.

Missioni Principali: queste portano avanti la trama, evolvono e modificano il mondo di gioco.

Considerando le 3 categorie, la quantità di missioni che propone il gioco è enorme e le trame non sono ma quasi mai scontate. E’ stato detto che il gioco può contare una longevità di circa 40 ore affrontando solo le missioni principali, ma volendo perdersi anche nelle altre puoi arrivare tranquillamente a 180 ore. Ogni missione è contrassegnata da un livello di difficoltà stimata, che indica chiaramente se siete del livello necessario per affrontare quella sfida.

Una sfida facile conterrà nemici  inferiori a voi, una molto difficile avrà degli avversari più forti di voi e converrebbe attendere per affrontarle.

Oltre al livello del personaggio è molto importante la sua reputazione, difatti facendo salire la nostra reputazione accederemo a missioni più importanti e impegnative. Verremo anche trattati con più rispetto dai personaggi che incontreremo nella città.

Cyberpunk 2077 - Benvenuti a Night City

Gunplay

Il modello di combattimento è incredibilmente benfatto per essere un gioco di ruolo, potremo usare armi bianche oppure una grande quantità di bocche da fuoco. Dal menu di scelta rapida potremo accedere a tre armi, ma potremmo portarne molte altre nello zaino.

Si può giocare con modalità Stealt e prendere i nemici alle spalle per uccisioni silenziose.  Si possono utilizzare anche degli hack rapidi per distrarre gli avversari, oppure disattivare le telecamere di sicurezza. 

Se verrete scoperti si passerà al combattimento a viso aperto, che comunque permette di chinarsi dietro i ripari e sfruttare gli angoli. Il gioco rende ottimamente queste funzioni. Siccome il personaggio si sporgerà dagli angoli automaticamente e spingendo contro un riparo ci sporgeremo dallo stesso per sparare. Oppure potreste corazzarvi bene  e combattere a breve distanza con fucili a canne mozze o lame. Durante il combattimento è sempre possibile sfruttare il proprio deck per svolgere Hack rapidi per debilitare gli avversari. Ma attenzione potranno farlo anche gli avversari contro di voi.

È anche possibile impiantarsi occhi artificiali e un link nelle mani per usare armi intelligenti che mirano automaticamente al nostro bersaglio, sparando micro razzi che raggiungono autonomamente il bersaglio anche se si è nascosto dietro un riparo.  La stessa ottica calcola traiettorie e rimbalzi delle granate.

 Il combattimento a parità di livello è molto soddisfacente, può risultare difficile se lo si approccia come fosse un normale FPS.  Ma se si trae vantaggio da tutte le possibilità dateci dall’informatica ed al sistema di combattimento, la favola cambia e diventeremo delle spietate macchine da guerra.

Personalmente mi sono equipaggiato con una mitragliatrice leggera intelligente che acquisisce e colpisce automaticamente bersagli a distanza, una doppietta con un impatto così grande da  buttare a terra gli avversari per la media distanza e una katana per il corpo a corpo.

Ma ognuno può personalizzare il proprio stile di combattimento e, ad esempio, evitare del tutto il contatto ravvicinato con gli avversari.

Quello che più mi spaventava di questo gioco era di trovarmi di fronte a un bellissimo titolo ma con un gunplay deludente. Ma fortunatamente mi sono dovuto ricredere. In cyberpunk si spara tanto ed è bello sparare.

Cyberpunk 2077 - Benvenuti a Night City

Analisi tecnica

Stadia offre due opzioni grafiche 4k a 30 fps  oppure una risoluzione di 1080p a 60fps. Io ho provato estensivamente la seconda opzione che restituisce comunque un immagine spettacolare. La versione PS4 upgradata su ps5 restituisce un’immagine a 900p a 60fps, ma stranamente risulta avere più bug e Glitch della versione Stadia. Questo ha causato non poche lamentele presso l’utenza Playstation.  Ma analizzando la versione Stadia  graficamente Cyberpunk si presenta come uno dei titoli più impressionanti visti recentemente. Della versione Stadia sono anche impressionanti i tempi di caricamento, quasi istantanei, una volta acceso il gioco e avviandolo da zero si carica in poco meno di un minuto.

Lo spazio di archiviazione infinito offerto agli utenti Stadia per tenere i propri giochi sempre pronti e installati non dà neanche all’utente l’interesse di sapere quanti giga occupa il gioco.  Ovviamente anche i tempi di caricamento  della Ps5 sono estremamente veloci e vicini al minuto,  grazie al suo SSD che può competere con gli SSD di classe server offerti da Google.

Ma analizzando il tempo di caricamento vince, da prove comparate, la versione Xbox seris X che si carica in poco più di 40 secondi. 

Ovviamente non esistono ancora la versione PS 5 e la versione Xbox Series X native.  Quindi queste due consolle risultano penalizzate rispetto alla versione offerta da Google.  Nel 2021 dovremmo vedere le versioni ottimizzate per queste due consolle  e un vociferato upgrade tecnico di Stadia. 

La versione Stadia è stata provata con una connessione da 100 megabit  che ne realizza 80 reali e un ping massimo di 12 millisecondi  e il gioco non dà nessun problema di Lag. Possiamo confermare che il problema su Stadia non si pone, dato che abbiamo già provato giochi molto più impegnativi da questo punto di vista.

Cyberpunk 2077 - Benvenuti a Night City

Conclusioni 

Cyberpunk 2077, nonostante il lancio travagliato, resterà come una chiave di volta nel mondo del gaming. La narrazione, la costruzione del mondo, l’interazione coi personaggi, il gameplay, la ricchezza dell’universo narrativo sono di primo ordine. 

E’ un evento videoludico paragonabile al primo Half Life.  

È un vero peccato che non tutti possano goderne appieno subito, visto i problemi che hanno avuto le versioni PS4 e Xbox One.  

Ma questo non Mina in maniera assoluta la qualità del gioco.  Purtroppo ogni tanto c’è qualche glitch che costringe il giocatore a riavviare la partita,  e sono tutti noti e segnalati come il bloccaggio delle ricariche delle armi oppure il GPS che smette di funzionare.  Fortunatamente sono Glitch che capitano di rado e basta ricaricare in pochi secondi il salvataggio corrente per risolverli.  Se questo gioco fosse uscito con la perfezione tecnica che ha avuto Breath of the wild non mi fermerei nel dargli la massima votazione.  Ma essendo stato pubblicato con ancora qualche bug da risolvere per ora si merita un punto in meno.  Se CD project RED  riuscirà a risolvere i bug che affliggono questo gioco e non resterà come Skyrim, un gioco bellissimo ma basato su un Engine fallato,  potrà raggiungere la perfezione.

(Tutte le immagini sono prese dalla versione Stadia performance a 60 fps).

Recensione a cura di Andrea Dolcini.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VOTO FINALE :

Andrea

Gioco da sempre a tutto, partito con l'apple IIc, ho giocato su tutti i processori della serie 8086 per poi diventare Nintendaro per colpa degli emulatori. Ma ora Voglio solo HW originale oppure scoprire cosa può offire il cloud. Sono forse schizofrenico?