AccessoriRecensione

Action figure Transformers Legacy United Voyager Class – Recensione

Action figure Transformers Legacy United Voyager Class – Recensione

Siamo pronti per una nuova collezione, siamo pronti ad unire i nostri amati personaggi robot Trasformers con le nuove e splendide action figure Transformers Legacy United Voyager Class e, almeno per quanto mi riguarda, posizionarle nella nostra bacheca… illibate.

Un pò di storia

I Transformers vennero lanciati nel  maggio del 1984 negli Stati Uniti. Alcune settimane più tardi questo brand riusci’ a consolidarsi grazie ad un successo a dir poco straordinario. Infatti le vendite nel settembre del medesimo anno raggiunsero risultati impressionante.

La Hasbro da quel momento decise di supportare al meglio questo franchise, con il lancio contemporaneo di una serie di fumetti targati Marvel Comics e di un cartone animato (Toei/Sunbow/Marvel). Il cartone animato funzionava come un enorme sport commerciale per i giocattoli, e ogni puntata veniva realizzata e sceneggiata in base a delle specifiche direttive della stessa Hasbro.

Nel 1985, Hasbro iniziò la distribuzione dei trasformers in alcuni paesi dell’Europa centrale e nel Regno Unito, dopo l’incredibile successo commerciale ottenuto poco prima. 

In Giappone la distribuzione era stata affidata alla Takara che convertì la strategia commerciale sulla linea di quella sperimentata al di là del Pacifico dalla Hasbro. Le scatole seguivano una numerazione progressiva ed erano molto più piccole e compatte a differenza di quelle americane. I trasformers erano dentro il polisterolo per continuare con lo stile già utilizzato con i suoi vecchi giocattoli. 

I nomi dei trasformers in giappone erano diversi, ad esempio Optimus Prime venne ribattezzato Convoy, pronunciato in giapponese “COMBOI“, che porta subito alla mente la parola “combinato” , o “combinabilità“. Il nome di Megatron venne invece lasciato invariato rispetto al nome usato negli Stati Uniti, la pronuncia giapponese è “Megaroton“.

Verso l`ottobre del 1985, Takara decise di distribuire i due leader in un unico set, chiamato VSX. Il set è bellissimo, molto difficile da trovare al giorno d`oggi. I robot al suo interno sono le prime versioni dei rispettivi giocattoli.

Convoy è basato sul mold del Battle Convoy diaclone,  con super meccanismo di sparo, missili grigi e accessori (fucile, pugni, ruote di roller, pompa e tubo della benzina). Megatron è una versione con sicura non rinforzata. Inoltre sono presenti due telai di missili blu, spada, fucile di ordinanza, istruzioni e un grande poster.

Il film d`animazione, ovviamente, arrivò anche nelle sale giapponesi suscitando reazioni contrastanti.Action figure Transformers Legacy United Voyager Class - Recensione                                                                                          La

Takara, in occasione dell`uscita del “Transformers: The Movie”, rilasciò due bellissimi set a tema . I nomi di questi due set erano “Goodbye Convoy” e “Goodbye Megatron”.  

Negli Stati Uniti  gli Autobots uscirono in scatole abbastanza grandi con vetrinetta di plastica trasparente, e i modellini posizionati all`interno di bubble di plastica contenitivi, reso ancora più bello dalla presenza di grafiche e disegni meravigliosi sulla confezione.

Ratchet, Overdrive, Camshaft e Downshift uscirono in  delle speciali scatole BIANCHE “mail away” con inedite box art con  contorni azzurri, tech spec con bio e grafico delle abilità ed esclusive istruzioni in lingua giapponese.

Action figure Transformers Legacy United Voyager Class - Recensione

MINIBOT!

I minibot sono modelli di macchine trasformabili in robot, uscirono originariamente nel 1983 per la linea Micro Change della Takara. Nel 1985 in Giappone la Takara mise in vendita solo cinque veicoli minibot, ognuno in una bellissima scatolina. Sto parlando di Bumblebee, Cliffjumper, Windcharger, Huffer e Brawn. Ognuno dei minibots aveva un numero identificativo univoco.

