PC/Steam

Annunciato Streets of Fortuna al PC Gaming Show

Annunciato Streets of Fortuna al PC Gaming Show. Lo svilupaptore e publisher Kitfox Games ha annunciato durante il PC Gaming Show, Streets of Fortuna.

Fortuna è la città dei tuoi sogni! O lo sarà, se riuscirai a sopravvivere. Streets of Fortuna è un gioco di ruolo sandbox megasim in free roaming con caos emergente piuttosto che una storia lineare. Usa il tuo ingegno per vivere come un ladro, un fabbro, un ribelle, un prete, un contrabbandiere, un amante, un cuoco o semplicemente un topo di strada. Un giorno forse potrai sfidare l’Overlord che governa la Fortuna con il pugno di ferro.

Arrivi a Fortuna come un nessuno affamato e stanco, senza nemmeno una moneta a tuo nome… il tuo primo passo sarà trovare un pasto e un riparo, qui nella città più ricca del mondo, dove le guardie non lo fanno accetta con gentilezza il furto o il dormire per strada. Fai amicizia con un ricettatore per vendere i tuoi beni rubati o con un collezionista d’arte per migliorare i tuoi prezzi di rivendita. Osserva i comportamenti dei ricchi (e del loro entourage) per portare a termine la rapina perfetta. Sperimenta forme e materiali per creare cibo, attrezzature o oggetti di valore da scambiare, senza rigidi sistemi di ricette. Naviga tra le maree delle alleanze e dei conflitti tra fazioni se ne hai il coraggio, ma fai attenzione ad attirare l’occhio intollerante dell’Overlord e di coloro che beneficiano dello status quo.

Caratteristiche:
– Gameplay a forma libera in una città densa, senza interruzioni e generata
– Nessun lavoro o sistema di classi che ti vincoli, solo un sacco di competenze da crescere
– Realizzato in consultazione con i creatori di Dwarf Fortress per ottimizzare le storie dei giocatori emergenti
– Persone e comunità simulate per infinite ore di gioco megasim
– Concentrati su fughe e rapine per un pelo piuttosto che sul combattimento corpo a corpo
– Mondo e tradizioni originali e riccamente strutturati, vagamente ispirati a Costantinopoli intorno al 500 d.C

kattund

Sono cresciuto col Nintendo 64 in una mano e Mario 64 nell'altra per poi passare per un breve periodo alla PS1. Adoravo fifa e tomb raider ma poi ho ritrovato mario e amici con la wii. No Lara non l'ho mai abbandonata. Dalla wii un crescendo di emozioni e collezionismo che mi ha portato all' invasione degli amiibo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.