PS5Recensione

Born of Bread, un gioco meraviglioso – Recensione

Born of Bread, un gioco meraviglioso – Recensione

 

Paper Mario è stata la prima serie di giochi RPG di Mario dopo il suo antenato Super Mario RPG, ma prima di Mario & Luigi. Nel corso del tempo, la saga ha cercato di reinventarsi, ma, nonostante le intenzioni, è stata stravolta completamente nel gameplay, nella narrativa e in tutto quel che la rendeva un caposaldo.

Sin dall’uscita di Paper Mario: Sticker Star, i fan hanno chiesto a gran voce un ritorno della formula classica. Questo desiderio  (chissà) potrebbe realizzarsi dopo l’uscita su Switch di Paper Mario: Il Portale Millenario, in arrivo nel 2024.

Born of Bread - IGN

Nel frattempo, altri titoli hanno cercato di emulare quello stile. Già Bug Fable ci è riuscito, ma adesso tocca a Born of Bread, un RPG a turni in single player. La sua uscita avverrà il 5 dicembre 2023 per Nintendo Switch, PlayStation 5, PC e Xbox Series X/S. È un gioco pubblicato da Dear Villagers (Souldiers, Recompile…) e sviluppato  da WildArts Studio Inc.

 

TRAMA

La storia parte da un inizio che ricorda la fiaba di PinocchioPapa Baker è un fornaio alle dipendenze della regina Beatrice. Dopo aver letto un ricettacolo oscuro, crea Loaf, un fantoccio di farina vivente. La sovrana non vede di buon occhio il suo lavoratore.

In seguito degli spiriti malvagi, risvegliati durante una ricerca archeologica, assalgono il suo castello per rubare la Sun Stone, una pietra custodita al suo interno. Loaf viene sconfitto e scacciato nella foresta con il padre. Al suo ritorno, Papa Baker viene arrestato con l’accusa di aver causato tutti i pasticci.

Pertanto suo figlio, armato di padella, dovrà provare la sua innocenza, fermare i piani dei villains e scoprire cosa si cela dietro alla fantomatica pietra. Durante la sua avventura dolce e spensierata, incontrerà degli amici molto carismatici che gli daranno aiuto.

La trama di Born of Bread presenta momenti toccanti, personaggi empatici, colpi di scena e, soprattutto, giochi di parole e battute comiche. D’altronde. l’umorismo è una delle chiavi delle storie degli RPG. Anche i cattivi vi resteranno impressi, al punto da apprezzarli per la personalità.

PAX: Born of Bread could prove to be a delicious RPG adventure

 

GAMEPLAY

La struttura di Born of Bread si compone di sessioni esplorative, fasi di combattimento e missioni secondarie. Il giocatore controlla nelle aree esplorative Loaf e i suoi assistenti. Quest’ ultimi non sono dei semplici compagni che aiutano il protagonista nelle battaglie.

Nell’ overworld possono usare delle skill per aiutarlo a raggiungere dei punti inaccessibili. Il giocatore può interagire liberamente con gli elementi ambientali per ottenere risorse (rintracciabili anche nei negozi) e può contare su una mappa semplice, ma chiara.

Screenshot di Born of Bread, uno dei tanti giochi di ruolo in arrivo questa settimana

In generale, esplorare può rivelarsi divertente per alcuni giocatori, dato che l’approccio può variare a seconda della situazione. Per esempio, ci sono alcune sezioni in cui Loaf deve farsi schiacciare per fluttuare in aria e superare ulteriori passaggi.

I personaggi hanno un proprio livello e, come i Pokémon, un loro tipo, a cui si aggiunge anche un tipo speciale. La presenza dei tipi rende molto profondo il gameplay. Infatti influisce sulle loro statistiche, così come anche sulla forza rispetto a un determinato nemico.

Born of Bread Screenshots Image #54112 - XboxOne-HQ.COM

Le battaglie sono fondamentali per  il grinding del team. Così come nei classici Paper Mario, il personaggio controllato può eseguire degli attacchi a tempo. Basta premere un pulsante o una sequenza di pulsanti al tempo giusto. Lo stesso discorso vale per la parata.

Come nei vecchi Paper Mario, si può scegliere di switchare tra i personaggi durante i turni. Nel gioco alcuni attacchi vengono eseguiti spendendo i Wills Point. Questi punti possono essere riottenuti con la difesa o mangiando croissant oppure…. attirando le attenzioni dei fan di tutto il mondo su Internet.