Action figure Transformers Legacy United Voyager Class - Recensione

Background:

Nel 1986 i fan dei Transformers conobbero la squadra di guerrieri Decepticon conosciuta come Stunticons. Questi cinque furono tra i primi Decepticon introdotti in G1 con modalità di veicoli terrestri. Dovevano contrastare gli Aerialbot, che si trasformavano tutti in aerei o jet come il nostro strarscream. Uno degli Stunticon era Dead End.

Ed eccoci a noi. Siamo pronti a festeggiamo i 40 anni di storia dei Trasformers con l’arrivo di tre fantastici trasformers. Vi ricordo che potete collezionare e raccogliere i vari trasformers e combinarli per creare la nostra formazione Legacy ideale.

La prima di cui mi accingo a parlarvi è di Cybertron Universe Strarscream:

Cybertron Universe Starscream è decorato e dettagliato, si trasforma con 26 passaggi in un jet, testa braccia e gambe articolate. Troviamo un blaster, Cyber-Key e 4 accessori per ali jet. Gli accessori si attaccano alla figura in entrambe le modalità.Il robot ha testa, braccia e gambe articolate che possiamo posizionare come più ci piace. I 2 accessori più grandi per l’ala del jet sono dotati di lame Vertex estraibili.

Il materiale è eccellente, non è ne leggero ne pesante, è ottimamente realizzato e ben definito, molto dettagliato cme la serie animata. I colori sono eccellenti .

Transformers Studio Series Voyager Transformers: Bumblebee 110 Shockwave

Converti l’action figure Studio Series Transformers dalla modalità robot alla modalità carro armato cybertroniano in 22 passaggi e metti in posa il giocattolo Shockwave nella scena sullo sfondo rimovibile Cybertron Falls inclusa.

Questa action figure di Transformers Studio Series 110 Shockwave è molyo articolata per la posabilità ha varie decorazioni e dettagli ispirati al film, misura 6,5 ​​pollici (16,5 cm) ed è stata progettata con specifiche e dettagli per riflettere l’universo cinematografico di Transformers.

Nella scatola troviamo anche un cannone formato da 2 pezzi che devono essere combinati insieme. Gli accessori possono essere collegati in entrambe le modalità. I personaggi sono dotati di teste, braccia e gambe articolate per pose d’azione.

Lo sfondo rimovibile mostra la figura Shockwave della serie Transformers Studio nella scena di Cybertron Falls.

Transformers Studio Series Core Transformers: The Last Knight Decepticon Mohawk

Decepticon Mohawk è un’action figure di Studio Series Transformers, trasformabile dalla modalità robot alla modalità moto in 13 passaggi, all’interno c’è anche l’accessorio coltello incluso.

Questa action figure presenta decorazioni e dettagli ispirati al film. Misura 3,5 pollici (8,9 cm) ed è stata progettata con specifiche e dettagli per riflettere l’universo cinematografico Transformers

  • 2 MODALITÀ ICONICHE:  presenta la conversione classica tra le modalità robot e moto in 13 passaggi
  • ACCESSORI FANTASTICI viene fornita di un coltello che si attacca in entrambe le modalità
  • ARTICOLATO PER IL GIOCO E L’ESPOSIZIONE: i personaggi dei Transformers sono dotati di teste, braccia e gambe articolate per pose d’azione
Concòusione

Le confezioni sono impeccabili, non manca proprio nulla e ognuno di questi robot descritti è  stato realizzato eccellentemente, La Box è stata realizzata con un seplice cartonato, composto da un blister frontale dove possiamo vedere la figure, sul retro e sul fianco troviamo diverse immagini che lo descrivono. Una volta che estraiamo la figure dall’altro, troviamo anche delle parti intercambiabili per trasformarla. La figure è composta da un pezzo unico. Il painting realizzato per la figure è eccellente, le figure sono molto dettagliate.

Ovviamente queste Action figure sono destinate agli appassionati e ai collezionisti, la qualità costruttiva è eccellente cosi come lo stile inconfondibile. Io personalmente  le ho gia posizionati nella nostra collezione, lontano da mani indiscrete.

Action figure Transformers Legacy United Voyager Class – Recensione

Giovanna

Sono appassionata di videogames, gioco da circa 13 anni, possiedo tutte le console,amo i giochi che riescono a coinvolgermi e sono impegnativi, tra i miei preferiti c'è Zelda, Assassin creed e Uncharted. Amo serie tv e film soprattutto horror, sono appassionata di libri horror, thriller e fantasy.