Born of Bread Set for Summer - RPGamer

Se in Paper Mario: Il Portale Millenario le battaglie si svolgevano in un teatro dove il pubblico dava aiuti a Mario & Co., Born of Bread è dotato di un sistema simile, ma con i social.

Un draghetto si unirà ai nostri eroi per filmarne i combattimenti in diretta e una chat fittizia comparirà sullo schermo. Se i followers gradiranno la nostra strategia, aumenteranno e ci ricompenseranno a dovere.  Altri punti fondamentali sono i Restore Points, che, dopo un attacco speciale, fanno bloccare attacchi nemici ottenendo più difesa.

Born of Bread — обзоры и отзывы, описание, дата выхода, официальный сайт игры, системные требования и оценки игроков | StopGame

Il sistema di combattimento può riservare delle piccole soddisfazioni. Andando avanti, sbloccherete molte abilità speciali e raccoglierete armi, talismani e molto altro. Tuttavia non sottovalutate mai il livello di sfida, dato che, a volte, potrà punirvi.

Per il resto, oltre all’ avventura principale, ci sono tante missioni secondarie. Le quest non possono essere risolte alla cieca, ragion per cui dovrete stare attenti a tutto ed essere sicuri di parlare anche con tutti gli NPC.

La storia, il grinding, le missioni secondarie, il raccoglimento di tutte le armi e di benefici assegnabili alzano molto l’asticella della rigiocabilità. Riuscirete a completare tutto il gioco in un arco tra le 20 e le 30 ore.

Certamente non sono il tempo da impiegare per finire al 100 % un gioco come un classico Final Fantasy, ma, per un gioco di ruolo in stile Paper Mario, vanno più che bene.

 

COMPARTO TECNICO

Se nel gameplay l’influenza di Paper Mario è palese, neanche la grafica fa da meno. Le ambientazioni sono realizzate  in un 3D cartoonesco che comunica la stessa natura fiabesca e giocattolosa della serie Nintendo. Le location sono piene di effetti di luce eleganti, dettagli e colori accesi.

Lo stile delle location differisce da quello dei personaggi, che sono disegnati a mano. Il mix è perfetto, dato che queste sagome ne escono perfettamente risaltate. I nemici e i nostri eroi sono realizzati con un brillante stile fumettistico, con una buona opacità, delle animazioni fluide e delle belle espressioni.

L’unico problema della grafica riguarda la presenza di bug. Tipo quello della compenetrazione tra gli assistenti, qualche glitch morto, qualche caricamento lento, Papa Baker che si sposta a caso durante i primi combattimenti, oggetti che escono dagli slot e così via.

Le musiche sono stupefacenti. Si adattano alle location comunicando sempre che cosa il giocatore deve aspettarsi con una maestria orchestrale. Il loro carattere allegro e intraprendente le rende memorabili dall’ inizio alla fine anche senza un doppiaggio.

Peccato solo che Born of Bread non supporti l’italiano. Il gioco è disponibile solo in inglese, francese, tedesco, spagnolo e cinese. Quindi dovete abituarvi a conoscere un po’ di lingue straniere.

Born of Bread on Steam

 

CONCLUSIONI

In definitiva, Born of Bread è un grande gioco, anche se i suoi errori tecnici necessitano una sistemazione. In ogni caso, non c’è da spaventarsi. Sin dai tempi dell’uscita della sua demo, gli sviluppatori hanno dimostrato di essere a conoscenza di questi problemi.

Ne hanno già risolti alcuni durante lo sviluppo e si dimostrano aperti a ricevere ulteriori segnalazioni al riguardo. In ogni caso, il gioco è consigliabile a chiunque abbia amato il vero Paper Mario. Si tratta di un concentrato di personaggi caratterizzati, divertimento, sfida e meccaniche classiche.


Francesco

Sono un giocatore incallito, ho cominciato con il commodore 64 per poi passare al NES e allo SNES, fino alle console attuali. Amo giocare con tutte le console, odio la console WAR. Sono un collezionista da circa 20 anni. I miei giochi preferiti The legend of Zelda, Donkey Kong Country, Metal Gear Solid, God of War e Uncharted.